Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Uno sguardo ai piani di riapertura COVID-19 in tutto il paese

Con l’aumento dei tassi di vaccinazione COVID-19 e il calo dei casi in tutto il paese, le province e i territori stanno iniziando a lanciare piani per riaprire attività commerciali, eventi e strutture ricreative.

La maggior parte dei piani si basa sul fatto che ogni giurisdizione raggiunga i propri obiettivi di vaccinazione entro determinate date, mantenendo basso anche il numero di casi e ricoveri.

Ecco uno sguardo a come sono i piani di riapertura in tutto il paese:

Terranova e Labrador:

Il piano di riapertura della contea inizia con un periodo di transizione durante il quale vengono allentate alcune restrizioni sanitarie, come le restrizioni sugli assembramenti.

Requisiti dei test e una completa revoca dell’autoisolamento per i viaggiatori canadesi che sono stati completamente vaccinati nel giorno del Canada, mentre questi requisiti si attenuano nei prossimi mesi per i viaggiatori con una sola dose del vaccino COVID-19.

Se il numero di casi, l’ospedalizzazione e gli obiettivi di vaccinazione saranno raggiunti, la contea prevede di riaprire le sale da ballo già dal 15 agosto, revocando le restrizioni sulla capacità di attività commerciali, ristoranti e lounge pur mantenendo la distanza fisica tra i tavoli.

Già dal 15 settembre verranno rivisti i requisiti delle mascherine per gli spazi pubblici interni.

Nuova Scozia:

La Nuova Scozia è passata alla fase due del suo piano di riapertura in cinque fasi, che consente cose come cene al coperto in ristoranti e bar, una capacità del 50% per i clienti al dettaglio e maggiori limiti di raccolta.

La provincia ha autorizzato la riapertura di tutte le scuole pubbliche e private. C’è un limite di 10 persone per riunirsi in modo informale al chiuso e fino a 25 persone possono riunirsi in modo informale all’aperto senza distanziamento sociale.

I festival e gli eventi speciali possono svolgersi al 25% della capacità della sede con un massimo di 50 persone al chiuso e fino a 75 persone all’aperto con il distanziamento sociale.

È consentito pranzare sia all’interno che all’esterno con una distanza tra i tavoli di 2 metri e un massimo di 10 persone per tavolo. I ristoranti possono servire la cena ai clienti solo fino alle 23:00 e devono chiudere entro le 12:00, ma il servizio di asporto, pick-up e drive-through può ancora essere servito dopo le 12:00

Parrucchieri, barbieri, spa, saloni di bellezza e stabilimenti di body art sono aperti ma solo su appuntamento

Nuovo Bronzo:

Il New Brunswick è passato alla fase due del suo piano di riapertura, dopo aver raggiunto l’obiettivo di vaccinare il 20% delle persone di età pari o superiore a 65 anni con due dosi del vaccino COVID.

Il premier Blaine Higgs afferma che il cambiamento sblocca i viaggi senza dover mettere in quarantena tutte le regioni della Nuova Scozia dopo le aperture nell’Isola del Principe Edoardo, Terranova e Labrador.

I viaggiatori provenienti da altre parti del Canada che hanno ricevuto almeno una dose del vaccino COVID-19 saranno ammessi nella provincia senza bisogno di isolamento, mentre quelli che non hanno ricevuto il vaccino di isolamento e sono risultati negativi prima verranno rilasciati dalla quarantena.

Altre modifiche consentono a ristoranti, palestre e saloni di funzionare a pieno regime purché vengano mantenuti gli elenchi di contatti dei clienti.

Nella terza fase, la contea eliminerà tutte le restrizioni relative al COVID-19.

Isola del Principe Edoardo:

La contea ha consentito un aumento degli incontri di persona in modo che fino a 20 persone possano radunarsi all’interno e all’esterno. I ristoranti possono avere tavoli fino a 20 persone. Eventi speciali come matrimoni in cortile e anniversari fino a 50 persone ospitati da privati ​​sono consentiti con un piano operativo rivisto.

READ  Astronauti pronti per la passeggiata spaziale di venerdì: ecco come guardare

La contea prevede che il 18 luglio i requisiti per le maschere non mediche saranno allentati e saranno consentiti incontri organizzati ospitati da un’azienda o da un’altra organizzazione con gruppi fino a 200 persone all’aperto o 100 persone al chiuso.

Il 12 settembre, la contea prevede di allentare le misure di distanziamento fisico e di consentire alle riunioni personali e organizzate di procedere senza restrizioni.

Québec:

Tutto il Quebec è ora al livello di allerta più basso in base al piano di risposta COVID-19 della provincia poiché le restrizioni sulla salute pubblica continuano ad allentarsi.

Nove delle 17 regioni del Quebec, comprese le più grandi città della provincia e le aree circostanti, stanno passando dal giallo al verde nel sistema di livello di allerta pandemica a partire da oggi. Le altre aree della contea erano già al livello verde.

Molte delle restrizioni sulle aree verdi sono state allentate oggi, con un massimo di 20 persone che ora possono condividere un tavolo nei cortili del ristorante e del bar.

Le riunioni all’aperto su proprietà private ora possono includere fino a 20 persone. La capacità per matrimoni e funerali aumenta a 250 persone, ma i matrimoni saranno limitati a 25 persone all’interno e 50 persone all’esterno.

All’inizio di questo mese, la contea ha autorizzato la riapertura delle palestre e delle sale da pranzo dei ristoranti. Gli sport e le attività ricreative all’aperto supervisionati sono consentiti anche in gruppi fino a 25 persone.

Il 28 maggio il Quebec ha posto fine al coprifuoco notturno. Ha inoltre revocato il divieto di viaggio tra le regioni e aumentato a 3.500 il numero di persone autorizzate a partecipare a eventi sportivi e festival.

Ontario:

La contea consentirà concerti all’aperto, schermi cinematografici all’aperto e spettacoli di arti dello spettacolo a partire da mercoledì mentre passa alla fase successiva del suo piano di riapertura.

La capacità del pubblico sarà limitata al 25% dello spazio esterno o dell’area salotto, con gli organizzatori tenuti a porre chiaramente le restrizioni sulla capacità massima nello spazio esterno. Tutti i biglietti devono essere venduti come posti riservati.

Altre misure consentono inoltre ai musicisti di suonare in sale da concerto al coperto per un numero limitato di motivi.

Gli spettacoli in live streaming sono consentiti dopo che sono stati vietati dalla contea ad aprile. Tuttavia, gli spettacoli non possono ospitare spettatori.

I luoghi al chiuso possono condurre allenamenti della banda con una certa distanza e misure di sicurezza in atto.

Anche l’industria cinematografica e televisiva vedrà ridotte le sue restrizioni. In particolare, viene abolito il limite di 50 artisti in un gruppo, sebbene non sia ancora consentito il pubblico in studio.

La seconda fase di riapertura era originariamente prevista per il 2 luglio, ma la contea ha anticipato il piano di due giorni, affermando che i suoi obiettivi di vaccinazione COVID-19 erano stati raggiunti.

I cinema al coperto e i concerti pubblici con limitazioni di capacità non sono consentiti fino alla fase 3.

Manitoba:

I residenti di Manitoban possono tornare ai ristoranti, andare in chiesa e incontrare gruppi più numerosi mentre la contea avanza il primo passo del suo piano di riapertura prima del previsto.

READ  Uno sguardo ai vaccini COVID-19 in Canada venerdì 18 giugno 2021

Oltre il 71% della popolazione ammissibile ha ricevuto la prima dose del vaccino COVID-19 e quasi il 27% ha ricevuto una seconda dose. Ciò significa che alcune restrizioni sono state allentate prima del previsto.

La capacità di ristoranti e bar è limitata al 25% all’interno e al 50% nei patii. Parrucchieri, palestre e sport indoor possono riprendere le operazioni, ma con limitazioni di capacità. Parrucchieri, parrucchieri e barbieri sono disponibili solo su appuntamento.

Le riunioni all’aperto su proprietà private hanno un massimo di 10 persone e i gruppi nelle aree pubbliche sono limitati a 25.

Anche il numero di fedeli nelle funzioni religiose è stato limitato al massimo.

Le attività commerciali, come casinò e cinema, rimarranno chiuse. L’apertura è prevista nelle fasi successive del piano questa estate.

Saskatchewan:

Il Saskatchewan ha annunciato che rimuoverà tutti gli ordini di sanità pubblica a partire da domenica 11 luglio, inclusa la rimozione dell’ordine di occultamento obbligatorio in tutta la contea, nonché i limiti di capacità per gli eventi e le dimensioni dei raduni.

Il primo ministro Scott Mo afferma che la provincia sta procedendo con la piena attuazione della fase 3 della roadmap di riapertura perché il 70% della popolazione di età superiore ai 18 anni e il 69% di quelle di età superiore ai 12 anni hanno ricevuto la prima dose del vaccino .COVID-19.

Attualmente, i principali rivenditori devono ridurre la loro capacità del negozio al 25 percento, mentre altri rivenditori devono ridurre la loro capacità al 50 percento.

Ristoranti e bar dovrebbero mantenere una distanza di due metri tra i tavoli o erigere una barriera strutturale tra i tavoli se il distanziamento non è fattibile. I tavoli sono limitati a sei persone alla volta. Le sale da ballo e i buffet restano chiusi.

I luoghi di culto possono ospitare fino al 30 percento della loro capienza o fino a 150 persone, a seconda di quale sia il numero inferiore. Gli individui devono essere separati da due metri, a meno che non appartengano alla stessa famiglia allargata.

Un massimo di 30 persone possono partecipare alle riunioni presso le strutture per banchetti e conferenze, che includono matrimoni e funerali. Non sono ammessi cibi o bevande.

Al cinema è consentito un massimo di 30 persone, ma personale e clienti devono essere in grado di mantenere una distanza fisica di due metri. La stessa regola vale per il teatro dal vivo.

Alberta:

Sono consentite riunioni sociali all’aperto fino a 20 persone con una distanza adeguata.

Ricreazione, intrattenimento e altri spazi chiusi possono aprire a un terzo dell’occupazione del codice antincendio. I luoghi di culto possono essere aperti anche a una terza capienza e i ristoranti possono ospitare fino a sei persone per tavolo, al chiuso o all’aperto.

Le attività giovanili sono riprese con restrizioni e sono consentiti raduni pubblici all’aperto, come concerti e festival, con un massimo di 150 persone. L’ordine di lavoro da casa è stato revocato, ma è ancora consigliato.

Tutte le restanti restrizioni verranno revocate il 1° luglio.

Non ci saranno restrizioni su matrimoni o funerali o divieto di riunioni sociali al chiuso. Non ci saranno più restrizioni su palestre, attività sportive o fitness, e non ci saranno più restrizioni di capienza nei ristoranti, nei negozi al dettaglio o nei luoghi di culto.

READ  Xi si congratula con il primo sbarco cinese su Marte

Chiunque abbia un caso confermato di COVID-19 sarà comunque tenuto ad autoisolarsi e le misure di protezione potrebbero rimanere nei centri di assistenza continua.

I requisiti generali per le mascherine negli spazi interni pubblici scadranno, ma probabilmente le mascherine saranno ancora necessarie nei taxi, sui trasporti pubblici e nei viaggi condivisi.

British Columbia:

Sono consentiti raduni fino a 50 persone nelle sale per banchetti, cinema e spettacoli teatrali. Sono consentite lezioni di fitness ad alta intensità e i bar possono servire bevande alcoliche fino a mezzanotte.

Le riunioni religiose al chiuso sono consentite con un massimo di 50 persone o fino al 10% della capacità dell’edificio.

I viaggi di piacere sono consentiti all’interno della Columbia Britannica, ma la provincia chiede a coloro che intendono visitare da altre province di rinviare tali piani fino a quando più persone non riceveranno le vaccinazioni.

La contea testa ogni caso positivo di COVID-19 per variabili di preoccupazione e il test, il monitoraggio e la tracciabilità per ogni caso rimangono una priorità.

Restano in vigore le regole per le mascherine e il distanziamento fisico.

Nunavut:

Gli ordini di sanità pubblica che influiscono su ciò che è consentito aprire variano a seconda della comunità.

A Iqaluit, il viaggio verso la comunità è limitato ai residenti, ai funzionari medici e agli operatori di terapia intensiva, nonché a coloro che hanno l’autorizzazione per ottenere un’esenzione compassionevole. Le riunioni all’aperto sono limitate a 25 persone, mentre le riunioni al chiuso sono limitate a una famiglia più cinque persone.

Nel frattempo, a Kinngait e Rankin Inlet, le riunioni all’aperto sono limitate a 100 persone e le riunioni al chiuso sono limitate alle famiglie più 15 persone. Ristoranti e bar possono aprire per la normale attività al 50 per cento della capacità e deve esserci una distanza di due metri tra i tavoli, con non più di sei persone sedute o attorno a ciascun tavolo.

Territori del Nordovest:

Fino a 25 persone sono ammesse nelle attività che seguono il piano COVID-19 approvato. Le famiglie possono ospitare fino a 10 persone con un massimo di cinque ospiti da un’altra casa.

I viaggi non essenziali al di fuori del Territorio non sono raccomandati, né i viaggi di piacere nel Territorio.

L’area non ha più bisogno di indossare maschere in pubblico a Yellowknife e in altre tre comunità.

È ancora una buona idea indossare una maschera in casa quando c’è folla, scarsa ventilazione, urla o canti, afferma il capo dell’ufficiale sanitario pubblico, il dott. Kami Kandola.

Yukon:

Bar e ristoranti possono funzionare a pieno regime con restrizioni, mentre le bolle sociali sono aumentate a 20 persone. Gli incontri sociali all’interno di un massimo di 20 persone sono consentiti con il distanziamento fisico, mentre fino a 100 persone possono radunarsi all’aperto. Le riunioni organizzate, come feste o matrimoni, fino a 200 persone sono consentite con una distanza fisica.

I campi e i programmi ricreativi possono portare 20 partecipanti al chiuso con il distanziamento fisico e indossando maschere; e 100 partecipanti all’aperto con distanze fisiche. Palestre e centri ricreativi possono lavorare con un massimo di 200 persone a distanza fisica.

Questo rapporto è stato pubblicato per la prima volta da The Canadian Press il 29 giugno 2021.