Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Un pianeta simile a Nettuno con un’atmosfera densa e forse una coda

Un disegno artistico di TOI-1231 b, un pianeta simile a Nettuno a circa 90 anni luce dalla Terra. NASA/JPL-Caltech

Scoprire pianeti al di fuori del nostro sistema solare è una cosa – abbiamo scoperto finora più di 4.000 esopianeti – ma scoprire se sono abitabili o se possono avere un’atmosfera è un’altra. Ecco perché è così eccitante che i ricercatori scoprano un file Un esopianeta con una grande atmosfera, come ha fatto di recente un gruppo del Jet Propulsion Laboratory della NASA e dell’Università del New Mexico.

TOI-1231 b è leggermente più piccolo di Nettuno e orbita attorno a un tipo comune di stella chiamata nana rossa. Utilizzando strumenti tra cui il Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS) e il Planet Finder Spectrograph (PFS) presso l’Osservatorio di Las Campanas in Cile, i ricercatori sono stati in grado di dedurre informazioni sulle dimensioni e le caratteristiche del pianeta.

“Lavorando con un gruppo di illustri astronomi sparsi in tutto il mondo, siamo stati in grado di raccogliere i dati necessari per caratterizzare la stella ospite e misurare il raggio e la massa del pianeta”, Egli ha detto L’autrice principale Jennifer Burt del Jet Propulsion Laboratory della NASA. “Questi valori, a loro volta, ci hanno permesso di calcolare la densità apparente del pianeta e assumere di cosa è fatto il pianeta. TOI-1231 b è molto simile per dimensioni e densità a Nettuno, quindi crediamo che abbia un’atmosfera gassosa altrettanto grande .”

Una caratteristica interessante di questo pianeta è che è relativamente freddo, con una temperatura di 330 K (140 gradi Fahrenheit), il che significa che la sua atmosfera può contenere nuvole d’acqua. “TOI-1231 b è uno dei pochi altri pianeti che conosciamo nella stessa dimensione e intervallo di temperatura, quindi le osservazioni future di questo nuovo pianeta ci consentiranno di determinare come si formano le nuvole d’acqua comuni (o rare) attorno a questi pianeti”, ha affermato. Burt.

READ  L'evento "May Fourth" con sede a Vancouver ispira la scienza e gli interessi spaziali

I ricercatori hanno concluso che lì c’è un’atmosfera a causa della bassa densità del pianeta. La bassa densità di TOI-1231b indica che è circondato da una forte atmosfera piuttosto che da un pianeta roccioso. Ma la composizione e l’estensione di questa atmosfera sono sconosciute! “TOI-1231 b potrebbe avere una grande atmosfera di idrogeno o idrogeno ed elio, o un’atmosfera di vapore acqueo più densa”, ha affermato la coautrice Diana Dragomir.

Ciò significa anche che un pianeta potrebbe avere una strana proprietà: una coda. per me NASAA causa della velocità con cui il sistema stellare si sta allontanando dalla Terra, potrebbe essere possibile vedere l’idrogeno perdersi dall’atmosfera del pianeta e formare una coda nello spazio che può essere rilevata da strumenti come Hubble.

Inoltre, questo pianeta fornisce un utile punto di riferimento per comprendere i pianeti del nostro sistema solare. La maggior parte dei pianeti scoperti con gli strumenti attuali tendono ad essere più caldi, quindi questo affascinante pianeta è un utile contrasto.

“Una delle scoperte più interessanti negli ultimi due decenni della scienza degli esopianeti è che, finora, nessuno dei nuovi sistemi planetari che abbiamo scoperto assomiglia al nostro sistema solare”, ha detto Burt. “È pieno di pianeti tra le dimensioni della Terra e Nettuno su orbite molto più brevi di Mercurio, quindi non abbiamo esempi locali con cui confrontarlo. Questo nuovo pianeta che abbiamo scoperto è ancora strano, ma è un passo avanti verso essendo in qualche modo come i nostri pianeti vicini. I pianeti in transito scoperti finora, che spesso hanno temperature estreme di diverse centinaia o migliaia di gradi, TOI-1231 b sono decisamente gelidi.

READ  Covid UK News Live: l'alternativa indiana posa 'Grande pericolo per l'Europa'

Il le scoperte Sarà pubblicato sull’Astronomical Journal.

Raccomandazioni della redazione