Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Twitter cerca nuovi strumenti anti-abuso per dare agli utenti un maggiore controllo sulle menzioni – TechCrunch

Twitter sta cercando di aggiungere nuove funzionalità che possano aiutare gli utenti che incontrano situazioni abusive sulla sua piattaforma a causa dell’accumulo di attenzione indesiderata, come quando un tweet diventa virale per un motivo che non si aspettavano e un tubo pieno dal contatore. I tweet sono stati spazzati via.

L’abuso razziale rimane un grosso problema su Twitter.

Il gigante dei social media afferma che sta giocando a fornire agli utenti maggiori controlli sulla funzione di menzione per aiutare le persone a “controllare l’attenzione indesiderata”, come ha affermato l’ingegnere della privacy Dominic Camusi.

Il problema è che il sistema di notifica di Twitter avviserà l’utente quando viene taggato direttamente in un tweet, attirando la sua attenzione sui contenuti. Questo è fantastico se il tweet è carino o divertente. Ma se i contenuti sono offensivi, è una scorciatoia per estendere il cyberbullismo dell’odio.

Twitter ha ottenuto distintivi per le sue ultime idee anti-abuso come “concetti iniziali” e incoraggia gli utenti a inviare feedback mentre considera i cambiamenti che potrebbe apportare.

Le potenziali funzionalità che sta prendendo in considerazione includono la possibilità per gli utenti di “annullarsi” da soli, rimuovendo il proprio nome da un altro Tweet in modo che non vengano segnalati al suo interno (e nessuna conversazione in corso al riguardo continuerà a comparire nel loro feed di menzioni).

Sta inoltre valutando di rendere più solida l’azione di rimozione del tag nei casi in cui menziona un account che l’utente non segue, fornendo un avviso speciale per “evidenziare potenziali situazioni indesiderate”.

Se l’utente va avanti e si unisce da solo, Twitter prevede di rimuovere la capacità dell’autore del tweet di taggarli di nuovo in futuro, il che sembra potrebbe essere uno strumento potente Contro gli estranei che abusano delle menzioni @.

Twitter sta anche valutando l’aggiunta di impostazioni che consentirebbero agli utenti di limitare l’intera citazione di determinati account. Che sembrava essere molto utile quando il presidente Trump era sul podio (supponendo che l’installazione potesse essere pubblicata contro personaggi pubblici)

READ  I 10 migliori telefoni di tendenza della settimana 21

Twitter dice anche che sta cercando di aggiungere un interruttore che può essere capovolto per prevenirlo chiunque sulla piattaforma da @ -ing you – per un giorno; Tre giorni; o sette giorni. Quindi fondamentalmente metti “Pace e calma completa”.

Dice che vuole apportare modifiche in quest’area che possono lavorare insieme per aiutare gli utenti impedendo che la “situazione si aggravi ulteriormente” – come fornire agli utenti notifiche quando ricevono troppe menzioni, insieme alla possibilità di rivedere facilmente i rispettivi tweet e modificare le proprie impostazioni per proteggersi (ad esempio bloccando tutti i segnali per un giorno o più).

Il noto problema degli eserciti di troll online che coordinano gli attacchi contro gli utenti di Twitter significa che possono compiere sforzi sproporzionati verso l’obiettivo del mucchio di odio per proteggersi dall’essere maltrattati da troppi estranei.

Il blocco individuale di account offensivi o la disattivazione di determinati tweet non si estende ai casi in cui centinaia, o addirittura migliaia, di account e tweet potrebbero essere coinvolti nell’abuso mirato.

Per ora, resta da vedere se Twitter andrà avanti e implementerà le esatte funzionalità che mostra tramite il thread Camozzi.

Una portavoce di Twitter ha confermato che i concetti sono “una simulazione di progettazione” e “ancora nelle prime fasi di progettazione e ricerca”. Ma ha aggiunto: “Siamo entusiasti del feedback della community anche in questa fase iniziale”.

L’azienda dovrà valutare se le funzionalità proposte possono introdurre complicazioni più ampie al servizio. (ad es. cosa accadrà ai tweet programmati automaticamente che includono l’handle Twitter di qualcuno che quindi capovolge l’impostazione “Blocca tutte le menzioni”; ciò impedisce al tweet di uscire completamente o semplicemente di essere pubblicato su Twitter ma senza il tag relativo alla persona , forse privo di contesto primario?)

Tuttavia, questi sono piccoli dettagli, ed è molto positivo che Twitter stia cercando modi per estendere l’utilità degli strumenti che gli utenti possono utilizzare per proteggersi dagli abusi, vale a dire, al di là delle funzionalità esistenti e ancora abbastanza esplicite per combattere gli abusi ( come blocco, Disattiva audio e segnala un tweet).

READ  La ricerca afferma che Apple iPhone e Mac hanno problemi di privacy con AirDrop

Gli attacchi di phishing coordinati sono stati a lungo una “caratteristica” indesiderata della piattaforma Twitter e la società è stata spesso criticata per non aver fatto abbastanza per prevenire molestie e abusi.

Il semplice fatto che Twitter sia ancora alla ricerca di modi per fornire agli utenti strumenti migliori per prevenire l’accumulo di odio – qui a metà del 2021 – è una tacita ammissione del suo più ampio fallimento nell’eliminare i tossicodipendenti dalla sua piattaforma. nonostante Chiamate frequenti per lavorare.

Cerca su Google “* Lascia Twitter dopo aver offesoRicorda numerosi esempi di utenti di Twitter di alto profilo che lasciano la piattaforma dopo essersi sentiti incapaci di affrontare ondate di abusi, molti solo quest’anno (tra cui un certo numero di calciatori presi di mira da tweet razzisti).

Altri esempi risalgono a prima del 2013, sottolineando come Twitter abbia ripetutamente omesso di affrontare il problema degli abusi, lasciando gli utenti a soffrire per mano dei troll per più di un decennio (o, beh, a interrompere del tutto il servizio).

Uno dei registi più importanti di recente è stata la modella Chrissy Teigen – utente di Twitter di lunga data, che ha trascorso dieci anni in passerella – ma da Ha staccato la spina al suo account a marzoNei suoi tweet recenti, ha scritto che era “gravemente ferita” e che la piattaforma “non mi serve più positivamente perché mi serve negativamente”.

Un certo numero di calciatori britannici ha anche fatto una campagna contro il razzismo sui social media quest’anno – Distretto dei servizi regolatori Per intensificare la pressione su aziende come Twitter affinché si occupino di abusi razzisti.

Sebbene i personaggi pubblici che utilizzano i social media possano avere maggiori probabilità di incontrare livelli più elevati di phishing abusivo online rispetto ad altri tipi di utenti, non è un problema limitato agli utenti con un profilo pubblico. L’abuso razziale, ad esempio, è ancora un problema comune su Twitter. Gli esempi di celebrità che hanno smesso di fumare a causa di abusi apparsi tramite Google sono sicuramente solo la punta dell’iceberg.

READ  Stonefly sarà lanciato ufficialmente a giugno

Inutile dire che è terribile per il business di Twitter se gli utenti molto coinvolti si sentono costretti ad abbandonare il servizio per la disperazione.

L’azienda sa di avere un problema. Per quanto riguarda 2018 Sta cercando modi per miglioraresalute della conversazioneSulla sua piattaforma – così come di recente, espandere le sue politiche E il Obbligatorio A proposito di tweet odiosi e offensivi.

Anche lei ha Aggiungi un po’ di attrito strategico Per cercare di convincere gli utenti a essere più premurosi e a togliere un po’ dell’eccitazione dai cicli di rabbia, come incoraggiare gli utenti a leggere un articolo subito prima di ritwittarlo.

Forse ancora più importante, ha vietato alcuni dei suoi notevoli trasgressori dei suoi servizi, tra cui, infine, Presidente troll Trump stesso all’inizio di quest’anno.

numero di altri Troll famigerati era anche Pavimentazione negli anni, anche se di solito questo viene fatto solo dopo che Twitter ha permesso loro di continuare Coordinamento dell’abuso di altri attraverso il suo servizioNon riuscire a implementare prontamente e in modo aggressivo le sue politiche contro il comportamento odioso – permettendo ai troll di scivolare via dal vedere fino a che punto possono spingere la loro fortuna – fino alla fine.

Non riuscendo a ottenere un trattamento adeguato per l’uso abusivo della sua piattaforma per così tanto tempo, Twitter ha creato un’eredità tossica di cattiva gestione, che continua ad attirare l’attenzione indesiderata di utenti di alto profilo che altrimenti potrebbero essere ambasciatori chiave per i suoi servizi.