Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Tre arrestati in un incidente con la funivia in Italia

I soccorritori stanno cercando indizi nel relitto della funivia dopo che è crollata vicino alla sommità della linea Stresa Mottaroni in Piemonte, nel nord Italia, il 26 maggio 2021.

Luca Bruno / Associated Press

Mercoledì la polizia ha arrestato tre persone nel disastro della funivia che ha causato 14 vittime nel nord Italia, dicendo che i lavoratori avevano bloccato il freno di emergenza per disattivarlo come un patchwork, impedendo ai freni di innestarsi quando il cavo di piombo si è rotto.

La rivelazione, ottenuta durante l’interrogatorio della polizia dei sospetti durante la notte, ha trasformato in rabbia l’orrore del disastro di domenica, dato che la tragedia sembrava essere stata del tutto evitata.

La Procura Olimpia Bossi ha ipotizzato che gli operatori della funicolare turistica, riaperta dopo il blocco del COVID-19 in inverno, utilizzassero la pinza dotata di pattino per evitare di dover spegnere la gravità per effettuare riparazioni più complete e “drastiche” che sono state necessario.

La storia continua sotto l’annuncio

Bossi ha detto ai giornalisti di Verbania: “Abbiamo arrestato tre persone che sono state trovate direttamente coinvolte in un fatto concreto: il meccanismo del freno di emergenza della cabina caduta sulla pista Moutaroni è stato manomesso”, aggiungendo che la gravità del disastro ha reso necessaria la loro detenzione. .

Bossi ha detto che non è ancora chiaro cosa abbia causato la rottura del cavo principale o se fosse correlato al problema del freno. Ma ha detto che la disattivazione deliberata dei freni, che è stata eseguita più volte nelle ultime settimane a causa di un problema in corso, ha impedito ai freni di svolgere il loro lavoro.

READ  Polizia: 2 sospetti arrestati in un incendio a Los Angeles

Dopo che il cavo principale si è rotto domenica, la cabina è scivolata lungo la linea fino a quando non ha colpito il pilone e si è staccata completamente. Si schiantò a terra e rotolò giù per il fianco della montagna finché non atterrò su alcuni alberi. Ha ucciso 14 persone. L’unico sopravvissuto, un bambino di 5 anni, è ancora in ospedale.

Il tenente colonnello Alberto Ciccani, carabinieri, ha detto che almeno una delle tre persone interrogate durante la notte aveva confessato l’accaduto. Ha detto che il morsetto a forma di forcella era stato posizionato sul freno di emergenza per disattivarlo perché i freni erano automatici e impedivano il funzionamento della funicolare.

La linea della funivia ha riaperto dalla chiusura il 26 aprile e portava gli spettatori sulla vetta del Mutaron affacciata sul Lago Maggiore nella prima domenica di sole da allora. Cicognani, citando le informazioni ottenute dagli stessi sospettati, ha detto che la pinza munita di jerry era ancora in posizione sui freni domenica mattina.

“A causa di un malfunzionamento, i freni hanno continuato a inserirsi anche quando non dovevano”, ha detto Cicognani a Sky Tg24. “Per evitare che la cabina venga fermata durante il trasporto dei passeggeri, hanno scelto di non rimuovere il precipitatore che blocca il freno di emergenza”.

“In questo modo, i freni non potevano funzionare, e questo ha portato al fatto che quando il cavo si è rotto, la cabina è caduta all’indietro”, ha detto.

La storia continua sotto l’annuncio

Sky e l’agenzia di stampa La Presse hanno individuato i tre arrestati: il proprietario della funivia, il gestore dell’ascensore e il responsabile del servizio.

READ  Il 30% dei giovani tra i 18 ei 29 anni afferma che Trump è stato il `` peggior presidente di sempre ''

Bossi, procuratore di Verbania che guida le indagini, ha detto che la disabilitazione dei freni è stata chiaramente concepita come una misura per colmare il divario per consentire alla funicolare di continuare a funzionare. Ha detto ai giornalisti che gli investigatori ritengono che la questione sia stata risolta “con la piena consapevolezza” dei proprietari della compagnia di funivie.

Le cronache riportano che il sindaco di Stresa Marcella Severino ha affermato che si tratta di uno sviluppo, mentre la città di Stresa ai piedi del Mutaroni si stava ancora riprendendo dallo shock del disastro di domenica.

L’indagine è ancora in corso, ma Serena Cosentino, sindaco della città natale di una delle vittime, ha annunciato che il Comune avrebbe intrapreso un’azione legale contro i responsabili. Il sindaco ha detto che la città di Diamonte, nel sud della Calabria, si presenterà come parte lesa nella parte civile di ogni possibile processo.

“La notizia, purtroppo, mostra un quadro generale della responsabilità e del senso di colpa trascurati”, ha detto in una nota il sindaco Ernesto Majorno.

Gli sviluppi dell’indagine sono arrivati ​​quando i medici dell’Ospedale pediatrico Regina Margarita di Torino hanno riferito che l’unico sopravvissuto al disastro, Eitan Beran, 5 anni, ha iniziato ad aprire gli occhi dopo averlo gradualmente rimosso dall’anestesia.

La storia continua sotto l’annuncio

Biran ha subito fratture ossee multiple nell’incidente, uccidendo i suoi genitori, il fratello minore e i nonni. Una zia non era sulla funivia con lui in ospedale.

La famiglia israeliana viveva in Italia e mercoledì, i membri della comunità ebraica della zona hanno partecipato a una cerimonia di preghiera per le vittime prima che i loro resti fossero trasferiti in Israele per la sepoltura.

READ  Terza tempesta di sabbia a Pechino in cinque settimane | Cina

Tre persone sono state arrestate in un incidente con la funivia il 23 maggio nel nord Italia, che ha ucciso 14 persone e lasciato vivo un bambino di cinque anni. La polizia ha detto che i freni di emergenza erano difettosi. Rapporti di Lucy Felder. Reuters

Le newsletter degli aggiornamenti mattutini e degli aggiornamenti serali sono state scritte dalla redazione di Globe, dandovi un breve riassunto dei principali titoli della giornata. Registrati oggi.