Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

“Spacebok” è un robot a quattro zampe destinato a essere il primo veicolo a motore a viaggiare su Marte

Un piccolo robot a quattro zampe chiamato SpaceBok è destinato a essere la prima macchina alimentata a viaggiare sulla superficie di Marte.

Altri veicoli itineranti sul Pianeta Rosso, come Perseverance e Curiosity della NASA, sfoggiano ruote giganti che limitano la possibilità di viaggiare.

Tuttavia, le quattro gambe dello SpaceBok gli permetteranno di arrampicarsi su terreni accidentati e possibilmente cercare segni di vita che nessuno potrebbe aver notato.

Il robot è stato inizialmente sviluppato per vagare sulla luna ed è stato programmato per saltare piuttosto che camminare, ma i creatori di SpaceBok lo hanno ridisegnato per affrontare Marte.

Scorri verso il basso per il video

Il piccolo robot a quattro zampe chiamato SpaceBok sarà la prima macchina alimentata a camminare sulla superficie di Marte

Non è chiaro quando SpaceBok si avventurerà su Marte, ma DailyMail.com ha contattato i ricercatori per ulteriori informazioni.

SpaceBok nasce da un’idea di un team di scienziati dell’ETH di Zurigo in Svizzera e del Max Planck Institute in Germania, che lo hanno progettato nel 2018 per imitare i movimenti dell’antilope Springbok.

Ora la squadra sembra guardare più lontano nello spazio e ha modificato le gambe e l’andatura del robot per aiutarlo a sopportare paesaggi più insidiosi. cablata rapporti.

Le modifiche hanno eliminato il gradino a molla SpaceBok, che è stato sostituito da movimenti fissi di ciascuna gamba.

“Volevamo dimostrare che questi sistemi che operano in modo dinamico al giorno d’oggi, possono effettivamente camminare sulle sabbie di Marte”, ha detto a Wired Hendrik Colfenbach, scienziato di robotica all’ETH di Zurigo.

SpaceBok è stato recentemente testato in una grande arena simile a una sandbox piena di massi che imitano il suolo marziano.  Il robot è stato testato con diverse andature, insieme a piccoli piedi simili a zoccoli e piedi piatti e rotondi con tacchetti per una maggiore stabilità.

SpaceBok è stato recentemente testato in una grande arena simile a una sandbox piena di massi che imitano il suolo marziano. Il robot è stato testato con diverse andature, insieme a piccoli piedi simili a zoccoli e piedi piatti e rotondi con tacchetti per una maggiore stabilità.

“Questa è una tecnologia che ha un grande potenziale ora in futuro”.

SpaceBok è stato recentemente testato in una grande arena simile a una sandbox all’interno di un ambiente di laboratorio pieno di massi che imitano il suolo marziano.

Il robot è stato testato con diverse andature, insieme a piccoli piedi simili a zoccoli e piedi piatti e rotondi con tacchetti per una maggiore stabilità.

Entrambi i design hanno permesso a SpaceBok di mantenere un punto d’appoggio stabile su una pendenza di 25 gradi. S

I ricercatori hanno anche dotato SpaceBok di un algoritmo che monitora l’utilizzo di energia e determina il percorso più efficiente da intraprendere in base alla quantità di energia del robot.

Ad esempio, mentre viaggiava in salita su un terreno simulato di Marte, il robot ha iniziato a vagare mentre si arrampicava, piuttosto che camminare su un percorso rettilineo: questo richiedeva più potenza di SpaceBok a quel tempo.

SpaceBok ha un algoritmo che monitora l'utilizzo di energia, che determina il percorso più efficiente da intraprendere a seconda di quanta energia ha il robot.

SpaceBok ha un algoritmo che monitora l’utilizzo di energia, che determina il percorso più efficiente da intraprendere a seconda di quanta energia ha il robot.

Il rover Perseverance (nella foto e l'elicottero Creativity) della NASA e il rover Curiosity, insieme al rover Zurong della Cina, stanno attualmente esplorando Marte.

Il rover Perseverance (nella foto e l’elicottero Creativity) della NASA e il rover Curiosity, insieme al rover Zurong della Cina, stanno attualmente esplorando Marte.

Nel loro articolo pubblicato sul server di prestampa arXivI ricercatori hanno dimostrato che SpaceBok è in grado di scalare un pendio marziano simulato senza cadere, perché un evento del genere metterebbe fine all’intera missione.

READ  Il New Brunswick festeggia sette giorni senza un solo nuovo caso di COVID-19 - New Brunswick

L’uso delle gambe al posto delle ruote potrebbe evitare un incidente di Opportunity quasi fatale nel 2006, quando è rimasto bloccato nella sabbia per cinque settimane.

La peggiore situazione possibile si è verificata nel 2009 quando il rover Spirit della NASA è rimasto bloccato in depositi di sabbia eolica e non è stato in grado di riprendersi, finendo alla fine la missione.

Secondo lo studio, questi esperimenti offrono nuove strade per “strategie di pianificazione della traiettoria globale sicure ed efficienti dal punto di vista energetico per raggiungere il terreno ripido su Marte”.

La sonda spaziale Perseverance and Curiosity della NASA, insieme al rover Jurong cinese, stanno attualmente esplorando Marte.

Tuttavia, i tre veicoli sono dotati di ruote enormi come mezzo per aggirare paesaggi polverosi, limitando la loro capacità di esplorare determinate aree e incapaci di superare facilmente gli ostacoli.

I robot con le gambe potrebbero non sostituire i robot su ruote nello spazio, afferma Nygard, ma possono certamente dare un contributo prezioso e svolgere un ruolo importante in una squadra.