Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Raffaella Cara, star della tv italiana, muore a 78

La signora Cara parlava correntemente l’inglese, il che la aiutò a passare a un tipo di televisione più serio nel 1983, quando la RAI avviò un innovativo programma all’ora di pranzo, “Pronto, Raffaella?” , in cui intervista personalità di fama mondiale come Madre Teresa e Henry Kissinger, traduce simultaneamente i loro commenti.

La sua fama raggiunse gli Stati Uniti e nel 1986 È apparsa in “Late Night With David Letterman”. Dopo che il signor Letterman l’ha chiamata “Johnny Carson e Ed Sullivan dall’Italia”, la signora Cara ha interrotto il suo interrogatorio per suggerire che fossero due uomini. Ha detto che a volte è stata paragonata ad Ann-Margret e Barbara Walters, ma ha aggiunto: “Sono solo io, Raffaella Carrà”.

È stata persino responsabile dell’aggiunta della parola ai dizionari italiani. Dal 1995 al 2009 ha presentato “Karamba! Che Sorpresa” (“Carramba! Che sorpresa”), un programma di grande successo in cui riunisce persone con parenti o amici perduti da tempo. Il termine “carrambata” è entrato nella lingua italiana per significare un incontro inaspettato con qualcuno che non c’è più.

La signora Cara ha anche avuto uno show televisivo nel 2004 in cui ha aiutato a ottenere l’adozione. Una sua foto circondata da bambini è stata posta accanto alla sua bara mentre giaceva in stato presso il municipio di Roma per un addio pubblico.

Raffaella Roberta Pelloni è nata il 18 giugno 1943 a Bellaria, cittadina a sud di Ravenna, sulla costa adriatica. Sua madre, Iris Dell’Utri, gestiva la gelateria di famiglia e si separò dal padre quando la signora Cara aveva tre anni.

Una volta disse: “Ho imparato molto giovane a fare a meno degli uomini”.

READ  Il calcio italiano di Serie C è disponibile in tutto il mondo su 196 piattaforme sportive

È cresciuta a Bologna, dove ha iniziato a prendere lezioni di danza classica all’età di otto anni. Si è trasferita a Roma all’età di diciotto anni per frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia in Italia, e ha avuto alcuni piccoli ruoli in film italiani prima di essere scritturata in “Fon”. Ryan espresso.