Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Questi due giovani amici di Montreal sono morti nel crollo di un appartamento in Florida. Ma solo 1 è stato trovato

Il viaggio in Florida doveva essere un’ultima vacanza insieme per le migliori amiche Michelle Bazos, 23 anni, e Anastasia Gromova, 24 anni, prima che Gromova partisse per il Giappone per insegnare inglese.

Le giovani donne – che si sono incontrate nel loro terzo anno di studio alla McGill University di Montreal, dove hanno conseguito la laurea – stavano nel condominio del padre di Buzos a Surfside, in Florida, quando improvvisamente è collassato il 24 giugno.

Come ingegnere, ha detto Elena Pazos, dal momento in cui ha visto le foto del relitto delle South Champlain Towers, sapeva che sua figlia probabilmente non sarebbe sopravvissuta.

“Quando ho visto la pila che era rimasta lì, non c’era nessuna struttura… sapevo praticamente che all’epoca era davvero brutta”, ha detto.

“Ecco perché non volevo più guardare.”

La torre di 12 piani vicino a Miami ha ucciso 97 persone quando è parzialmente crollata. Le autorità affermano che gli sforzi di salvataggio e salvataggio hanno richiesto la rimozione di oltre 12.000 tonnellate di detriti e cemento, mentre le squadre di ricerca continuano a identificare i morti.

Finora, la polizia di Miami-Dade ha identificato 95 vittime, secondo i funzionari della contea.

Secondo Global Affairs Canada, il marito separato di Pazos, Miguel Pazos, 55 anni, e la loro figlia, Michelle Pazos, sono state la seconda e la terza vittima canadesi identificate nel crollo dell’appartamento. I loro corpi sono stati recuperati tre settimane dopo.

Pazos dice che ricorderà sua figlia come una persona felice.

“Michelle è stata la luce del sole nella mia vita”, ha detto sua madre. “Lei era tutto per me.”

READ  Coronavirus: cosa sta succedendo martedì in Canada e nel mondo
Michelle Anna Bazos, 23 anni, è morta in un crollo condominiale a Surfside, in Florida. (Fornito da Elena Bazos)

Bazzos dice che mentre era devastata dall’improvvisa perdita di sua figlia, conoscere il suo corpo era il suo unico conforto.

“Ero felice”, ha detto Bazos. “So che è orribile [to say] …ma quando affronti quel calvario per far ritrovare i tuoi cari, alla fine, speri di sentire che sono stati trovati.

“La linea di fondo è che hai perso i tuoi cari e non li rivedrai mai più”.

Sto cercando la conclusione

Sergey Gromov e Larisa Gromova si sono recati in Florida da Toronto il 27 giugno dopo aver sentito parlare della loro figlia e della sua amica.

“Hanno passato molto tempo insieme… la pensano allo stesso modo”, ha detto Larisa Gromova. “Si sono aiutati a vicenda a prendere decisioni valide nella vita.”

La coppia afferma di aver fatto i conti con la possibile morte della figlia, ma ha bisogno di rivelare la sua identità in modo da poter trovare una soluzione.

“Speriamo che recuperino almeno qualcosa”, ha detto Gromov. “Altrimenti, sai, insopportabile.”

I resti di Anastasia Gromova non sono stati trovati. (Fornito da Larisa Gromova)

L’ultima volta che Larisa Gromova ha sentito sua figlia è stato tramite SMS, poiché spesso inviava aggiornamenti sui suoi viaggi.

“Quando guardi i nostri messaggi WhatsApp, l’ultima cosa [Anastasia sent] Era “ti amo”. Lei disse.

È passato quasi un mese dal crollo e Gromov afferma di comprendere che i soccorritori non troveranno Anastasia “in qualunque momento presto”.

Dato il clima umido della Florida, i resti umani si stanno rapidamente deteriorando e gli investigatori gli hanno detto che il test del DNA richiederà tempo.

Gromov dice che la vita di sua figlia era vibrante prima di essere interrotta.

“Era molto intelligente”, ha detto. “Era la più forte della nostra famiglia, e ora lo capisco”. “Era molto intelligente. Non ha perso tempo. Ha usato ogni possibilità della sua vita per viaggiare, conoscere alcuni posti, incontrare amici, incontrare persone”.

In una dichiarazione, ha affermato un portavoce di Global Affairs Canada, il Canada invia le sue più sentite condoglianze e fornisce sostegno diretto alle famiglie dei defunti.