Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Perché il pilota islandese della settimana lavorativa di 4 giorni è stato un “successo strepitoso”

Le persone che lavorano meno ore alla settimana non sono solo più felici, ma anche più produttive nel loro lavoro secondo un programma pilota su larga scala in Islanda.

Tra il 2015 e il 2019, il consiglio comunale di Reykjavik e il governo federale islandese hanno collaborato con i sindacati per testare i pro e i contro di una settimana lavorativa di quattro giorni.

Circa 2.500 lavoratori – più dell’uno per cento della forza lavoro del paese – lavoravano tra le 35 e le 36 ore settimanali, rispetto allo Standard 40, senza tagli salariali.

“I risultati sono molto positivi. I lavoratori di tutti i tipi di settori del settore pubblico sono incredibilmente soddisfatti del loro equilibrio tra lavoro e vita privata, trascorrono più tempo con le loro famiglie, svolgono attività più extracurriculari – cose come andare in bicicletta, dedicarsi a nuovi hobby, ecc. ” ha detto il ricercatore Will Strong come succede Ospite ospite Duncan McCoy.

“È stato un successo strepitoso, come puoi immaginare… dal punto di vista dei lavoratori, ma anche dal punto di vista dei datori di lavoro”.

ascolta | Vantaggi di una settimana lavorativa di quattro giorni:

6:34Il pilota islandese della settimana lavorativa di 4 giorni ha ridotto lo stress e aumentato la produttività

Strong è co-direttore dell’Autonomy Research Centre del Regno Unito, che ha raccolto dati sullo studio insieme alla Iceland Society for Sustainable Democracy.

I partecipanti provenivano da una varietà di luoghi di lavoro, inclusi uffici, ospedali, asili nido e servizi sociali. Chi lavora di solito dalle 9 alle 17, dal lunedì al venerdì, ha quattro giorni a settimana. Altri che hanno lavorato nel sistema dei turni hanno visto che le loro ore di lavoro sono state ridotte in altri modi.

READ  Il giudice ordina al Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti di rilasciare il mandato di ostruzione di Trump Russia - National

Ma su tutta la linea, i risultati sono stati gli stessi.

In un rapporto congiuntoAutonomy e l’associazione hanno scoperto che i dipendenti hanno dimostrato “un maggiore benessere, un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata e un migliore spirito collaborativo sul posto di lavoro, il tutto mantenendo gli attuali standard di prestazioni e produttività”.

“La cosa più meravigliosa a mio avviso, la cosa che penso sia probabilmente la più incoraggiante, è la quantità di tempo che le persone trascorrono con le loro famiglie, il modo in cui possono riconnettersi con le loro famiglie”, ha detto Strong.

Avevano più energia sul lavoro e in realtà si divertivano un po’ di più.Will Strong, condirettore del Centro di ricerca sull’autonomia

Anche se non sorprende che le persone siano più felici quando lavorano di meno, Strong ha affermato che anche i datori di lavoro sono felici.

Nel migliore dei casi, dice, i manager segnalano un aumento della produttività. Nel peggiore dei casi, la produttività è rimasta stabile. Inoltre, l’esperimento non ha avuto alcun effetto sui guadagni del datore di lavoro.

Will Strong è co-direttore del think tank britannico Autonomy. La sua organizzazione ha collaborato con ricercatori islandesi per analizzare il programma pilota per una settimana lavorativa di quattro giorni in Islanda. (Fornito da Will Strong)

Stronge afferma che ciò è dovuto al fatto che i dipendenti avevano meno probabilità di sperimentare stress, ansia, depressione e esaurimento sul posto di lavoro. Di conseguenza, hanno lavorato di più e hanno avuto meno giorni di malattia.

“Hanno avuto più energia sul lavoro e in realtà si sono divertiti un po’ di più”, ha detto. “Il che sembra molto roseo, ma questo è ciò che viene fuori da molte di queste esperienze, è che le persone si sentono effettivamente più legate al lavoro. In un certo senso, si sentono ricompensate dal fatto di avere più tempo”.

I risultati islandesi sono alla pari con altri studi simili in tutto il mondo. Microsoft Japan ha provato una settimana lavorativa di quattro giorni nel 2019 e Ha riportato un aumento del 40% della produttività. Una società neozelandese chiamata Trasformazione permanente del tutore in modo permanente a quattro giorni alla settimana nel 2018 dopo che le sue prove hanno visto un aumento del 20% della produttività.

Impiegati comunali a Guysborough, NSE il Esegui un programma pilota per quattro giorni alla settimana nel 2020 E l’hanno trovata un’esperienza positiva, hmm Ha votato ad aprile per mantenere la politica in vigore.

Il primo ministro della Columbia Britannica John Horgan Di recente ha detto per quattro giorni Workweek non è “fuori dal tavolo” nella sua provincia, poiché i canadesi emergono dalla pandemia.

“Penso che ci sia stato un grande cambiamento in termini di conversazioni sull’orario di lavoro e siamo molto felici di farne parte”, ha detto Strong.

Che è qualcosa che sa molto bene anche lui. In Autonomy, i dipendenti lavorano 32 ore a settimana e lui lo consiglia vivamente.


Scritto da Sheena Goodyear con file di Sarah Jackson. Intervista a Will Strong Prodotto da Niza Liaba Nondo.


Altro da questo episodio