Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Ottawa alza una multa fino a $ 5.000 per i viaggiatori che rifiutano di essere messi in quarantena in un hotel

I passeggeri aerei che entrano in Canada e si rifiutano di essere messi in quarantena in un determinato hotel saranno presto soggetti a una multa di $ 5.000.

Governo federale annunciare Che, a partire da venerdì, i viaggiatori internazionali che si rifiutano di sottoporsi ai test COVID-19 richiesti o che si rifiutano di effettuare il check-in in un hotel in quarantena possono essere soggetti a una multa di $ 5.000 per ogni reato, un aumento di $ 2.000 rispetto alla multa attuale.

Il 22 febbraio, a Il governo ha detto I viaggiatori aerei che entrano in Canada devono sottoporsi a un test COVID-19 all’arrivo e trascorrere fino a tre giorni di quarantena in un hotel approvato dal governo in attesa dei risultati del test. I passeggeri devono pagare il conto per il loro soggiorno, che può costare fino a $ 2.000.

I viaggiatori devono anche sottoporsi al test per COVID-19 prima di entrare in Canada.

Segui l’aumento della multa La scorsa settimana è stato pubblicato un rapporto del comitato consultivo del governo Il che ha detto che Ottawa dovrebbe eliminare il requisito della quarantena dell’hotel e consentire invece alle persone di organizzare la propria quarantena.

La commissione ha affermato che la quarantena dell’hotel è imperfetta per una serie di motivi, incluso il fatto che alcuni viaggiatori scelgono invece di pagare l’attuale multa fino a $ 3.000.

Tra il 14 aprile e il 24 maggio, più di 1.000 viaggiatori sono stati multati per essersi rifiutati di recarsi in un hotel in quarantena e più di 400 sono stati multati per non aver sostenuto il test COVID-19 richiesto prima di recarsi in Canada o all’arrivo in aeroporto, Secondo il governo.

READ  Alto diplomatico statunitense: la Cina si sta comportando in modo più "oppressivo e aggressivo" | Notizie di controversie sul confine

Guarda | Il comitato raccomanda di abbandonare la quarantena dell’hotel:

Un nuovo rapporto afferma che il governo federale dovrebbe porre fine alla sua politica di stabilire una quarantena obbligatoria di tre giorni presso le strutture designate per i viaggiatori aerei che tornano in Canada per consentire alle persone di fare i propri piani di quarantena. 4:16

“Vai dritto a casa”

Ma l’aumento della multa potrebbe non dissuadere alcune persone dal violare i requisiti di quarantena dell’hotel, a seconda della loro intenzione o del luogo in cui atterrano.

Kent Saunders – un cittadino canadese-americano che vive a Las Vegas – è volato a Vancouver ad aprile e ha detto di aver detto a un funzionario sanitario dell’aeroporto che sarebbe andato direttamente a casa del suo amico per la quarantena.

Il funzionario gli ha emesso un biglietto da $ 3,450 ($ 3000 più supplementi). Saunders ha detto a CBC News che non intende pagare la multa.

Ha detto: “Stai ricevendo $ 3,450 da me? Stai sognando”.

Inoltre, non ci sono ancora indicazioni da Ottawa che i viaggiatori internazionali che sbarcano a Calgary saranno multati.

Durante la pandemia, i voli internazionali verso il Canada possono atterrare solo negli aeroporti di Vancouver, Calgary, Toronto e Montreal.

Il mese scorso, la polizia di Calgary ha dichiarato a CBC News che l’Alberta non ha mai abbracciato il federalismo Legge sui reati – che consente alla polizia di emettere biglietti a persone per crimini federali – La polizia di Calgary può indagare su qualcuno che si è rifiutato di mettere in quarantena in un hotel solo se qualcuno presenta una denuncia

Snowbird Allan Prout a Puerto Vallarta, Messico. Prout si è rifiutato di mettersi in quarantena in un hotel dopo essere tornato in Canada e afferma di non aver ancora ricevuto una multa. (Fornito da Alan Pruitt)

Alan Pruitt di Yorkton, Sask, che si è recato a Calgary da Puerto Vallarta il 26 aprile, ha affermato di aver rifiutato di essere messo in quarantena in un hotel e di non aver ancora ricevuto una multa.

Ha detto: “Sono molto felice”. “Voglio dire, sarei devastato se venissi multato.”

Prout ha detto che si è rifiutato di fare il check-in nell’hotel di quarantena perché riteneva che sarebbe stato più sicuro mettere in quarantena a casa che in un hotel affollato.

“Vai subito a casa, in quarantena”.

Le attuali restrizioni di quarantena per gli hotel scadranno il 21 giugno, ma il governo non ha ancora determinato se seguirà il consiglio del comitato consultivo e revocherà il requisito.

“Questo rapporto ci fornisce una tabella di marcia, se vuoi, per i prossimi passi che possiamo prendere in considerazione mentre iniziamo a vedere una maggiore protezione per i canadesi attraverso la vaccinazione e una riduzione del COVID-19”, ha affermato il ministro della Sanità Patty Hajdu. Ha detto in una conferenza stampa la settimana scorsa.