Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Nick infermiera chiama Nate Bjorkgreen per denunciare ‘la bugia del viso calvo’

La stampa canadese

Dopo la gravidanza, gli infortuni e la pestilenza, il vescovo Nriago ha finalmente fatto il suo passo

C’è un affascinante video clip sull’account Instagram di Melissa Bishop-Nriagu di una delle sue recenti gare di 800 metri sulla US Broadcasting Corporation, che annuncia quali concorrenti si stanno inizialmente schierando. Tornando a casa a Windsor, Ontario. Corinne guarda la figlia del vescovo Nriago, che compirà tre anni a luglio, su un grande schermo con Abi Osei. Ha notato sua madre con piacere. “Analfabeta!” Grida Corinne. “Questa è mia madre?” La gara non è andata bene. Ma il vescovo Nriago ha detto che questo incredibile video di pochi secondi ha portato tutto a casa. Ha detto: “Mi sono sbarazzato di ogni caratteristica nitida che avevo di questo sudore, l’ho rimosso, e questa è la bellezza dei bambini, non c’è filtro”. È come “questa è mia madre?” “Sì, ragazza, questa è tua madre. È meraviglioso vederla, ed è così intimo per me.” Una settimana dopo, Bishop-Nriagu ha corso i suoi 800 metri più veloci da quando è diventata madre – 1 minuto e 59,04 secondi la scorsa settimana a Chula Vista, in California – tuffandosi allo standard olimpico di Tokyo di 1: 59,50. Garantire questo standard non è stato solo un sollievo un anno dopo che è stato eliminato dal COVID-19, è stato un momento di vittoria che stava arrivando da molto tempo. “È un po ‘come se non avessi corso nel campo da jogging per tre anni, dando solo bambini e feriti e un’epidemia”, ha detto il 32enne di Eganville, Unt. “Non c’è niente come buttarti di nuovo dentro e sapere che puoi farcela – è solo un enorme sollievo e sono così felice.” Il canadese Bishop-Nriagu ha segnato 1: 57.01 nel 2017, un anno dopo essere arrivato quarto alle Olimpiadi di Rio. Ha impiegato il 2018 per avere un bambino: Corinne è nata il 2 luglio. Ha subito un infortunio post-gravidanza nel 2019 e ha chiuso la sua stagione in anticipo, perdendo i Campionati del Mondo 2019. Ha detto: “Era solo un infortunio post-infortunio, e il risultato è stato: ero pronto a fare il lavoro, ma il mio corpo non poteva non gestire il carico di cui avevo bisogno per eseguire a quel livello. “. “E non è raro che le donne tornino allo sport d’élite o allo sport o allo sport in generale. Ad esempio, è solo un gioco con la palla diverso”. Se è tornato al top la scorsa estate, la pandemia globale ha eliminato ogni possibilità di individuarlo. E poi, dal momento che non aveva gare veloci all’aperto al suo attivo, era in una bolla anche solo per qualificarsi per Tokyo. Due modi per arrivarci dovrebbero essere classificati come Top 48 o con accesso automatico. Monsignor Nriago era vicino alla quarantina. A peggiorare le cose, la terza ondata del virus in Canada, con le sue rigide restrizioni sui viaggi e sulla capacità, ha messo in dubbio la stagione di atletica leggera in Canada. Così Bishop-Nriago, insieme a molti dei suoi colleghi canadesi, si è diretta negli Stati Uniti per competere. I suoi allenamenti hanno segnalato uno sprint la scorsa settimana ed è sicura che stava solo graffiando la superficie. Ha detto: “Siamo in buona forma ora”. “E sono davvero emozionato.” C’è ancora molto. “Domenica, Bishop-Nriagu correrà al Mt. SAC Relays a Walnut, in California, in un campo 800 pieno di talenti canadesi. Madeline Kelly, campionessa canadese 2019, flirta con un segno di due minuti, lavora 2: 00.59 lo scorso fine settimana in Corvallis, Ur Lindsay Butterworth era alle calcagna alle 2: 00.97 Lawrence Cote, con un record personale di 2: 01.87, è anche a Bishop Nriago ha detto: “È molto emozionante. Se potessimo mandare alle Olimpiadi una squadra di tre donne negli 800 metri? Mai sentito prima. È stupefacente. “Kelly, 25 anni, d’accordo.” Ci sono molte donne là fuori che pensano davvero di poterlo fare, è un momento molto bello per essere una donna canadese che lavora “, ha detto. “Ad esempio, in molti eventi, non abbiamo mai visto questa rivalità nell’organizzazione di un’Olimpiade, specialmente negli eventi a distanza. Ci sono molte donne che lo possiedono in 5K. E Gabriela (Debius-Stafford) ha distrutto ciò che pensavamo fosse possibile Donne canadesi nel 1500. È successo. La maratona su tutte queste donne (cinque donne hanno lo standard di qualificazione, ma il Canada può mandarne solo tre). È molto eccitante. “Un altro grande vantaggio per essere a sud del confine è che quasi tutte canadesi ci sono atleti, tra cui qualche dozzina in California più un gruppo Il nemico in Louisiana, hanno almeno ricevuto il loro primo vaccino per COVID-19. “Il vescovo-Nriago ha detto:” Non mi aspetto di sentirmi a mio agio, mi sentivo così pesante dalla mia spalla che non sapevo davvero di portare. Mi sento molto meglio ad andare a Tokyo a farmi vaccinare. “- La stagione pre-olimpica, il destino delle prove olimpiche canadesi, dal 23 al 27 giugno a Montreal, deve ancora essere deciso. Nella stagione olimpica non epidemica, e prima che World Athletics implementasse il complesso sistema di qualificazione, la squadra doveva essere ampiamente selezionata in base ai primi tre al traguardo nelle prove. Ora è chiaro come il fango e reso ancora più misterioso dal fatto che gli atleti hanno faticato a trovare il migliori partite per correre, saltare e tirare i segni di qualificazione. Il vescovo Nriago ha detto che molti dei suoi compagni di squadra rimarranno Quelli attualmente negli Stati Uniti sono lì fino a quando non verrà determinato se hanno bisogno di tornare a casa per gli esperimenti. “Ma io vado a casa. “” Non vedo l’ora di vedere la mia famiglia. “Correrà anche il prossimo fine settimana a Los Angeles, poi tornerà a casa. Per completare una quarantena di 14 giorni nell’Ontario chiuso.” È frustrante vedere … come la vita sta iniziando a diventare un po ‘tornato alla normalità (in California), al contrario di quello che sembra a casa, perché parlo con Aussie ogni giorno e parlo con mio padre e ovviamente sto seguendo il Notizia. “Penso che dobbiamo solo ricordare che siamo un po ‘indietro rispetto a quello che avevamo originariamente pianificato in Canada. Arriveremo presto a quel punto.” Ha almeno un tapis roulant, pesi e una bicicletta in palestra a casa sua per un periodo di quarantena. Non è uno scenario ideale. Ha detto che questo è il mondo in cui viviamo adesso “. Questo rapporto è stato pubblicato per la prima volta da The Canadian Press il 7 maggio 2021. Laurie Ewing, Canadian Press

READ  Programma della partita del primo turno della NHL Stanley Cup 2021, informazioni TV