Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Nell’era delle decisioni congiunte, anche le modalità di valutazione dei manager devono evolvere

Le aspettative stanno plasmando l’attuale discorso su Charlie Montoyo.

E penso che siano stati i fine settimana come quelli del passato e si estendono come le ultime 10 partite dei Toronto Blue Jays che hanno ispirato il front office della squadra a scegliere l’anno dell’opzione di Montoyo a marzo. Non sono sicuro che un anno in più influisca sulla decisione riguardo al futuro dell’allenatore, ma mi sembra una dichiarazione d’intenti, beh, ti immagini la discussione senza quella decisione? Almeno questo lo mantiene civile.

È stato facile giudicare il manager, o almeno pensare di essere su un terreno solido. Sì, puoi concentrarti sul tuo record di profitti e perdite, ma ai più illuminati tra noi piaceva pensare che non fosse così semplice. Il manager ha impostato la formazione, ha usato i tori, ha deciso quando pizzicare la mazza e ha messo in gioco qualche giocata qua e là. Poi hanno ripulito il casino o impedito a giocatori e tifosi di andare avanti. Hanno gestito le crisi del club. Hanno “impostato il tono” e si sono assicurati di “non perdere mai il club”.

Una volta iniziata la partita, l’allenatore non può battere i suoi giocatori. O prendere la palla o lanciare. Un ragazzo non può stare seduto in panchina per un quarto o un periodo o “mescolando le cose” in termini di chimica nel gioco. Un manager non può “addestrare” un giocatore. Quindi sembra che tu sia su un terreno sicuro e hai deciso sull’uso del manager di Bullpen come la cosa che separa i migliori dal resto, perché ha giocato nell’idea che i migliori manager mettono i loro giocatori nelle loro posizioni per aumentare il loro potere. e ridurre le loro debolezze.

Si inserisce anche nella narrativa del regista come ‘pilota’, in piedi e facendo ogni sorta di cose magiche basate su alcuni dei leggendari depositi profondi di conoscenza del baseball accumulati come giocatore o durante lunghi viaggi in minibus. Dava credito all’ultima misura della reputazione di un manager: “l’intuizione”.

proprio adesso? Chissà che aspetto ha l’attrattiva intestinale, o anche se esiste.

Guarda Blue Jays, per esempio. Guarda come l’organizzazione ha usato la parola “collaborazione” e quanto Montoyo fosse a suo agio con l’idea che lo ha reso adatto in primo luogo. Vero o no, c’è sicuramente l’impressione sia all’interno che all’esterno dell’organizzazione che l’analisi giochi un ruolo predominante nel determinare la squadra: quando a Montoyo è stato chiesto di una mossa della squadra in uno dei suoi primi briefing pre-partita, ha parlato. Informazioni su “Tracce e cose oscillanti” – Come e quando usare gli antidolorifici.

READ  I jet stanno trasformando il punto più basso della stagione regolare in un rinnovato impegno in cambio di petrolio

Questo non è esclusivo dei Blue Jays – vedi: Kevin Cash / Blake Snell / World Series. E non entrerò in un’intera discussione sull’analisi, perché è un’enorme perdita di tempo. Non c’è niente di sbagliato nel raccogliere quante più informazioni possibili. Sono un ragazzo semplice e sono contento che ci siano persone e risorse là fuori che mi aiutano a dare un senso a tutto, anche se le “cose” sono spesso informazioni proprietarie ben oltre quelle che si presentano come esperti.

Streaming live delle partite dei Blue Jays per tutta la stagione con Sportsnet ORA. Inoltre, ottieni l’accesso alle partite di MLB, Home Run Derby, All-Star Game, Posteason e World Series.

Quindi, assumere un alto livello di collaborazione e multi-chef in cucina – scegli la tua misura – rende un po’ sospetta la questione dell’assegnazione di responsabilità manageriali, non è vero? Dovremmo licenziare un analista di sistemi o sbarazzarci del software tanto quanto associamo la lattina alla persona in uniforme? Penseresti che la cooperazione si tradurrà in una responsabilità collaborativa e forse in un senso di colpa.

Il direttore generale dei Blue Jays Ross Atkins ha dichiarato domenica in una teleconferenza che l’organizzazione è stata “estremamente incoraggiante” con la gestione da parte di Montoyo dei recenti problemi tecnici della squadra.

Hassan.

Ecco cosa ho visto da Montoyo in poco più di due anni: Vladimir Guerrero Jr. con lui in divisa ha superato problemi di peso e mancanza di posizione per diventare un contendente e prima base quotidiana la cui difesa non è più una distrazione. È vero, c’erano molte mani su Vlady – incluso il dipartimento ad alte prestazioni molto criticato e potenzialmente completamente frainteso – ma Montoyo è l’uomo del giorno – che equivale anche a un capro espiatorio. Guerrero Jr. è diventato macchina offensiva nel 2021 dopo essere stato l’unico giocatore dei Blue Jays ad apparire in tutte le 60 partite della stagione regolare durante la stagione pandemica del 2020. Questo nonostante le preoccupazioni per le sue condizioni.

READ  Se il prezzo di Duncan Keith è Caleb Jones e c'è un'alta probabilità, gli Oilers devono chiudere subito i negoziati commerciali

Anche sotto la direzione di Montoyo, Bo Bichette ha continuato a crescere fino a diventare un giocatore regolare. Lourdes Gurriel Jr. giocatore quotidiano; Tuscar Hernandez, battitore produttore di medio livello. Ora, questo potrebbe essere successo senza Montoyo. Ma potrebbe non essere successo.

Ad ogni modo, nessun danno è stato fatto e, francamente, non è successo nulla negli ultimi tre anni ed è importante quanto lo sviluppo di Guerrero Jr.. e Bichette. Niente. Ho scritto e detto quando Montoyo è stato assunto che la cosa più importante sarebbe stata il manager che ha aiutato a prendersi cura di Vlady Jr. durante i primi anni della sua carriera. Ci credo ancora.

Altrimenti, come giudichiamo Montoyo? A volte, i Blue Jays sembravano mancare di concentrazione e questo potrebbe spesso essere messo sotto i piedi del manager e degli allenatori… o potrebbe essere un segno di una squadra che Atkins ammette dovrebbe essere più brava a prevenire la corsa, un problema che potrebbe essere affrontato meglio dal personale di tweaking.

Un bravo ragazzo di terza base sarebbe carino. Quindi sarebbe tornare a Toronto e porre fine alle radici. Per quanto riguarda i palloncini? Come ha detto Atkins: se attacchi Montoyo nel modo in cui questo gruppo ha fatto ultimamente, sei obbligato a dargli credito per il modo in cui ha superato le prestazioni nel primo mese.

Di nuovo: quanto era lui? Questa è un’organizzazione con profonde connessioni filosofiche alle cose “terza volta attraverso il sistema”. Un’organizzazione che ha investito tonnellate di denaro in quella che è, essenzialmente, l’analisi della gestione del carico per i tiratori principianti. Questo è pratico e non decidere improvvisamente in una calda notte a Baltimora di rovinare tutto e lasciarlo esplodere e andare all’inferno con le persone in kaki. Non se vuoi restare al lavoro, e sono sicuro che Montoyo lo fa. Il processo è supremo.

Eccoci al 22 giugno con i Blue Jays a 0.500 e il ritorno di sette partite in una divisione fatta di squadre profondamente viziate. So che il ritorno di George Springer alla serie di giochi a partire da martedì a Miami o forse qualche giorno dopo renderà questa squadra ancora migliore. So anche che la decisione su dove battere Marcus Simin se guida Springer sarà collaborativa.

E so che questa squadra avrà bisogno di una revisione graduale di questi tori attraverso piccoli movimenti, intorno ai bordi e forse ad un certo punto del commercio, e che la scossa più grande che questa organizzazione potrebbe ricevere alla fine sarebbe da Nate Pearson o da un accordo per un grosso problema che può essere controllato come Start Marlins Tuesday, Sandy Alcantara.

Ma niente di tutto questo è a Montoyo, che può fare solo ciò che i suoi superiori vogliono che faccia con il talento che ha dato. Ricorda: è il loro uomo, a differenza di John Gibbons. Quindi: Charlie Montoyo è all’altezza del compito di tornare alla post-season dopo 162 partite – che sembra essere un’aspettativa minima da queste parti?

Penso che dipenda dal fatto che tu pensi che la squadra sia abbastanza buona e, a distanza di mandato da COVID, non penso che le prove siano lì per sostenere onestamente un caso in entrambi i casi al momento. Ma ci sarà entro la fine della stagione. Consideralo un invito intuitivo.

Jeff Blair ospita Baseball Central con Kevin Parker dalle 14:00 ET su Sportsnet 590/The Fan.