Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Nate Diaz sente che stava per finire Leon Edwards a UFC 263: “Nel mondo reale, questa lotta è una conclusione”

Nate Diaz Non aveva dubbi sul fatto che fosse a pochi istanti dal completare un ritorno in UFC 263 prima che scada il tempo.

Nel primo combattimento non principale non principale programmato per cinque round nella storia dell’UFC, Diaz ha trascinato le scorecard nei primi 20 minuti del combattimento prima di fare un’uscita straordinaria Leon Edwards Nel tempo nel gioco. Diaz ha spinto in avanti, ma Edwards ha evitato un knockout ed è arrivato alle scorecard vincendo con una comoda tripla da 49-46.

Alla conferenza stampa post-partita di sabato, a Diaz è stato chiesto quanto fosse vicino al licenziamento di Edwards e la sua risposta è stata definitiva.

“La battaglia era finale”, ha detto Diaz. “In un vero combattimento, nel mondo reale, questo combattimento è un involucro. Stava camminando addormentato. “

Sebbene Diaz abbia composto le sequenze più dannose nel combattimento, è stato principalmente Edwards a prendere abilmente Diaz fuori dal poligono mentre tagliava contrattacchi e calci alle gambe. I tentativi di Diaz di persuadere Edwards in una rissa non sono riusciti a spezzare il ritmo del giocatore inglese e sembrava che Edwards fosse sulla buona strada per vincere la decisione prima di essere fermato negli ultimi minuti.

Diaz ha completato le prestazioni di Edwards e non ha rimpianti per essere tornato nella parte più profonda della divisione welter dopo una pausa di quasi 600 giorni.

“Alla fine della giornata mi sento come se avesse vinto o qualcosa del genere, ma mi sento come se fossi il miglior combattente, a prescindere”, ha detto Diaz. “Sento che l’altezza della lotta è ciò che conta nella lotta comunque, quello che è successo alla fine.

READ  I nuovi controlli per sostanze estranee della MLB iniziano con l'asso dei Mets Jacob deGrom

“Non odiare Leon, congratulazioni a lui e perché dovresti combattere chiunque tranne il miglior ragazzo se dovessi mai combattere. Quindi spero che tu sia andato per la mia strada, ma va tutto bene. “

Diaz ed Edwards erano originariamente programmati per essere l’evento principale congiunto per UFC 262 a Houston lo scorso maggio, ma la lotta è stata rinviata a causa di un lieve infortunio di Diaz. Secondo Diaz, è stato un taglio che lo ha costretto a uscire dall’evento e gli ha anche impedito di allenarsi, il che ha bloccato la sua preparazione e motivazione.

È entusiasta di tornare al lavoro una volta che i nuovi tagli che ha subito nella sua lotta con Edwards sono guariti.

“Voglio combattere tra tre o quattro mesi, sono pronto per tornare lì”, ha detto Diaz. “Solo per guarire. Se non mi faccio male, tornerò lì la prossima settimana. Non sono più entusiasta dell’allenamento perché ho già messo tutto il duro lavoro nell’ultimo combattimento in Texas dove doveva essere e poi ho dovuto andare avanti per un altro mese, e ha fatto schifo. “Basta. Qualunque cosa, rotola con i pugni, fai quello che dovevo fare per arrivare qui.”

Alcuni potenziali avversari sono stati portati a Diaz all’UFC 263 dopo il combattimento, comprese le partite di nuovo con Conor McGregor O Jorge Macivdal, o forse una partita con un altro veterano che ha gareggiato sabato, Dimian Maya.

Come ha fatto in passato, Diaz valuterà le sue opzioni.

“Non ne ho uno in mente”, ha detto Diaz. “Andrò a casa e guarderò cosa sta succedendo” e chi fa cosa e chi vuole combattere. Se ha senso ed è una buona idea per entrambe le parti, balliamo”.

READ  Showtime rilascia una dichiarazione sui potenziali rimborsi dopo l'incidente di Floyd Mayweather vs Logan Paulather