Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

L’Italia batte l’Austria e conquista un posto ai quarti di finale di Euro 2020

LONDRA – Federico Chiesa ha chiuso i frustranti 95 minuti italiani, con tre superbi tocchi di controllo, tecnica ed enfasi.

Questa squadra da record è arrivata ai quarti di finale del Campionato Europeo con una difesa che ha finalmente permesso di segnare un gol dopo più di 19 ore ma con la 12esima vittoria consecutiva della nazionale.

Dopo aver superato la fase a gironi di Euro 2020, l’Italia ha ribattuto per una vittoria per 2-1 sull’Austria sabato in una partita degli ottavi di finale che è apparsa ai tempi supplementari.

Sono stati i sostituti di Roberto Mancini a fare la differenza con i gol di Chiesa e Matteo Pesina a Wembley.

“Avevamo bisogno di nuova energia e i ragazzi che sono entrati sono stati fantastici”, ha detto Mancini.

Lo smarcato Chiesa di testa su cross alto di Leonardo Spinazola, controlla il rimbalzo con la scarpa destra e poi usa l’altro piede per tirare rasoterra in rete.

“Di solito quando colpisci la palla in quel modo, provi a sparare la palla per la prima volta”, ha detto Chisa. “Ma penso che l’obiettivo sia arrivato perché ero un autore, mi sentivo a mio agio ed ero concentrato”.

Il gol ha riportato indietro di 25 anni l’orologio dell’anno, quando l’ultima partita del Campionato Europeo è stata giocata in Inghilterra, e suo padre Enrico Chiesa ha segnato per l’Italia. Tuttavia, Euro 96 si è concluso nella fase a gironi per l’Italia.

Ora affronterà una partita dei quarti di finale a Monaco venerdì contro la vincitrice della partita di domenica tra i campioni in carica del Portogallo e il Belgio testa di serie.

READ  Gli Hurricanes hanno superato Dirty Play per una vittoria extra

“Idealmente, vorremmo evitare entrambi, ma non è possibile”, ha detto Mancini.

Dopo aver segnato sette reti senza risposta nella fase a gironi, non è stato facile per l’Italia contro una formazione austriaca impegnata per la prima volta nella fase a eliminazione diretta del Campionato Europeo.

“Dopo 90 minuti abbiamo detto che dovevamo solo migliorare la qualità dei passaggi finali, e finalmente i gol sono arrivati ​​ai supplementari”, ha detto Spinazzola.

La singola abilità ha prodotto la svolta di Chiesa. Il secondo gol dell’Italia è stato tranquillo nella lotta per il gol. Pesina, arrivato a metà ripresa, al 105′ manda il pallone nell’angolo più lontano della rete.

“In questa squadra tutti possono segnare e questo è il nostro principale punto di forza”, ha detto Pesina. “Siamo un grande gruppo”.

Lo spirito di gruppo era evidente nell’emozione cruda della celebrazione del gol quando i suoi compagni di squadra sono crollati su Pesina, il sostituto dell’infortunio alla fine della squadra.

“Non è necessariamente un giocatore che ho scoperto, stava facendo davvero bene con l’Atalanta”, ha detto Mancini. “Ha sicuramente dimostrato di essere un grande giocatore e penso che avrà un grande futuro con l’Italia perché penso che potrà solo migliorare”.

Anche l’Italia ha festeggiato i tempi supplementari dopo aver stabilito il record mondiale di minuti giocati senza subire gol nel calcio internazionale. Il record precedente era anche per l’Italia ed era stato stabilito con il portiere Dino Zoff in squadra. Gli italiani hanno segnato 1.143 minuti tra il 1972 e il 1974 senza subire gol.

Ma l’Italia ha subito subito il primo gol in 1168 minuti, con una punizione al 114′ quando Sasa Kalajdic ha colpito la palla da un calcio d’angolo.

READ  CB Women's Open LPGA Tour annullato per il secondo anno consecutivo

“L’Italia avrebbe potuto essere un po’ nervosa”, ha detto il difensore dell’Austria David Alaba.

Tuttavia, il ritorno dell’Austria si è concluso lì e l’Italia ha mantenuto la 31esima partita consecutiva di imbattibilità, un altro record per la nazionale.

Anche la revisione video ha aiutato.

L’Austria ha impiegato 63 minuti per il primo tiro, poi ha segnato la rete due minuti dopo. Alaba ha colpito di testa in area di rigore e Marko Arnautovic ha annuito la palla contro l’italiano Gianluigi Donnarumma. Ma una recensione video ha mostrato che la scarpa destra di Arnautovic era in fuorigioco.

“Siamo delusi e tristi – ha detto il Ct dell’Austria Franco Voda -. Abbiamo bisogno di giustizia nel calcio, ma oggi ci ha colpito. Era un fuorigioco ravvicinato e dobbiamo conviverci”.