Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

L’India si sta affrettando ad espandere le cure per i pazienti COVID-19 tra i timori di un aumento nel nord-est del paese

Le autorità sanitarie nello stato nord-orientale dell’Assam si stanno preparando lunedì ad aumentare il numero di infezioni trasformando un enorme stadio e un’università in ospedali.

A livello nazionale, lunedì il Ministero della Salute indiano ha segnalato 360.000 nuovi casi di infezione nelle ultime 24 ore, con oltre 3.700 morti. Dall’inizio della pandemia, l’India ha visto più di 22,6 milioni di infezioni e più di 246.000 morti – dicono gli esperti, sono quasi certamente sottovalutati.

I casi in Assam hanno iniziato ad aumentare un mese fa e la media settimanale ufficiale di sette giorni nello stato il 9 maggio è stata di oltre 4.700 casi.

Aggiungete a ciò le recenti elezioni dello Stato – e le massicce manifestazioni politiche che le hanno accompagnate – e gli esperti temono che un’ondata incontrollata sia all’orizzonte.

È preoccupante, insieme alle città al confine nord-orientale dell’India – che sono più vicine a Myanmar, Bangladesh e Bhutan di quanto non lo siano a Nuova Delhi – i casi stanno iniziando a sorgere in alcuni dei villaggi himalayani più remoti della regione.

(Notizie CBC)

I funzionari dell’Assam si sono affrettati a prepararsi ad affrontare la diffusione del virus mentre simili attacchi di infezione hanno travolto gli ospedali negli stati più ricchi dell’India.

“Aggiungiamo 1.000 letti a settimana per prepararci in caso di escalation di casi”, ha detto il dott. Lakshmanan S., direttore della National Health Mission in Assam.

Il più grande ospedale governativo dello stato, il Medical College Hospital di Guwahati, ha più che raddoppiato il numero di letti di terapia intensiva portandoli a 220 e gli ufficiali sanitari ne stanno costruendo altri 200 nel parcheggio dell’ospedale.

Lo stadio è stato trasformato

Un campo di calcio e cricket è stato trasformato in un ospedale da 430 posti letto per pazienti COVID-19. La Royal Global Private University nella capitale dello stato, Guwahati, è stata trasformata in un ospedale da 1.000 posti letto.

Lo stato invia medici, paramedici e medicinali a queste strutture e l’università ha detto che fornirà libri e giornali da leggere per i pazienti.

“Questo è il minimo che pensavamo di poter fare in questo momento di grande crisi per il nostro paese”, ha detto il dottor AK Bansari, presidente dell’università.

Ci sono 2.100 posti letto riservati nei centri governativi per i pazienti COVID-19 a Guwahati, con altre centinaia in programma. Questo si aggiunge agli attuali 750 posti letto per i pazienti negli ospedali statali privati

Anche con l’aumento delle infezioni, i tassi di vaccinazione sono diminuiti in Assam e in altri stati della regione da quando l’India ha esteso la copertura a tutti gli adulti il ​​1 ° maggio.

Un operatore sanitario ha somministrato il vaccino COVAXIN per COVID-19 a un giornalista del club della stampa di Guwahati durante il fine settimana. Le infezioni sono aumentate in India nelle ultime settimane, portando a una corsa per espandere i servizi sanitari e intensificare gli sforzi di vaccinazione. (Anupam Nath / Associated Press)

Alle preoccupazioni si aggiunge la conferma che il virus ha iniziato a diffondersi in remoti villaggi himalayani con infrastrutture sanitarie scadenti. Queste aree ospitano tribù indigene, che già affrontano alcuni dei livelli di accesso all’assistenza sanitaria più bassi del paese.

La regione era in gran parte inalterata dal virus in precedenza e non c’erano molte persone che si comportavano come COVID-19. Ma ora sembra che il virus si stesse diffondendo anche in villaggi remoti, senza che la gente lo sapesse fino a quando non fu troppo tardi.

La mancanza di consapevolezza del virus, la mancanza di risorse e la lontananza complicano il tracciamento dei contatti in tali aree, ha affermato il dottor Might Lingi, supervisore medico del District Hospital di Roing, Arunachal Pradesh.

Nonostante le infrastrutture mediche limitate e le scorte mediche limitate, Linggi ha detto che ciò che temevano davvero fosse un blackout.

“L’energia è necessaria per alimentare la fornitura di ossigeno. Abbiamo pazienti che stanno senza fiato per l’aria quando l’elettricità va e viene”, ha detto.

READ  Il mandato di Castro a Cuba è terminato quando Raul ha annunciato le sue dimissioni