Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Leggenda della WWE se si considera il più grande

Shawn Michaels, ex WWE Superstar e WWE Hall of Famer, ha recentemente rilasciato un’intervista su un episodio di Rasslin con Brandon F. Durante l’intervista a Michaels è stato chiesto quale dei Nella tua casa Le partite degli anni ’90 erano le sue preferite.

“Direi che [match] con Jeff Jarrett”, ha condiviso Michaels. “Perché era nell’originale a casa tua [concept]. Era il Tennessee, era divertente, era buono contro il cattivo. Era un tipo di partita molto tradizionale. Tutti questi altri [matches] Abbastanza bello, ma a questo punto [the pay-per-views] È diventato più grande di casa tua. Quindi torno sempre da quel ragazzo con Jeff ed è stato un vero spasso ed è stato facile da fare, nessuna pressione. Jeff Jarrett e Road Doug volavano ovunque. Jeff e io abbiamo lavorato insieme migliaia di volte, ed era incredibilmente talentuoso e un cattivo ragazzo facile da odiare. Quindi, era uno di quei mondi in cui si applicavano tutti gli elementi del wrestling tradizionale, ed è stato divertente da fare”.

Tuttavia, Jim Ross ha scelto una partita diversa in casa tua come risposta a una domanda posta Qual è stata la partita più riuscita della carriera di Shawn Michaels?.

Quando si parla della carriera di Michaels, gli è stato chiesto di una parte della sua carriera che considera il suo capo. Michaels chiede se stanno parlando fisicamente o mentalmente, ma continua fornendo risposte separate alla domanda.

“Penso fisicamente, direi probabilmente dal 1995 al 1997, fisico e atletico”, ha risposto Michaels. “[Michaels points to his head] alzare? Probabilmente direi dal 2000 al 2007. Avrei potuto rallentare un po’, ma solo la saggezza, la psicologia e, francamente, il puro divertimento, la facilità di gestione e tutto il resto. È davvero la storia di due vite diverse mescolate in un solo uomo”.

READ  Il ghiaccio italiano di Rita allo Staten Island Mall offre un servizio di ritiro durante la pandemia | Sì, è aperto

A Michaels viene anche chiesto se gli piace lavorare con wrestler più grandi o con wrestler più piccoli. The Heartbreak Kid dice che ciò che amava di più della sua carriera era che non aveva uno stile fisso e che si sarebbe sempre adattato ai punti di forza degli altri wrestler per fare un grande match.

“Onestamente, questo è ciò che mi è piaciuto di più nella mia carriera”, ha detto Michaels. “Quasi tutti hanno uno stile e mi ci è voluto molto tempo per rendermi conto che non ho davvero uno stile. Una delle cose che ho fatto è stata adattarmi a tutti. Penso che sia quello che mi ha dato l’opportunità di suonare così molte partite diverse, grandi grandi partite, con così tanti giocatori. Perché è quello che mi è piaciuto di più. Non mi metto in una scatola e mi adeguo a tutto ciò che hanno fatto bene. Penso che quando tutto è stato detto e fatto è probabilmente il migliore che ho avuto, che è stata la mia capacità di adattamento. Ma mi ha anche tenuto nell’area che mi è piaciuta di più, ovvero “Come faccio a rendere questa la migliore partita possibile”. un certo stile, a volte può renderlo più difficile. Non sono andato a programmarlo in quel modo, ma è andata a finire così”.

Il conduttore dell’intervista Shawn Michaels ha anche chiesto se si considera uno dei più grandi wrestler di tutti i tempi. Michaels dice di no, ma avrebbe avuto una risposta diversa quando era più giovane.

“No,” rispose rapidamente Michaels. “Ma è divertente che tu sia più giovane, perché sicuramente lo sei. Ma non lo so, ora ho la capacità di vedere tutto nello specchietto retrovisore. Tecnicamente, a 56 anni, sono tornato dove ero a 19 . Dove stavo appena realizzando che la mia idea di successo era possedere un’auto e un appartamento con una camera da letto, probabilmente uno dei principali attori nel territorio nel sud del Texas. Ovviamente sta diventando molto di più. Ora sono incredibilmente lusingato che ho menzionato. Guarda, le persone stanno discutendo su questo, se chi è o chi non è, e il mio nome è lì. E questo, per me, è abbastanza buono. Questo è oltre i miei sogni più sfrenati. Queste cose non sono mai impostate, e ogni generazione è diversa. Ancora una volta, sono felice di essere a questo punto della mia vita e di dare un’occhiata a una serie di lavori davvero fantastici di cui sono orgoglioso. “

READ  La donna che ha trascorso l'isolamento al Polo Nord da sola

Potete ascoltare l’intervista completa qui sotto. Se usi una delle citazioni in questo articolo, per favore dai Rasslin’ con Brandon F. Walker con ah/t a Wrestling Inc. per la copia.