Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Le origini di SARS-CoV-2: perché si sta riconsiderando l’idea di perdite di laboratorio

Di Benoit Barbeau, Professore Associato, Università del Quebec, Montreal (UQAM) Montreal (Canada), 7 giugno (La conversazione) Dall’inizio della pandemia di COVID-19, ci sono state varie ipotesi per spiegare l’origine della SARS-CoV- 2.

Finora nessuna di queste ipotesi ha mostrato l’origine del virus. Uno dei primi scenari proposti – che un mercato ittico a Wuhan abbia consentito una rapida diffusione del virus – sembra ora meno certo. Dopo un anno di ricerche approfondite, il virus non è stato identificato in nessun animale.

Tuttavia, la trasmissione uomo-animale rimane una delle ipotesi più forti che spiegano l’emergere del nuovo virus Corona: il coronavirus è stato trasmesso dai pipistrelli all’uomo attraverso un ospite intermedio. Non sarebbe stata la prima volta che accadeva.

Nel caso di MERS-CoV (sindrome respiratoria mediorientale), i cammelli probabilmente fungevano da ospite intermedio. Per SARS-CoV-2, i pangolini, formiche squamose vendute illegalmente nel mercato di Wuhan, potrebbero essere l’ospite, sebbene questa ipotesi richieda prove più convincenti.

Sono un professore del Dipartimento di Scienze Biologiche dell’Università del Quebec a Montreal, ed esperto di virologia, in particolare di retrovirus umani, e di coronavirus umani.

Gain-a-Job ha esplorato l’idea che SARS-CoV-2 fosse accidentalmente fuoriuscito da un laboratorio biologico altamente sicuro – Livello di biosicurezza 4 (BSL-4) – presso l’Istituto di virologia di Wuhan (WIV) che ha iniziato a diffondersi subito dopo la pandemia .

La possibilità è riemersa nelle ultime settimane, mettendo il dottor Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID), in una posizione imbarazzante. Alcuni giornali affermano che gli Stati Uniti stavano finanziando questo laboratorio di ricerca e affermano che i progetti finanziati lì si concentravano su studi sui guadagni di lavoro. Un articolo di opinione sul Wall Street Journal afferma che il NIAID potrebbe aver sostenuto alcuni di questi esperimenti che erano in corso al WIV.

READ  L'importazione di un cane rabbioso negli Stati Uniti innesca un'indagine tra più paesi

Sebbene ci possano essere benefici per le esperienze di guadagno di funzione, ci sono anche dei rischi.

Quindi, cosa sono gli studi sull’acquisizione di lavoro? Sebbene il termine sia talvolta usato in modo più ampio per riferirsi a studi di “guadagno di funzione” delle proteine, in termini medici è correlato alla ricerca correlata ai virus. L’obiettivo della ricerca sul guadagno di funzione è creare un virus con nuove proprietà che lo rendano più patogeno o più trasmissibile all’uomo.

Tradizionalmente, questo tipo di alterazione si è concentrato sulla crescita del virus nelle cellule animali o umane. Recentemente, ci sono stati importanti progressi nei modelli animali e nelle tecniche di biologia molecolare per apportare modifiche precise e mirate ai geni virali. Questo processo potrebbe portare alla rapida generazione di nuovi virus (contrariamente alla naturale evoluzione dei virus, che richiede diversi anni) che si adattano meglio all’uomo, eventualmente modificando la virulenza di questi virus e la loro capacità di trasmissione tra gli esseri umani.

La logica di questo tipo di ricerca è che isolando questi nuovi virus, i ricercatori saranno in grado di identificare i cambiamenti specifici nel genoma responsabili delle nuove proprietà. Questa conoscenza potrebbe consentire agli scienziati di prevedere meglio l’arrivo di nuove epidemie. Potrebbe aiutare gli scienziati a sviluppare vaccini e trattamenti adatti ai nuovi agenti infettivi.

Quale ricerca è così pericolosa? Tuttavia, il principio di base della ricerca sul guadagno di funzione è stato ampiamente messo in discussione nell’ultimo decennio.

Un classico, spesso citato esempio di interesse per molti scienziati è la ricerca di Ron Fouchier e Yoshihiro Kawaoka sul virus altamente pericoloso dell’influenza aviaria H5N1. Utilizzando una tecnica che trasmette il virus da un furetto all’altro più volte, questi ricercatori sono stati in grado di creare un virus dell’influenza H5N1 che può essere trasmesso alle specie tramite aerosol.

READ  Gli americani completamente vaccinati hanno avuto restrizioni più flessibili per mesi. Perché non canadesi?

Lo studio è stato ampiamente discusso e la ricerca è stata infine sospesa. Il governo degli Stati Uniti ha persino esortato le riviste scientifiche a non pubblicare i loro risultati completi, sostenendo che le informazioni potrebbero essere utilizzate dai bioterroristi. Le ricerche sono riprese nel 2013.

La ricerca sul guadagno di un lavoro ha il potenziale per aiutare a prevenire la trasmissione del virus da animale a uomo con il potenziale di una pandemia. Tuttavia, questo tipo di ricerca deve essere condotto in un laboratorio altamente sicuro, come quelli conosciuti come BSL-4.

Questi laboratori sono stati costruiti per proteggere il personale e i ricercatori dalle infezioni e per impedire la fuga di organismi. Tuttavia, i documenti dei funzionari dell’ambasciata degli Stati Uniti hanno rivelato che gli standard di biosicurezza presso il laboratorio BSL-4 del WIV non erano abbastanza severi. Inoltre, un certo numero di ricercatori ha suggerito che gli studi sul guadagno di funzione dell’istituto sui coronavirus dei pipistrelli erano rischiosi e potrebbero essere dannosi per l’uomo se scappassero.

L’ipotesi di una fuga di laboratorio a Wuhan è stata riproposta, quindi l’ipotesi che SARS-CoV-2 abbia avuto origine in una fuga da un laboratorio di Wuhan viene ora presa sul serio.

Sebbene un gruppo istituito dall’Organizzazione mondiale della sanità che ha visitato la struttura di Wuhan abbia concluso che apparentemente non vi erano prove a sostegno di un’origine artificiale del virus SARS-CoV-2, diversi eminenti scienziati si sono chiesti se la Cina fosse completamente trasparente durante quella visita. . . In una lettera aperta pubblicata a maggio su Science, questi scienziati hanno chiesto ulteriori indagini.

In un’intervista dell’11 maggio, Fauci ha chiesto un’indagine più approfondita sulle origini del SARS-CoV-2. Il 26 maggio, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha incaricato le sue agenzie di intelligence di raddoppiare le indagini su una possibile fuga di laboratorio del virus responsabile dell’attuale pandemia.

READ  Le vaccinazioni nell'estremo nord sono in ritardo rispetto al resto della provincia come Sask. Si apre

Nuove prove sono state fornite anche da vari media: il Wall Street Journal ha recentemente rivelato che diversi ricercatori WIV si sono ammalati nell’autunno del 2019 con sintomi simili a “COVID-19 e malattie stagionali comuni” e che almeno tre sono stati ricoverati in ospedale, aggiungendo Sostegno alla necessità di indagare se il virus COVID-19 sia fuggito da un laboratorio di Wuhan.

L’Organizzazione mondiale della sanità, Biden e Fauci, tra gli altri, chiedono ulteriori indagini sull’ipotesi e gli studi sul guadagno di funzione sui coronavirus animali al WIV sono fondamentali per queste indagini.

Sebbene non sia possibile ottenere prove conclusive sulle origini di SARS-CoV-2, i recenti sviluppi sollevano nuove preoccupazioni sugli esperimenti di guadagno di funzione in generale e possono portare a una rivalutazione sia dell’approccio sperimentale che di quello di sicurezza. I regolamenti dei laboratori che stai utilizzando. (conversazione) AMS

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)