Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Le azioni globali scendono ai minimi di quattro settimane, il dollaro è alto

Un investitore siede di fronte a un tabellone che mostra informazioni sui titoli in un ufficio di brokeraggio a Pechino, Cina, 7 dicembre 2018. REUTERS/Thomas Peter/File Photo

  • Grafico: prestazioni globali delle risorse http://tmsnrt.rs/2yaDPgn
  • Grafico: tassi forex globali http://tmsnrt.rs/2egbfVh

LONDRA (Reuters) – Le azioni globali sono scese al minimo di quattro settimane lunedì dopo che l’improvvisa inversione di tendenza della Federal Reserve la scorsa settimana ha ridotto l’attrattiva degli asset più rischiosi, mentre il dollaro ha mantenuto i suoi guadagni e si è attestato vicino al massimo di quasi 10 settimane. .

Le azioni europee hanno aperto in ribasso, ma l’indice europeo STOXX 600 ha cancellato le sue perdite iniziali per essere scambiato invariato, sostenuto dai guadagni delle azioni tedesche (.GDAXI) e italiane (.FTSEMIB). (.stoxx)

Il FTSE 100 (.FTSE) della Gran Bretagna è crollato dello 0,05%, il CAC 40 della Francia è scivolato dello 0,3% (.FCHI) e l’IBEX 35 (.IBEX) della Spagna dello 0,6%.

L’indice MSCI All Country World, che misura le azioni di 49 paesi, è sceso dello 0,3% e ha toccato il livello più basso dal 24 maggio (.MIWD00000PUS).

I rendimenti dei titoli del Tesoro USA a 10 anni sono scesi al minimo dal 24 febbraio all’1,3540%, mentre il rendimento a 30 anni è sceso all’1,9290% per la prima volta dall’11 febbraio.

La curva dei rendimenti, misurata come differenza tra i rendimenti a due e a 30 anni, è stata la più piatta dalla fine di gennaio, poiché gli investitori hanno previsto tassi di interesse più elevati riducendo al contempo le aspettative di crescita e inflazione a lungo termine.

Il dollaro USA si è avvicinato al massimo di 10 settimane toccato venerdì contro le principali valute, dopo il più grande rialzo settimanale in più di un anno.

READ  Borse europee in calo dopo il peggioramento dell'umore economico globale

“Il rally del dollaro della scorsa settimana è una combinazione di aspettative e (vendita di dollari), preoccupazione che la Fed sia “dietro la curva” (e quindi dovrebbe fare di più e prima del previsto) e che i mercati azionari stiano iniziando a perdere vigore facendo Carlson, analista quantitativo junior presso SEB: “Il dollaro si sta rafforzando come valuta più difensiva”. “Continuiamo a vederlo come una correzione piuttosto che l’inizio di una nuova tendenza”.

Le azioni di banche, società energetiche e altre società che tendono ad essere sensibili alle fluttuazioni dell’economia sono diminuite drasticamente dopo la riunione della Federal Reserve di mercoledì, quando la banca centrale ha sorpreso gli investitori prevedendo due aumenti dei tassi di interesse di un quarto di punto percentuale nel 2023. Di più

James Bullard, presidente della Federal Reserve Bank di St. Louis, ha aggiunto alle vendite di venerdì affermando che il passaggio a un più rapido inasprimento delle politiche è stata una risposta “naturale” alla crescita economica e all’inflazione che si muove più velocemente del previsto mentre il paese ha riaperto da la pandemia di coronavirus.

“Il perno della Fed per iniziare a discutere di un inasprimento è rimasto sbalordito, ma a nostro avviso i mercati hanno iniziato a respingere questo inevitabile processo mesi fa”, hanno scritto gli analisti di Morgan Stanley in un rapporto.

“È esattamente ciò di cui tratta l’inversione di tendenza a metà ciclo e si adatta perfettamente alla nostra versione di mercati azionari instabili e una correzione del 10-20% per gli indici più ampi quest’anno”.

In precedenza in Asia, il Nikkei giapponese (.N225) ha guidato i ribassi con un calo del 3,6% ed è sceso sotto 28.000 per la prima volta in un mese, mentre il più ampio indice MSCI delle azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) è ​​sceso dell’1,4%. Le blue chip cinesi (.CSI300) hanno perso lo 0,7%.

READ  Bitcoin cade mentre gli analisti indicano un imminente collasso tecnico

I futures sulle azioni statunitensi hanno indicato guadagni quando Wall Street ha riaperto, in rialzo dello 0,2% dopo il calo dell’1,3% di venerdì dell’S&P 500 (.SPX). I futures Nasdaq salgono dello 0,3%.

Diversi funzionari della Federal Reserve hanno compiti di parola questa settimana, incluso il presidente Jerome Powell, che martedì testimonierà davanti al Congresso.

Il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde parla lunedì davanti al Parlamento europeo.

Lunedì l’euro è stato scambiato vicino al minimo dal 6 aprile a $ 1,1887, in calo rispetto al massimo di $ 1,21457 di martedì scorso.

La sterlina ha riguadagnato parte dei suoi guadagni, scambiando lo 0,3% in più a $ 1,3836 dopo aver toccato il livello più basso dal 16 aprile venerdì.

Anche le valute legate alle materie prime hanno sofferto, con il dollaro australiano che ha superato il minimo di sei mesi di $ 0,7495.

Il dollaro forte ha anche messo sotto pressione la criptovaluta, con bitcoin in calo del 4,2% a circa $ 34.112, mentre il rivale più piccolo etere ha perso il 5,7% a circa $ 2.115.

Nelle materie prime, l’oro è rimbalzato dell’1,1% a $ 1.782,90 l’oncia lunedì, cercando di raccogliere sei giorni di perdite consecutive, ma è ancora vicino al livello più basso dall’inizio di maggio.

Il rame a tre mesi sul London Metal Exchange è sceso al livello più basso dal 15 aprile, dopo essere sceso dell’8,6% la scorsa settimana, il più grande calo settimanale da marzo 2020.

Il greggio è salito per il secondo giorno, sostenuto dalla forte domanda durante la stagione estiva di guida e una pausa nei colloqui per rilanciare l’accordo nucleare iraniano che potrebbe segnalare un ritardo nella ripresa delle forniture dal produttore OPEC.

READ  Le interruzioni dell'offerta hanno ridotto gli ordini industriali tedeschi ad aprile

I futures sul greggio Brent sono aumentati dello 0,2% a 73,64 dollari al barile, mentre il greggio US West Texas Intermediate è aumentato dello 0,3% a 71,83 dollari al barile.

(Relazione di Ritvik Carvalho). Co-reporting di Kevin Buckland a Tokyo; Montaggio di Catherine Evans

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.