Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Le autorità cinesi sgombrano e indagano sulle vibrazioni dei grattacieli

Le autorità della città cinese meridionale di Shenzhen hanno evacuato un grattacielo di 70 piani dopo che ha iniziato a oscillare e stanno indagando sulla causa.

Migliaia di persone sono fuggite a SEG Plaza e nelle aree circostanti dopo che è precipitato martedì.

Il governo di Shenzhen ha affermato che da martedì non sono state rilevate ulteriori fluttuazioni e che la struttura principale e l’ambiente circostante sono apparsi stabili.

“Sulla base di un’analisi, qualsiasi evento sismico è stato escluso come possibile causa”, ha detto nel suo microblog. Ha aggiunto che l’infrastruttura in acciaio dell’edificio, le finestre e altre caratteristiche architettoniche non sembravano essere danneggiate e non c’erano segni di crepe nelle strade circostanti.

I primi dieci piani dell’edificio sono un mercato per l’elettronica, mentre gli uffici occupano la maggior parte del resto. L’edificio di 20 anni è di oltre 300 metri (circa 1.000 piedi) ed è sormontato da un eliporto.

Il consolato americano nella vicina città di Guangzhou ha emesso un consiglio esortando i cittadini a evitare la piazza e l’area circostante a causa di “informazioni insufficienti per valutare i rischi per la sicurezza” e di starne alla larga fino a quando le autorità non avranno preso una decisione chiara.

Confinante con la regione semiautonoma di Hong Kong, Shenzhen si è trasformata da un tranquillo villaggio di pescatori negli anni ’70 in un fiorente centro dell’industria elettronica, con alcune delle architetture più lussuose della Cina e gli immobili più costosi.

READ  L'Algeria vieta le proteste non autorizzate | Notizie di proteste