Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Le ali dorate dello specchio del telescopio spaziale si aprono per l’ultima volta sulla Terra

Distribuire, spostare, espandere e pubblicare tutti i numerosi pezzi animati di Webb dopo che sono stati esposti a un lancio simulato è il modo migliore per garantire che funzionino come previsto una volta nello spazio. Credito: NASA / Chris Gunn

Per l’ultima volta sulla Terra, il telescopio per le scienze spaziali più grande e potente del mondo ha aperto il suo famoso specchio primario. Questo evento ha segnato una pietra miliare nella preparazione dell’osservatorio per il lancio entro la fine dell’anno.


Come parte dei test finali del telescopio spaziale James Webb della NASA, era lungo 6,5 metri (21 piedi, 4 pollici). Specchio Gli fu ordinato di espandersi completamente e ancorarsi, proprio come se fosse nello spazio. La conclusione di questo test è il punto di controllo finale del team in una lunga serie di test progettati per garantire che i 18 specchi esagonali di Webb siano preparati per un lungo viaggio nello spazio e una vita di profonde scoperte. Quindi, tutte le molte parti mobili di Webb in fase di test confermeranno che possono eseguire le operazioni previste dopo essere state esposte all’ambiente di lancio previsto.

“Il Specchio primario È una meraviglia tecnologica. “Gli specchi, i rivestimenti, gli attuatori, i meccanismi leggeri, l’elettronica e le coperte termiche quando sono completamente distribuiti costituiscono un micro-specchio davvero fantastico”, ha affermato Lee Veinberg, direttore del componente del telescopio ottico di Webb presso il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland. Questa non è solo la sequenza di test di distribuzione finale che il team ha deciso di preparare Webb per la vita nello spazio, ma significa che quando avremo finito, il mirror principale sarà bloccato in posizione per il lancio. È umiliante pensare alle centinaia di persone dedite in tutto il paese che hanno lavorato duramente per progettare e costruire lo specchio principale, e ora ci fanno sapere che il lancio è molto presto “.

Le ali d'oro di Webb aprono lo specchio per l'ultima volta sulla Terra

La conclusione di questo test è il risultato finale del team in una lunga serie di checkpoint progettati per garantire che i 18 specchi esagonali di Webb siano preparati per una lunga durata di rilevamento profondo. Credito: NASA / Chris Gunn

Portare le condizioni di prova vicine a quelle che Webb testerà nello spazio aiuta a garantire che l’osservatorio sia completamente preparato per la sua missione scientifica a un milione di miglia dalla Terra.

I comandi per l’apertura e il dispiegamento dei pannelli laterali degli specchietti sono stati trasferiti dalla sala di controllo del Web Test a Northrop Grumman, a Redondo Beach, in California. Le istruzioni del programma sono state inviate e i meccanismi che sono stati attivati ​​sono gli stessi di quelli usati nello spazio. L’apparecchiatura di compensazione della gravità di Webb è stata collegata per simulare l’ambiente a gravità zero in cui opereranno i suoi complessi meccanismi. Le migliori coperte termiche e uno scudo innovativo progettato per proteggere i suoi specchi e strumenti da eventuali interferenze erano tutti a posto durante i test.

Per osservare oggetti nell’universo lontano e per fare scienza mai vista prima, uno specchio di rete deve essere troppo grande per entrare in qualsiasi razzo disponibile nella sua forma completamente estesa. Come un’opera d’arte di carta, Webb ha molte parti mobili progettate specificamente per piegarsi in modo da formare un compatto molto più piccolo di quanto sarebbe stato quando l’osservatorio era completamente schierato. Ciò gli consente di adattarsi a malapena all’interno di una carenatura missilistica alta 5 metri, con poco spazio per contenere.

Questo video mostra gli specchi del telescopio spaziale James Webb durante una lunga serie di test, dalle singole parti ai test finali degli specchi assemblati. Crediti: Goddard Space Flight Center della NASA Michael B. Menzel (AIMM): produttore Michael McClear (KBRwyle): capo videografo Sophia Roberts (AIMM): videografo Michael B. Menzel (AIMM): video editor

La distribuzione, il funzionamento e la messa a fuoco dei loro mirror dorati richiedono 132 operatori e driver singoli, nonché un software in background complesso per supportarli. Il corretto dispiegamento nello spazio è fondamentale per mettere a punto i singoli specchi Webb in un unico riflettore funzionale e monumentale. Una volta che le alette sono completamente estese e in posizione, gli attuatori molto sottili sul lato posteriore degli specchietti posizionano e piegano o piegano ogni specchio secondo una prescrizione prescritta. Ogni attuatore e i relativi movimenti previsti sono stati completati in un test funzionale finale all’inizio di quest’anno.

“I principali osservatori spaziali come Webb danno frutti solo quando individui dedicati lavorano insieme per vincere la sfida di costruire qualcosa che non è mai stato fatto prima. Sono particolarmente orgoglioso dei nostri team che hanno creato mirror web e l’elettronica complessa e il software in background consentiranno lui per vedere le profondità dello spazio con precisione. È stato così divertente e così gratificante vederlo tutto insieme. Completare questo ultimo test sui suoi specchi è particolarmente eccitante dato quanto siamo vicini a lanciarlo entro la fine dell’anno, ha detto Ritva Kiski Koha, vice direttore del componente del telescopio ottico di Webb a Goddard.

Dopo questo test, gli ingegneri passeranno immediatamente ad affrontare gli ultimi test di Webb, che includono l’estensione e quindi il riassemblaggio di due serie di radiatori che aiutano l’osservatorio a raffreddarsi, estendendo completamente e ripristinando la sua torre dispiegabile.

Il James Webb Space Telescope sarà il primo al mondo Lo spazio Science Observatory quando verrà lanciato nel 2021. Webb risolverà i misteri nel nostro sistema solare, guarderà oltre a mondi lontani attorno ad altre stelle e sonderà strutture misteriose, le origini dell’universo e il nostro posto in esso. Webb è un programma internazionale guidato dalla NASA con i suoi partner ESA (European Space Agency) e Canadian Space Agency.


Successo della pubblicazione di mirror secondari critici per NASA Web


la citazione: Le ali dello specchio d’oro del telescopio spaziale si aprono un’ultima volta sulla Terra (2021, 11 maggio) Estratto l’11 maggio 2021 da https://phys.org/news/2021-05-space-telescope-golden-mirror-wings.html

Questo documento è soggetto a copyright. Nonostante qualsiasi trattamento equo ai fini di studio o ricerca privata, nessuna parte può essere riprodotta senza autorizzazione scritta. Il contenuto viene fornito solo a scopo informativo.

READ  Il fulmine colpisce il confine dello spazio in modi che non hai mai visto prima!