Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

L’Arena di Verona condivide una vasta collezione con video dinamici | divertimento

Contatta Colin Prayab

VERONA, Italia (AP) – L’anfiteatro dell’Arena di Verona nel nord Italia è tornato al suo teatro d’opera completo per la prima volta dalla pandemia, con una grande differenza.

L’imponente set, che solitamente riempie il vasto teatro dell’anfiteatro, è stato sostituito da dinamiche immagini 3D trasmesse su maxischermi a led, ricreando inquadrature di sfondo di paesini siciliani e film in stile Ferrini. ..

La regola della distanza significa che il drammaturgo deve limitare il movimento del gruppo dietro lo stretto backstage di un anfiteatro romano all’aperto, per iniziare a reinventare il 98° Festival dell’Opera all’Arena di Verona. L’ho fatto.

In questa stagione, la tecnologia sostituirà il noto gruppo sul ring. Questo set è abbastanza grande da riempire il vasto palco e persino affascinare il pubblico seduto al piano di sopra.

“In fondo l’Arena di Verona è abituata a fare grandi spettacoli con qualità artistica e un po’ da faraone”, ha detto Cecilia Gasdia, direttore generale dell’Arena.

Il vicedirettore creativo Stefano Trespede sta attingendo a un mago della tecnologia di DWOK, un’azienda italiana specializzata in video design avanzato, per aiutare a creare la prima virtuale della stagione 2020 di “Aida” di Lascara alla Sydney Opera. Ho progettato un set virtuale per la produzione.

Le persone leggono anche…

“Sono artisti e ingegneri allo stesso tempo, il che non è un’impresa facile”, ha detto Trespede. “Questa è una grande innovazione. L’innovazione richiede tempo. Il processo che stiamo iniziando oggi non sa dove ci porterà. In effetti, ci sta spingendo in avanti. Il potenziale”.

READ  Keira Knightley ha indossato abiti Chanel durante il lockdown

La prima inaugurale di venerdì è stata doppiata per “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascani e “Clown” di Ruggero Leoncavallo. In effetti, il set in legno “Cavalleria” uscito l’anno scorso è ancora incompiuto in un laboratorio simile a una grotta ai margini della città e potrebbe essere messo da parte per future uscite.

Su uno schermo led di 400 metri quadrati è stato invece realizzato un villaggio siciliano, con pendii, facciata di chiese ed edifici rupestri proiettati in profondità 3D. Le nuvole in movimento hanno dato alla scena un senso di vivacità, mentre cantanti e attori si muovevano su e giù per le scale fisiche, oltre una facciata piena di tavoli e sedie, creando una piazza centrale.

Mentre “Cavalleria Rusticana” è stata eseguita nei colori nero, bianco e grigio, il cast di “Clown” ha indossato costumi artistici dai colori vivaci su uno sfondo grezzo ispirato al set del film Ferrini. L’opera sottolinea il conflitto tra la vita reale e il teatro.

I componenti video includono anche grandi immagini dei musei italiani in ciascuna delle cinque nuove opere, tra cui Aida, Nabucco e La Traviata. La collaborazione con i Musei Vaticani, gli Uffizi e il Museo Egizio di Torino vuole essere un gesto di solidarietà con un altro settore culturale che è stato ristretto durante la pandemia.

“Hanno trovato questa ottima soluzione per funzionare molto bene”, ha detto Yusuf Aivazov, un cantante che interpreta il ruolo di Canio/Pagliacchio. “È davvero bello vedere che non è un vero set e il pubblico può vedere il vero spettacolo, non solo il concerto”.

READ  La regina sta tornando per delineare l'agenda per il nuovo governo del Regno Unito

Eyvazof afferma che lo schermo ha ulteriori vantaggi. Questo è molto importante nel cortile in quanto è un muro che fornisce anche supporto vocale e canto all’aperto. “

Il divieto di virus in corso significa che l’arena può attualmente ospitare fino a 6.000 ospiti anziché 13.500 prima della pandemia. I musicisti dell’orchestra sono separati da due metri, il coro si allarga sul palco sinistro nei sedili dell’anfiteatro come un coro greco, e quando il palco è affollato, i membri del cast non cantanti indossano maschere. fare.

Per molti tra il pubblico, solo guardare il teatro dal vivo è divertente e la nuova tecnologia è un nuovo elemento da assorbire.

“Anche se sei abituato al grande gruppo sul ring, è comunque molto bello”, ha detto Gia Veronese, un habitué il cui figlio di otto anni ha cantato nel coro dei ragazzi Paolo Veronese. “A un certo punto, è quasi reale.”

Copyright 2021 AP Comunicazione. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

collegamento alla fonte L’Arena di Verona condivide una vasta collezione con video dinamici | divertimento