Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

L’America dice che non si unirà al Trattato Cieli Aperti con la Russia | Notizie di Donald Trump

L’accordo, dal quale si è ritirato l’ex presidente Trump, ha consentito voli di ricognizione su installazioni militari in entrambi i paesi.

Gli Stati Uniti hanno detto alla Russia giovedì che non avrebbero aderito all’accordo sul controllo degli armamenti di Open Skies, che consente voli di sorveglianza disarmati sugli Stati membri, ha detto un funzionario degli Stati Uniti.

Citando funzionari statunitensi anonimi, l’Associated Press ha riferito che il vice segretario di Stato Wendy Sherman ha detto ai russi che l’amministrazione Biden aveva deciso di non rientrare nel trattato, che consentiva voli di ricognizione su strutture militari in entrambi i paesi prima che il presidente Donald Trump si ritirasse dal trattato. l’accordo.

La decisione di giovedì significa che un importante trattato sul controllo degli armamenti tra le potenze nucleari – il nuovo trattato START – rimarrà in vigore. Trump non ha fatto nulla per estendere il nuovo trattato START, che doveva scadere all’inizio di quest’anno, ma dopo il suo insediamento, l’amministrazione Biden si è mossa rapidamente per estenderlo di cinque anni e ha aperto una revisione del ritiro di Trump dal Trattato Cieli aperti.

Il ministero degli Esteri russo ha dichiarato a gennaio che il ritiro degli Stati Uniti dal Trattato Cieli aperti ha “sviato in modo significativo l’equilibrio degli interessi dei firmatari del trattato”, aggiungendo che le proposte di Mosca per mantenere in vita il trattato sono state oggetto di forti pressioni da parte degli alleati di Washington. [File: Susan Walsh/AP Photo]

I funzionari hanno affermato che la revisione è stata completata e che Sherman ha informato il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov della decisione degli Stati Uniti di non tornare ai cieli aperti giovedì. I funzionari non sono stati autorizzati a discutere la questione pubblicamente e hanno parlato a condizione di anonimato.

La mossa è arrivata prima di un incontro tra il presidente Joe Biden e il presidente russo Vladimir Putin il 16 giugno a Ginevra, in Svizzera. Cercheranno di trovare un terreno comune in mezzo a un forte deterioramento delle relazioni che ha portato le relazioni al livello più basso degli ultimi decenni.

READ  2 vaccini Pfizer COVID-19 più efficaci di AstraZeneca contro la variante Delta, affermano i dati - National

Il Trattato Cieli Aperti mira a costruire la fiducia tra la Russia e l’Occidente consentendo a più di trenta firmatari del trattato di condurre voli di ricognizione sui reciproci territori per raccogliere informazioni su forze e attività militari.

Dall’entrata in vigore del trattato, nel 2002, sono stati effettuati più di 1.500 voli con l’obiettivo di aumentare la trasparenza e consentire il monitoraggio del controllo degli armamenti e di altri accordi.

La camera bassa del parlamento russo ha votato il 19 maggio il ritiro dal trattato المعاهد [File: The Federal Assembly of The Russian Federation via AP]

L’amministrazione Trump ha annunciato il ritiro degli Stati Uniti dal trattato l’anno scorso e la camera bassa del parlamento russo ha votato la scorsa settimana per seguire l’esempio. Ma a partire da giovedì, entrambe le parti hanno affermato che il trattato potrebbe ancora essere salvato. I funzionari russi hanno affermato di essere disposti a riconsiderare il loro ritiro se gli Stati Uniti faranno lo stesso.

La camera alta del parlamento russo, il Consiglio della Federazione, avrebbe dovuto approvare il disegno di legge sul ritiro il 2 giugno e, una volta che Putin avrà firmato il provvedimento, la Russia impiegherà sei mesi per uscire.

Tuttavia, la notifica di giovedì sembrava segnalare la fine del trattato, che ha avuto un ampio sostegno dagli alleati degli Stati Uniti in Europa e dai Democratici al Congresso come misura per rafforzare la fiducia tra gli ex nemici della Guerra Fredda.