Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

La vera bomba demografica, l’Italia motiverà finanziariamente i bambini

L’Italia è da molti anni una vera bomba demografica. E l’epidemia di Govit-19 non ha aiutato. A partire dal prossimo luglio, un bambino riceverà un bonus di 250 euro al mese per incoraggiare la popolazione a riprodursi.

Nel novembre 2018 è stato pubblicato un rapporto The Lancet L’allarme è scattato: dal 1950 il tasso di natalità globale è sceso da 4,7 a 2,4 per donna. Non è senza conseguenze.

Le tendenze attuali indicano un futuro con pochissimi bambini e con più di 65 anni. In altre parole, un futuro Sempre meno giovani e lavoratori e più pensionati. Una simile struttura comporterebbe quindi un onere particolarmente pesante per le economie dei paesi interessati, il che finirebbe per rendere difficile il pagamento delle pensioni.

Ci sono molte ragioni per questo declino

Per i ricercatori dietro il rapporto, un paese su due nel mondo non ha abbastanza figli per mantenere una popolazione. Alcuni sono “colpiti” più di altri da Stati Uniti, Cina, Bulgaria, Lettonia, Spagna, Italia o Corea del Sud e Giappone.

Ci sono molte ragioni per queste tendenze. Stabilità finanziaria per alcuni, gravidanza tardiva per altri, per non parlare della povertà dello sperma in generale.

Guardiamo anche alle conseguenze dell’immigrazione, che sconvolge queste cifre. I bulgari trovano i suoi cittadini in fuga altrove in cerca di lavoro In effetti si sta riducendo più velocemente di qualsiasi altro paese al mondo. Potrebbe indebolirsi rapidamente come dopo la seconda guerra mondiale.

Ci sono ancora alcuni segnali positivi a questi risultati. Un calo del tasso di natalità può essere effettivamente spiegato da vari metodi contraccettivi o da un migliore accesso al lavoro per le donne, che era più complicato negli anni ’50.

READ  Vincenzo Nibali: Il pensiero del Giro de Italia è più forte del dolore
Credito: regina_zulauf / Pixabay

Un premio in Italia

Lo è sempre “Se non succede nulla, assisteremo all’inevitabile declino di questa popolazione”., Poi ha avvertito Christopher Murray, l’autore principale del rapporto The Lancet. Per questo l’Italia, così angosciata da Covit-19, sta reagendo.

Con l’aumentare del numero di immigrati nel Paese e la diminuzione del numero di italiani che lasciano il Paese, nessuna di queste tendenze sembra davvero “risolvere” i problemi demografici del Paese. Molti italiani Voglio avere più figli, Ma le difficoltà nel trovare un lavoro incoraggiano la decisione di non farlo.

Conclusione, registriamo ca. 400.000 nascite all’annoQuesto è quasi un figlio per donna contro quasi due bambini in Francia. Come accennato in precedenza, questo non è sufficiente. Dal prossimo luglio, un bonus 250 euro al mese Quindi dal 7 ° mese di gravidanza ogni bambino fino a 21 anni verrà affidato ai genitori. Obiettivo: aggiornare il tasso di natalità.

Da parte sua, la Cina sta anche cercando di scongiurare una futura crisi demografica proponendo di ridurre la durata dello studio. L’idea sarebbe quella di consentire alle giovani donne cinesi di accedere più rapidamente al mercato del lavoro e, di fatto, di ottenere una maggiore facilità finanziaria che consentirebbe loro di considerare tranquillamente di avere figli.