Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

La variante B.1.1.7 è stata rilevata in una casa di cura a lungo termine a Ottawa con la crescita dell’epidemia di COVID-19

Ottawa – Variante B.1.1.7 Il COVID-19 rilevato per la prima volta nel Regno Unito è stato trovato nella città di Ottawa che gestisce una casa di cura a lungo termine gravemente colpita da COVID-19.

Altri otto dipendenti e un visitatore del Centre d’accueil Champlain in rue de Perrier sono risultati positivi al COVID-19.

“La casa è ancora colpita da un’epidemia a livello di struttura. In questo momento, tutti gli individui sono stabili”, ha detto mercoledì sera Donna Gray, direttore generale della comunità e dei servizi sociali a Ottawa in una nota al consiglio.

“I risultati del test hanno confermato la presenza del surrogato britannico in alcuni casi positivi a casa”.

L’epidemia di COVID-19 è stata annunciata al Centre d’accueil Champlain il 19 maggio. Ora ci sono 35 casi di COVID-19 associati alla casa di cura a lungo termine Vanier, che ha 25 dipendenti, sei residenti e quattro visitatori.

Gray ha confermato che alcuni individui risultati positivi durante l’epidemia di COVID-19 sono stati completamente immunizzati e hanno ricevuto due dosi del vaccino COVID-19.

“Gli individui che hanno ricevuto il vaccino possono ancora portare il virus e potrebbero risultare positivi per COVID-19”, ha detto Gray.

“Tutti i vaccini COVID-19 attualmente approvati sono efficaci nel ridurre il rischio di malattie gravi, ospedalizzazione e morte. Il team di gestione continua a promuovere attivamente le vaccinazioni per i dipendenti interni”.

A metà maggio, la città ha dichiarato che il 71% dei lavoratori domestici di assistenza a lungo termine aveva ricevuto una singola iniezione del vaccino COVID-19.

La sanità pubblica di Ottawa ospiterà una clinica di vaccinazione del personale presso il Centre d’accueil Champlain questa settimana.

READ  Il numero di casi di COVID-19 in tutto il mondo ha superato i 159,3 milioni; Il bilancio delle vittime sale a oltre 3,31 milioni

Gray afferma che per controllare la trasmissione del virus, sono stati messi in atto i seguenti protocolli di prevenzione e controllo migliorati:

  • La sanità pubblica a Ottawa è presente ogni giorno

  • Il team regionale IPAC in Ontario for Health sarà sul posto per fornire supporto

  • Modifiche alle operazioni di ristorazione di alcuni residenti e di sala ristoro dei dipendenti

  • Revisioni periodiche del personale e degli assistenti designati sull’uso dei dispositivi di protezione individuale e sull’igiene delle mani

  • Pulizia migliorata in tutta la casa

“È davvero triste e ho molta paura”, ha detto Monique Latrimoy in un’intervista a CTV News Ottawa mercoledì. È la badante principale della madre di 99 anni che vive nel Centre d’accueil Champlain.

“Non funziona bene mentalmente. Fisicamente, se ne prendono cura”.

Il cancelliere Matteo Florey ha sollevato preoccupazioni per l’epidemia di COVID-19 nei tassi di vaccinazione delle case e dei dipendenti durante una riunione del consiglio di amministrazione mercoledì.

“Sono preoccupato perché ho sentito parlare della questione della fiducia nella vaccinazione tra il personale di quella particolare struttura”, ha detto Fleury. “Ora ci troviamo in uno scoppio.”

Il capo della sanità, la dottoressa Vera Aches, ha detto al consiglio che le cliniche dedicate all’assistenza a lungo termine e ai lavoratori delle case di riposo continueranno.

“La copertura per la prima dose sta migliorando sempre meglio, e attualmente siamo al momento di introdurre quella seconda dose per gli operatori sanitari, con la priorità nelle case di cura e di riposo”, ha detto Etches.

Hatches ha avvertito che le persone completamente vaccinate sono ancora suscettibili di contrarre il virus.

“Dove vediamo il fallimento del vaccino dopo due dosi, è più comune nelle persone di età superiore agli 80 anni, quindi la popolazione sarà più a rischio”.

File di Leah Larocque di CTV News Ottawa