Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

La navicella spaziale Juno della NASA cattura la luna più grande di Giove in foto mozzafiato

La sonda spaziale Juno della NASA ha ottenuto le prime immagini di Ganimede, la luna più grande di Giove, mentre volava vicino alla luna ghiacciata lunedì. Juno è l’unica seconda navicella spaziale ad aver volato su Ganimede in due decenni. La NASA ha condiviso due foto sul suo handle di Instagram, offrendoci una visione più ravvicinata e dettagliata della superficie dell’unica luna nel nostro sistema solare più grande del pianeta Mercurio. Le immagini – una presa dall’imager JunoCam dell’orbita di Giove e l’altra dalla fotocamera stellare della Stellar Reference Unit – rivelano i dettagli più fini, inclusi i crateri e il terreno chiaramente luminoso e scuro di Ganimede.

L’agenzia spaziale ha affermato che il sorvolo di Giunone è stato il veicolo spaziale più vicino alla luna gigante di Giove in 20 anni. “Al momento del suo massimo avvicinamento, Giunone si trovava a 645 miglia (1.038 km) dalla superficie di Ganimede”, ha detto la NASA in un post su Instagram.

Nel maggio 2000, la navicella spaziale Galileo della NASA è passata fino a 162 miglia (261 chilometri) sulle superfici delle lune Galileo, producendo immagini dettagliate.

Questa è la navicella spaziale più vicina a questa luna gigante da una generazione, ha affermato il ricercatore principale di Juno Scott Bolton del Southwest Research Institute di San Antonio, aggiungendo che ci vorrà tempo prima che si possano trarre conclusioni scientifiche. “Fino ad allora possiamo semplicemente meravigliarci di questa meraviglia celeste”, ha detto la NASA. Post sul blog.

L’imager JunoCam a luce visibile della navicella, usando il suo filtro verde, ha catturato quasi un intero lato della luna coperto di ghiaccio d’acqua. La NASA ha affermato sul suo sito Web che in seguito, quando appariranno versioni della stessa immagine che includono filtri della fotocamera rosso e blu, gli esperti di imaging saranno in grado di fornire un’immagine a colori di Ganimede. La navicella invierà altre immagini nei prossimi giorni.

READ  Il fulmine colpisce il confine dello spazio in modi che non hai mai visto prima!

La fotocamera di navigazione del modulo di riferimento stellare di Juno ha catturato il lato oscuro della superluna il 7 giugno mentre volava vicino ad essa.

Heidi Becker, a capo di Juno nel monitoraggio delle radiazioni al JPL, ha affermato che le condizioni in cui è stata raccolta questa immagine erano ideali per una fotocamera per condizioni di scarsa illuminazione come quella che hanno usato. “Quindi, questa è una parte del tetto che è diversa da quella che JunoCam vede alla luce diretta del sole. Sarà interessante vedere cosa possono mettere insieme le due squadre”, ha detto Becker.

L’incontro di Giunone con la luna di Giove dovrebbe fornire informazioni sulla sua composizione, ionosfera, magnetosfera e guscio ghiacciato. Si prevede inoltre di fornire misurazioni dell’ambiente radioattivo che andranno a beneficio delle future missioni del sistema gioviano.

Secondo le informazioni fornite dalla NASA Panoramica di Giunone Page, l’obiettivo principale di Giunone è comprendere l’origine e l’evoluzione di Giove.

Sotto la sua spessa coltre di nubi, dice l’agenzia spaziale, Giove protegge i segreti dei processi e delle condizioni di base che hanno governato il sistema solare durante la sua formazione. Il pianeta può anche fornire importanti conoscenze per comprendere i sistemi planetari scoperti intorno ad altre stelle.


Sei interessato alle criptovalute? Discutiamo di tutto ciò che riguarda le criptovalute con il CEO di WazirX Nischal Shetty e il fondatore di WeekendInvesting Alok Jain a orbitalePodcast Gadgets 360. Disponibile su Podcast di meleE il google podcastE il spotifyE il musica amazon Ovunque tu ottenga il tuo podcast.