Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

La minaccia mongola dalle dimensioni ridotte mostra che anche i dinosauri amano la vita notturna

Il contenuto dell’articolo

Sotto la copertura dell’oscurità negli habitat del deserto circa 70 milioni di anni fa, in quella che è oggi la Mongolia e la Cina settentrionale, un dinosauro dall’aspetto coraggioso ha utilizzato un’eccellente visione notturna e un udito incredibile per crescere come un predatore notturno di dimensioni ridotte.

Gli scienziati hanno detto, giovedì, che un esame di un anello osseo che circonda la pupilla e un tubo osseo all’interno del cranio che ospita l’organo uditivo ha mostrato che questo dinosauro, chiamato Shuvuuia deserti, vantava capacità visive e uditive simili a barbagianni, indicando che potrebbe. Inseguendo nell’oscurità completa.

Il loro studio, pubblicato sulla rivista Science, mostra che i dinosauri predatori generalmente hanno un udito migliore della media, il che è positivo per i cacciatori, ma hanno una migliore visibilità alla luce del giorno. Al contrario, Shuvuuia (pronunciato shu-VOO-ee-ah) amava la vita notturna.

Lo Shuvuuia era un dinosauro a due zampe delle dimensioni di un fagiano del periodo Cretaceo che pesava quasi quanto un piccolo gatto domestico. Non aveva le mascelle forti e i denti affilati di molti dinosauri carnivori, e aveva un cranio notevolmente marrone chiaro, simile a un uccello e molti piccoli denti come chicchi di riso.

Annunci

Questo annuncio non è stato ancora caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Il contenuto dell’articolo

Il suo collo di media lunghezza e la testa minuscola, insieme alle gambe molto lunghe, la facevano sembrare un pollo imbarazzante. A differenza degli uccelli, aveva braccia corte ma potenti che terminavano con una grande zampa, buona per scavare.

READ  Alberta ha identificato 391 nuovi casi e altri cinque decessi
Lo scheletro fossile di un minuscolo dinosauro simile a un uccello Shuvuuia Deserti è mostrato in questa foto pubblicata non datata.
Lo scheletro fossile di un minuscolo dinosauro simile a un uccello Shuvuuia Deserti è mostrato in questa foto pubblicata non datata. Fotografia di Mick Ellison / AMNH /Pubblica tramite Reuters

“Shuvuuia potrebbe aver corso attraverso il deserto sotto la copertura della notte, usando il suo incredibile udito e visione notturna per rintracciare piccole prede come mammiferi notturni, lucertole e insetti”. Il paleontologo Jonah Choiniere dell’Università del Witwatersrand in Sud Africa, L’autore principale dello studio, ha dichiarato: “Con le loro lunghe gambe avrebbero potuto essere. È corso rapidamente giù per tale preda e ha usato i suoi arti anteriori per scavare per depredare la preda da qualsiasi copertura come una tana”.

“È un animale così strano che i paleontologi si sono chiesti a lungo cosa faccia effettivamente”, ha aggiunto il paleontologo Roger Benson dell’Università di Oxford in Inghilterra, che ha contribuito a condurre lo studio.

Ci scusiamo, ma il download del video non è riuscito.

I ricercatori hanno esaminato una struttura chiamata lagena, che è un sacco ricurvo simile a un dito situato in una cavità nelle ossa che circonda il cervello e collegato a una parte dell’orecchio che consente ai rettili e agli uccelli di mantenere l’equilibrio e muovere la testa mentre loro camminano. . L’udito acuto aiuta i predatori notturni a localizzare le prede. Più lunga è l’emicrania, migliore è l’udito dell’animale.

Il barbagianni, un abile predatore notturno, anche in condizioni estremamente nere, ha il lago relativamente più lungo tra tutti gli uccelli viventi. Unico tra i dinosauri predatori con un lago estremamente alto, Shuvuuia è quasi identico per dimensioni relative a un barbagianni.

READ  Gli astronomi stanno creando un oceano invisibile di materia oscura al di fuori della Via Lattea

Annunci

Questo annuncio non è stato ancora caricato, ma il tuo articolo continua di seguito.

Il contenuto dell’articolo

I ricercatori hanno anche esaminato una serie di piccole ossa chiamate anello della sclera che circonda la pupilla dell’occhio. Si trova negli uccelli e nelle lucertole ed era presente negli antenati dei mammiferi odierni. Shuvuuia aveva un anello duro molto largo, che indicava le dimensioni della sua pupilla così grande che il suo occhio creava un dispositivo specializzato per catturare la luce.

Lo studio ha scoperto che l’attività notturna era rara tra i dinosauri, ad eccezione di un gruppo chiamato alvarissoor a cui appartenevano i Chuvoya. Alvarezsaurs ha avuto la visione notturna molto presto nella loro prole, ma un udito superiore ha richiesto più tempo per svilupparsi.

“Come molti paleontologi, una volta ho considerato che la notte nell’era dei dinosauri era quando i mammiferi uscivano dai loro nascondigli per evitare la predazione e la competizione. Il significato di queste scoperte è che ci costringono a immaginare dinosauri come Shuvuuia che si evolvono per trarne vantaggio queste società notturne. “

“Dimostra davvero che i dinosauri hanno una vasta gamma di abilità e adattamenti che sono appena emersi ora. Abbiamo trovato prove di una fiorente ‘vita notturna’ ai tempi dei dinosauri”, ha aggiunto Benson.

(Preparato da Will Dunham a Washington, a cura di Rosalba O’Brien)

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum attivo e civico di discussione e incoraggiare tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. Potrebbe essere necessaria fino a un’ora per moderare i commenti prima che vengano visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche e-mail: ora riceverai un’e-mail se ricevi una risposta al tuo commento, se c’è un aggiornamento a un thread di commenti che segui o se un utente sta seguendo i commenti. Abbiamo visitato Guida della comunità Per ulteriori informazioni e dettagli su come impostare un file E-mail Impostazioni.