Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

La medaglia olimpica indiana Sushil Kumar arrestata per omicidio | Notizie sui Giochi Olimpici

Kumar, che ha vinto medaglie per l’India nel 2012 e nel 2016, è in fuga da quando il suo nome è stato menzionato nell’omicidio del suo compagno di wrestler.

Due volte medaglia olimpica di wrestling Sushil Kumar è stato ricercato in relazione all’uccisione di un ex campione nazionale di wrestling in erba, Arrestato Dalla polizia di Delhi nella capitale indiana, New Delhi.

Il 37enne è in fuga da quando il 23enne Sagar Dhankhar è stato picchiato a morte il 4 maggio.

La polizia ha detto che un tribunale di Delhi martedì ha respinto il tentativo del suo avvocato di bloccare il suo arresto e Kumar è comparso in un tribunale della città domenica.

Kumar, che ha anche vinto un titolo mondiale e una medaglia d’oro ai Giochi del Commonwealth, ha assistito quando l’ex giovane campione nazionale Dankad è stato picchiato a morte allo stadio Chatrasal di Nuova Delhi in uno scontro tra lottatori rivali, secondo la polizia.

La polizia ha effettuato raid nell’area di Delhi e ha offerto una taglia di $ 1.350 che ha portato alla cattura di Kumar, che aveva vinto una medaglia d’argento nel wrestling freestyle alle Olimpiadi di Londra 2012 e una medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Pechino quattro anni prima.

“Abbiamo registrato le dichiarazioni di tutte le vittime e tutte hanno presentato accuse contro Sushil Kumar”, ha detto martedì ai media indiani l’ufficiale di polizia Gurspal Singh Seedo.

Gli avvocati di Kumar sono andati in tribunale martedì per chiedere il suo rilascio su cauzione preventiva nel caso, ma è stato respinto a causa della gravità delle accuse.

READ  La Western Hockey League elimina i playoff - WHL

Dhankad, figlio di un poliziotto di Delhi, è morto per le ferite il giorno dopo i combattimenti. La polizia ha detto che un altro lottatore era in trattamento e ha identificato i presunti aggressori.

Poche settimane dopo l’inizio programmato delle Olimpiadi di Tokyo, la Federazione indiana di wrestling ha affermato che la reputazione dello sport era stata offuscata dal problema.

Kumar era presente quando Dunkad è stato picchiato a morte allo stadio Chatrasal [File: Ravi Choudhary/Hindustan Times via Getty Images]

“Devo dire che l’immagine del wrestling indiano è stata duramente influenzata da questo”, ha detto ai giornalisti Vinod Tomar, segretario dell’Associazione internazionale dei giornali.

Tomar ha detto che la lottatrice ha lottato per migliorare la sua immagine per combattere l’idea dei “lottatori … conosciuti solo come il gruppo di scagnozzi”.

Il caso è il secondo scandalo a colpire il wrestling indiano da mesi.

L’allenatore Sukhwinder Moore è in attesa di processo per l’omicidio di cinque persone, tra cui un allenatore rivale, a febbraio.

Kumar è stato il primo indiano a vincere due medaglie olimpiche in singolo e anche il primo indiano a ricevere una medaglia di wrestling in oltre cinque decenni.

Il suo successo ha ispirato una generazione di lottatori indiani, tra cui Yogeshwar Dutt e le sorelle Phogat.

Mentre era ancora attivo nello sport, Kumar non si è qualificato per i Giochi di Tokyo poiché l’India sperava di vincere quattro medaglie.