Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

La Lamborghini italiana aspetta grandi opportunità nel mercato saudita

DUBAI (Reuters) – L’OPEC+ sta discutendo di un ulteriore allentamento dei tagli alla produzione di petrolio da agosto, hanno detto martedì due fonti dell’OPEC+ mentre i prezzi del petrolio sono aumentati grazie alla ripresa della domanda, ma non è stata ancora presa alcuna decisione sulla dimensione esatta per riportarlo sul mercato.

L’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e i suoi alleati, noti come OPEC+, stanno riportando sul mercato 2,1 milioni di barili al giorno da maggio a luglio come parte di un piano per allentare gradualmente i limiti record della produzione di petrolio lo scorso anno. L’OPEC+ si riunisce il primo luglio prossimo.
“È molto probabile che aumenti gradualmente da agosto”, ha affermato una delle fonti, aggiungendo che non è stata presa alcuna decisione finale e che le quantità esatte devono ancora essere concordate.

altoLuci

• L’OPEC+, riporta sul mercato 2,1 milioni di barili al giorno da maggio a luglio nell’ambito di un piano per allentare gradualmente le restrizioni alla produzione petrolifera record dello scorso anno.

• I colloqui indicano che è probabile che l’OPEC e la Russia trovino ancora una volta un terreno comune sulla politica di produzione di petrolio.

• Mosca insisteva per aumentare maggiormente la produzione per evitare prezzi più alti.

I colloqui significano che è probabile che l’OPEC e la Russia trovino ancora una volta un terreno comune sulla politica di produzione di petrolio. Mosca insiste per aumentare ulteriormente la produzione per evitare aumenti dei prezzi, mentre i principali produttori dell’OPEC non hanno finora fornito indicazioni sul prossimo passo.
Una fonte industriale ha detto a Reuters martedì che i produttori russi vedono agosto come il momento giusto per continuare ad allentare i tagli alla produzione di petrolio nonostante il previsto ritorno dei barili iraniani in un deficit di mercato.
La fonte russa ha affermato che anche la produzione statunitense “Limping” sostiene la causa dell’allentamento delle restrizioni.
I prezzi del greggio sono scesi martedì, dopo che il greggio Brent è salito sopra i 75 dollari al barile per la prima volta da aprile 2019 e quando l’OPEC+ ha iniziato a discutere sull’aumento della produzione di petrolio, ma le prospettive di una forte domanda hanno fatto aumentare i prezzi.

READ  Il fondatore di Huawei esorta a passare al software per contrastare le sanzioni statunitensi