Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

La corsa al rialzo per il più ampio complesso energetico non è finita – Traders

Scritto da Sabreen Jameh

LONDRA (ICIS) – È probabile che i prezzi europei del gas naturale e dell’energia aumenteranno ulteriormente quest’estate, poiché i mercati delle materie prime faticano a bilanciare domanda e offerta a seguito della pandemia di coronavirus.

Man mano che i casi cadono, i blocchi vengono revocati e le economie si riprendono, l’attività industriale e commerciale è in aumento a livello globale e in Europa. Ma con la manutenzione delle infrastrutture energetiche e le nuove installazioni di progetti ritardate lo scorso anno dalla pandemia, il lato dell’offerta sta lottando per compensare eccessivamente.

ICIS ha intervistato i trader su una gamma di materie prime e perni energetici diversi per dare un’occhiata al mercato sull’eccezionale trend rialzista che si sta sviluppando nel più ampio complesso energetico quest’estate.

gas ed energia

Un trader di forza tedesco ha affermato di aspettarsi un periodo di consolidamento prima che i prezzi inizino a salire di nuovo.

“Non vedo come il mercato del gas possa rilassarsi prima di approfondire il terzo trimestre”, ha detto. Le scorte di gas europee si stanno avvicinando ai minimi stagionali record dopo un inverno prolungato e la concorrenza con l’Asia per le forniture di GNL.

Si prevede che i prezzi spot del GNL aumenteranno in Asia poiché gli acquirenti prevedono che la calda estate aumenterà la domanda di refrigeranti.

L’aumento della domanda asiatica continuerà a pesare sulle iniezioni di gas europee quest’estate. Questa velocità dovrebbe aumentare per riempire i siti prima dell’inverno, ma la forte domanda di gas nell’Asia orientale devierà le spedizioni di GNL lontano dall’Europa.

La Russia è stata riluttante o incapace di trasportare il gas extra di cui l’Europa ha bisogno attraverso l’Ucraina, ma alla fine aumenterà i flussi, sia attraverso questa rotta che attraverso la rotta tanto attesa.
Nord Stream 2. gasdotto
, che può fornire uno stimolo al ribasso.

READ  L'economia ha perso 68.000 posti di lavoro a maggio e il tasso di disoccupazione è leggermente salito all'8,2%.

“Probabilmente le emissioni rimarranno a fare offerte a causa del sentimento generale rialzista e dei prezzi più alti del gas”, ha aggiunto la stessa fonte, riferendosi ai commercianti che cercano di acquistare carbonio in numero superiore a quelli che lo vendono.

L’impulso dell’Unione Europea e dei governi nazionali a decarbonizzare entro il 2030 è stato quello di consolidare il potere nel mercato del carbonio.

Un altro trader ha commentato che i prezzi dell’energia italiana sono “così alti che il mio istinto mi dice che non possono andare più in alto”, ma che con il carbonio che dovrebbe aumentare, anche i prezzi dell’energia aumenteranno inevitabilmente, ha detto.

Poiché il gas e il carbone inquinanti forniscono ancora gran parte della produzione di energia in Europa, i prezzi delle autorizzazioni per il carbonio incidono sui costi di produzione di questi generatori.

olio

La forte adesione dei paesi OPEC+ a limitare la produzione ha contribuito al restringimento del rapporto tra domanda e offerta globale. Se l’OPEC+ non agirà per annullare i tagli all’offerta prima del previsto, si prevede che i prezzi continueranno a salire.

Con l’allentamento di varie misure di blocco tra i principali consumatori del mondo, è probabile che il petrolio greggio rimanga rialzista per tutta l’estate.

Il principale motore di questo sentimento positivo è il successo dei programmi di vaccinazione, che sbloccano la domanda di petrolio nelle principali economie. Quasi la metà della popolazione del Regno Unito e degli Stati Uniti ha ricevuto due dosi del vaccino, con le principali economie europee come Francia, Germania, Italia e Spagna vicine a un terzo.

Inoltre, la domanda di petrolio potrebbe aumentare ulteriormente a causa della stagione estiva di guida, che sarà raddoppiata a causa delle restrizioni ai viaggi all’estero. Di conseguenza, la forte domanda di benzina e diesel sosterrà il consumo complessivo di petrolio quest’estate.

READ  CNH conclude i colloqui con la cinese FAW sulla vendita dell'unità Iveco

Questa continua tendenza al rialzo dipende dalla possibilità di un nuovo accordo tra Stati Uniti e Iran.

Un ritorno all’accordo e l’abolizione delle sanzioni statunitensi avranno un impatto significativo sul mercato petrolifero, poiché altri 1,5 milioni di barili al giorno arriveranno gradualmente sul mercato.

Se questo accordo andrà a buon fine, potrebbe influire sui prezzi, anche se l’attuale mancanza di offerta dovrebbe consentire al mercato di assorbire barili aggiuntivi.