Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

La Casa Bianca Biden pubblica il primo lotto di registrazioni dei visitatori della Casa Bianca in una rottura con Trump

La prima diapositiva include i nomi di 400 visitatori che hanno visitato la Casa Bianca tra il pomeriggio dell’inaugurazione e il 31 gennaio e include sette persone che hanno visitato lo Studio Ovale. Includono Charles Loftig, direttore dell’ufficio del capo del personale dell’intelligence nazionale e moglie del segretario alla difesa Lloyd Austin, Charlene.

Tra i visitatori della Casa Bianca ci sono anche alcuni ministri del governo che all’epoca non erano stati confermati, tra cui l’attuale segretario per gli affari dei veterani Dennis McDonough, il segretario al tesoro Janet Yellen e il segretario ai trasporti Pete Buttigieg.

La Casa Bianca ha dichiarato in un comunicato stampa che la decisione ha fornito al pubblico “uno sguardo ai visitatori che entrano ed escono dal campus della Casa Bianca per appuntamenti, tour e affari ufficiali – adempiendo all’impegno del presidente Biden di ripristinare integrità, trasparenza e fiducia. Nel governo . “

Obama alla Casa Bianca Le registrazioni dei visitatori sono state rilasciate a partire da settembre 2009 e continueranno per tutto il tempo Entrambi i termini di quel dipartimento pubblicano i record in conformità con i termini della sua politica di divulgazione volontaria. In una dichiarazione che annunciava la notizia venerdì, la Casa Bianca ha riconosciuto che “verranno nascosti documenti selezionati che suggeriscono privacy, sicurezza nazionale o altre preoccupazioni”.

Durante una conferenza stampa a febbraio, la segretaria stampa della Casa Bianca Jane Psaki ha promesso che l’amministrazione avrebbe rilasciato i documenti, dicendo ai giornalisti della Casa Bianca che la rivelazione era in linea con il loro obiettivo di essere “il governo più etico e moralmente rigoroso della storia”, ma ha fermato In breve, l’obbligo di svincolare i record dalle riunioni virtuali.

READ  Trudeau non ha l'obbligo di assegnare diritti di proprietà intellettuale ai vaccini COVID-19

“A questo punto, non vi è alcuna discussione sul rendere gli incontri virtuali una parte di ciò che è stato rilasciato”, ha detto Psaki ai giornalisti in quel momento, pur riconoscendo che un certo numero di riunioni del presidente, durante la pandemia globale COVID-19, erano ipotetiche.

La decisione di venerdì ha ricevuto elogi condizionali da parte dei guardiani dell’etica, tra cui Citizens for Responsibility and Ethics a Washington.

“Abbiamo citato in giudizio l’amministrazione Obama per aver dichiarato pubblicamente i registri dei visitatori della Casa Bianca. Sfortunatamente, l’amministrazione Trump ha posto fine a questa pratica. È un’importante vittoria per la trasparenza che l’amministrazione Biden abbia volontariamente scatenato”, Jordan Lipowitz, direttore delle comunicazioni di CREW, ha detto alla CNN in una dichiarazione. .

Tuttavia, Leibowitz ha detto alla CNN che la mossa di venerdì “non è all’altezza della piena trasparenza”.

“Dato che siamo in una pandemia, i registri dei visitatori dovrebbero includere incontri virtuali, non solo quelli che sono venuti alla Casa Bianca di persona”.