Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Italia: vento per la Juventus, viale dell’Inter

L’Inter è in vantaggio sul suo primo scudetto dal 2010 e ora ha 11 punti di vantaggio su AC Milan (2 °) e 11 Over Joe (3 °), con due partite da giocare dopo queste due partite.

Per resuscitare contro il Napoli, Joe si è affidato ai suoi valori saldi: Cristiano Ronaldo da titolare, al servizio di Federico Cisa, e il ritorno di Paulo Thibala (73 °) per il secondo gol del piede sinistro almeno tre mesi dopo Joe (infortunio al ginocchio).

“CR7” insiste per superare il suo predominio nella classifica dei punteggi (25 successi). Con 773 gol, ha ora superato Romario (secondo il totale non ufficiale generalmente accettato di 772) ed è solo Joseph Bicken (805), l’attaccante cecoslovacco dopo l’Austria negli anni ’30 e ’50, davanti a lui nella storia.

A quattro giorni dalla prestazione media del titolare dell’Holt Wojciech Szczecs contro il Torino (2-2), Xue non poteva sempre fidarsi di Gianluigi Buffon davanti alla sua formazione.

Il detentore del record di Serie A Giovanni de Lorenzo (49 °), Lorenzo Insine (59 °) e poi Fabian Ruiz (71 °) non hanno ceduto e Insane (90 °) si è inchinato solo per un rigore al termine di una partita trasformata.

Sollievo per Birlow

Nonostante lo spavento finale, Zhou conserva questa preziosa vittoria dopo la sconfitta contro il Benevento (0-1) e il pareggio contro il Torino. Con grande sollievo dell’allenatore Andrea Birlow alla griglia questa settimana.

“Quando hai questa mentalità, questa voglia di vincere, quando fai sacrifici nell’undicesimo, porti indietro i risultati, il che non è il caso di altre competizioni”, ha osservato l’allenatore.

READ  Chain North Italia, California, apre The Rim a San Antonio e ospita una mostra sul lavoro

“Errori? Sì, ci sono cose che mi sono perse, ma il mio primo anno da allenatore non è stato facile. Mi servirà bene in futuro”, ha aggiunto.

Con questa vittoria il “Maestro” difende i primi 4 posti simili a quelli della Champions League, lasciando in agonia il Napoli dell’amico Gennaro Kutuzo al termine del match, inizialmente previsto per l’inizio di ottobre, ma finalmente riconsiderato dopo due. casi del Covit-19 che i neopolitani non hanno fatto il viaggio.

L’Inter, senza molte ambizioni in partita, ma con una forte voglia di non tendere più allo scudetto, ha fatto la sua parte come al solito: la difesa di ferro domina spesso la partita e gol per controllare un attacco del Sassuolo (67 °).

“Siamo contenti perché questi sono i tre punti più importanti per noi, il che ci aiuta ad aumentare il divario”, ha detto, accogliendo l’Argentina e proseguendo la trattativa con Lukaku (36 gol tra loro).

La sconfitta è stata così grave per il Sassuolo che avrebbe potuto beneficiare di un rigore all’inizio del secondo tempo su azione di Nerasuro e Hemat Troy (85 °) ha ridotto il punteggio nel finale.

Un’Inter è sempre stata come il suo allenatore Antonio Conte, ora con dieci vittorie in dieci gare di ritorno.