Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Imperterrito dalla sconfitta contro Aircraft, Maple Leafs entra nelle qualificazioni sentendosi pronto

Hanno perso una battaglia, ma sono pronti per la guerra.

C’erano così tanti pensieri in ritardo alla fine della stagione regolare al Toronto Maple Leaves a Winnipeg che l’obiettivo principale di Sheldon How era quello di tornare a casa senza subire nuovi infortuni.

Missione compiuta, in quel caso, anche dopo aver sprecato due avanzamenti e perso 4-2 per gli aerei.

“Non stiamo pensando a niente che è successo qui nelle ultime due partite”, ha detto Keefe. “Si tratta solo di farlo bene, come ne avevamo parlato, e lo abbiamo fatto in modo che potessimo voltare pagina e preoccuparci di Montreal”.

Hanno già tolto i festeggiamenti dopo aver vinto il titolo della Northern Division lo scorso fine settimana. I Leafs hanno concluso questa campagna di pandemia di breve durata con un record di 35-14-7 – un buon punto 0,688, il migliore nella storia del franchise.

Austin Matthews è stato rinviato dalla rete venerdì, ma sarà premiato con la Rocket Richard Cup per un’impressionante stagione di 41 gol. La sconfitta finale contro Gates non ha fatto nulla per abbassare le luci sul record di 17-3-2 di Jack Campbell e un tasso di salvataggio di 0,921. Mitch Marner si sta dirigendo al quarto posto nella gara per il punteggio del campionato con 67 punti, nonostante sia stato a riposo nella finale di venerdì.

Tuttavia, nella misura in cui questi risultati indicano che il gruppo può prepararsi per un importante round di playoff, l’elenco sarà cancellato quando i primi sette giocatori inizieranno con i Montreal Canadiens giovedì sera.

Questo spiega perché questi ultimi giorni della stagione sembrano meno climatici. La squadra Leafs che è stata rilasciata al Bell MTS Place probabilmente aveva meno di quattro giocatori con cui giocare nel gioco 1: Marner, Zach Heyman, Riley Nash e Rasmus Sandin. E per quanto questo gruppo abbia dimostrato qualcosa finendo tra l’élite della NHL, sanno che l’unica vera azione sarà tracciata a partire da ora.

READ  I Blue Jays perdono una partita di 2 su due teste contro gli Indians

Pensano di non essere mai stati più pronti.

Il capitano John Tavares ha dichiarato: “Penso che abbiamo un buon senso di chi siamo e di come dobbiamo giocare per avere successo”. “Ovviamente, crediamo in tutti e in quello che fanno nel loro ruolo, indipendentemente dalle loro dimensioni e piccolezze. Amiamo davvero la nostra squadra, la chimica che abbiamo”.

“Penso che abbiamo un ottimo mix di uomini che sono molto attivi ed esperti. Penso che abbiamo attraversato alcune difficoltà come gruppo”, ha aggiunto il veterano Jason Speza. “Penso che ci siano giocatori nella stanza che sentono che abbiamo molto da dimostrare nelle qualifiche dopo lo scorso anno. Siamo una squadra affamata da quando abbiamo perso contro il Columbus”. [in August] Ora è il momento di dimostrare che siamo maturati come gruppo, abbiamo giocato meglio a hockey e ci siamo concentrati sulle cose che sapevamo essere le nostre debolezze nell’ultimo anno “.

I maggiori guadagni sono stati ottenuti nell’aspetto difensivo del tablet. I Leafs sono diventati una squadra nel 2021 che ha rinunciato a meno tiri ad alto rischio, opportunità e gol contro di essa.

Puoi anche vederlo nella sconfitta di venerdì contro Winnipeg perché erano dalla parte giusta dei tentativi di tiro (59 percento), probabilità ad alto rischio (60 percento) e obiettivi previsti (58 percento), secondo Il trucco delle statistiche naturali.

Si sono guadagnati la fiducia espressa da molte voci di veterani nei camerini. Sono stati gli indiscussi Re del Nord mentre erano al vertice della divisione per oltre 100 giorni e sembrano essere più in grado di gestire le partite 2-1 e 3-2 rispetto alle precedenti iterazioni di Chanaplan.

READ  Roberto Age si dimette dal consiglio di amministrazione della Baseball Hall of Fame

“Penso che siamo stati creati per le qualificazioni”, ha detto Speza.

“Ovviamente sarà una battaglia assoluta lì”, ha detto Campbell, “ma siamo preparati”. “Sarà molto divertente. Non vediamo l’ora.”

Con la lunga pausa che ha portato alla serie, Keefe ha pianificato di eliminare gradualmente tre sessioni di allenamento per i suoi giocatori in due giorni interi. Hanno già affrontato Montreal 10 volte in questa stagione, incluse quattro partite solo nell’ultimo mese.

Parte delle informazioni già acquisite è la quantità di sforzo fisico che questo comando promette contro i potenti difensori di Montreal.

“Collettivamente come squadra, ci impegniamo a fare le cose necessarie per vincere, ma anche il nostro avversario farà queste cose”, ha detto Keefe. “Quindi si tratta solo di stare con lui e trovare un livello di coerenza nel nostro gioco anche quando diventa difficile – e diventa più difficile”.

Si dirigono verso questa rivalità sana come vorresti che fossi. Solo il difensore Zak Boghossian dovrebbe non essere disponibile per iniziare la serie a causa di un infortunio alla spalla.

Questa è stata la migliore notizia della 56a partita di Winnipeg.

Sarebbe stata registrata come una sconfitta, ma c’erano molte piccole vittorie da trovare alla fine di una stagione regolare a differenza di qualsiasi altra.

“La verità è che ci sentiremo bene quando partiremo da qui perché hai completato parte del viaggio e hai avuto il diritto di continuare in passato oggi”, ha detto Keefe. “Non tutte le squadre del campionato lo hanno fatto, ma oggi abbiamo il diritto di andare oltre e ne siamo entusiasti”.