Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Il trading azionario si è mescolato con i titoli tecnologici sotto pressione, con il Dow che ha toccato un livello record

Le azioni sono state scambiate in modo misto lunedì, con i titoli tecnologici che sono stati sottoposti a maggiore pressione poiché gli investitori soppesano i rischi di un’inflazione più elevata mentre si riprendono da una pandemia che potrebbe pesare sui nomi a crescita più elevata.

Il Dow ha aggiunto più di 150 punti, o lo 0,5%, per raggiungere un nuovo massimo storico poco dopo la campana di apertura. Il Nasdaq è caduto, invertendo alcuni dei guadagni di venerdì. L’indice S&P 500 è stato cambiato di poco.

I rendimenti dei titoli di stato sono praticamente invariati sull’estremità lunga della curva, con il rendimento standard a 10 anni che oscilla al di sotto dell’1,59%. Prezzi del petrolio greggio West Texas Intermediate (CL = F.(E futures sulla benzina)RB = F.) Acquisita dopo Colonial Pipeline, uno dei principali operatori statunitensi di gasdotti, Interrompere temporaneamente le tubazioni del carburante dopo un attacco informatico.

Altrove, l’etere (ETH-USD), Il token basato sulla blockchain di Ethereum, ha raggiunto il massimo storico di oltre $ 4.000, basato su un raddoppio dei prezzi della seconda criptovaluta più grande dall’inizio di aprile. Bitcoin (BTC-USDI prezzi sono scesi leggermente, attestandosi al di sotto di $ 58.000.

Gli investitori si sono concentrati sulle prospettive di inflazione durante la ripresa economica innescata dalla pandemia del Coronavirus, con un aumento della domanda durante la riapertura che potrebbe far salire i prezzi. Ciò, a sua volta, potrebbe eventualmente spingere la Fed a inasprire le politiche e, se prese insieme, ciò peserebbe sulle valutazioni azionarie della crescita a lungo termine come quelle delle società tecnologiche in particolare.

Venerdì il rapporto di lavoro è nettamente deluso I timori dei commercianti sono almeno temporaneamente attenuati, poiché il fallimento è visto come un ulteriore carburante alle assicurazioni dei politici che una piena ripresa economica rimane sfuggente. ma con Prezzi delle materie prime più elevati E il Un certo numero di grandi aziende punta a prezzi di input e per gli utenti finali più elevati a causa del disallineamento tra domanda e offerta Le preoccupazioni inflazionistiche rimarranno un argomento importante che gli investitori dovrebbero tenere d’occhio nei prossimi mesi.

READ  Stellantis ha detto di ristrutturare lo stabilimento di auto elettriche di Melfi

L’indice dei prezzi al consumo (CPI) di aprile pubblicato mercoledì dal Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti e l’indice dei prezzi alla produzione (PPI) di giovedì mostreranno l’ultima variazione dei prezzi per consumatori e fornitori, poiché entrambi gli indicatori dovrebbero mostrare un notevole balzo. dall’anno scorso ai livelli di depressione epidemica con il ritorno della domanda Durante la ripresa.

“Prima della pandemia, i rilasci mensili dell’IPC tendevano a passare senza molti commenti. Ora verranno cercati prove di un balzo dell’inflazione post-pandemico”, ha scritto in una nota lunedì Neil Shearing, capo economista di Capital Economics. Ha detto che gli investitori dovrebbero osservare tre aree principali in questi rapporti e altri dati a breve termine.

“La prima è la prova di quella che può essere chiamata inflazione di” apertura “. È probabile che ciò compaia in beni e servizi che hanno un aumento della domanda con l’eliminazione di restrizioni come hotel, ristoranti, biglietti aerei e vestiti”, ha detto. . “L’entità della domanda repressa in queste aree significa che, anche nei momenti migliori, l’offerta può avere difficoltà a tenere il passo con la crescita”.

Il secondo è una prova di “apertura”. Detergente, ” Ha aggiunto, concentrandosi su di lui. “Alcune materie prime, comprese le apparecchiature IT e i generi alimentari, hanno registrato un forte aumento della domanda e dei prezzi poiché le persone sono state costrette a rimanere a casa. Ne consegue che queste componenti dovrebbero vedere l’opposto della” riapertura dell’inflazione “.

“L’ultima area da tenere d’occhio è la prova dell ‘” inflazione legata alle materie prime “. I prezzi del petrolio si sono ripresi dalla recessione in cui si trovavano all’inizio dell’epidemia, ei prezzi dei minerali e dei cereali sono saliti ben al di sopra dei livelli pre-epidemici. “Questi sviluppi stanno già aumentando l’inflazione e continueranno a farlo nel breve termine. La misura in cui verrà esercitata un’ulteriore pressione al rialzo sull’inflazione oltre i prossimi sei mesi o giù di lì dipenderà dalla sostenibilità dell’aumento dei prezzi delle materie prime”.

READ  Il presidente della SEC Gensler afferma che l'agenzia applicherà le regole in modo "aggressivo" contro i cattivi attori

9:31 ET: Azioni aperte miste

Ecco dove negoziare i mercati dopo la campana di apertura del lunedì mattina:

7:54 ET: le azioni Marriott crollano dopo aver annunciato entrate del primo trimestre che non hanno superato le stime, nonostante la società abbia sottolineato che “la domanda di intrattenimento ha preso slancio”

Marriott (marzo) Lunedì mattina sono stati pubblicati risultati contrastanti per il primo trimestre. Con entrate in calo di oltre la metà rispetto allo scorso anno, poiché la domanda di alloggi è rimasta sotto la pressione dell’epidemia.

L’utile rettificato per il primo trimestre è stato di 10 centesimi per azione su un fatturato di 2,32 miliardi di dollari, che ha rappresentato una diminuzione del 51% degli utili. Secondo i dati di Bloomberg, gli analisti di consenso cercavano vendite per 2,37 miliardi di dollari. L’azienda ha rifiutato di fornire indicazioni a causa dell’incertezza COVID-19.

I ricavi per camera disponibile, una metrica che monitora da vicino l’efficienza nel settore alberghiero, sono diminuiti del 46,3% su base annua nei primi tre mesi del 2021, aumentando di oltre il doppio rispetto al 22,5% dell’anno precedente. La società ha affermato che il calo è stato più pronunciato negli Stati Uniti e in Canada, mentre le tendenze delle prenotazioni in Cina sono rimbalzate.

READ  Le azioni salgono nonostante i dati sull'inflazione più caldi del previsto

“Mentre le traiettorie di ripresa differiscono da regione a regione, l’elasticità della domanda è emersa notevolmente nella Cina continentale, dove l’occupazione è vicina al livello pre-epidemia. Il tasso di occupazione era del 66% nella Cina continentale a marzo, che è all’incirca lo stesso livello a marzo. / Marzo 2019 Il CEO di Marriott, Tony Capuano, ha dichiarato in un comunicato stampa che c’è una forte domanda da parte dei viaggiatori d’affari e di piacere.

“Nella nostra regione più grande, gli Stati Uniti e il Canada, la domanda è aumentata rapidamente con l’accelerazione dei lanci di vaccini”, ha aggiunto. “Il tasso di occupazione complessivo è iniziato al 33% a gennaio e ha raggiunto il 49% a marzo. La domanda di intrattenimento ha preso slancio, in particolare nelle destinazioni sciistiche e nelle località balneari”.

7:21 ET: i futures sulle azioni puntano a un’apertura al rialzo

Ecco dove si scambiavano i mercati prima della campana di apertura:

  • Futures S&P 500 (ES = F.)4229,75, in aumento di 4,5 punti o dello 0,11%.

  • Dow Futures (YM = F.)34.806,00, in aumento di 120 punti o dello 0,35%.

  • Futures sul Nasdaq (NQ = F.): 13675,25 punti, basso 34,5 punti o 0,25%

  • Crudo (CL = F.): + $ 0,37 (+ 0,57%) a $ 65,27 al barile

  • Vai (GC = F.): + $ 9,60 (+ 0,52%) a $ 1.840,90 l’oncia

  • Tesoreria per 10 anni (^ Degenerazione)Aumento di 0,2 punti base per produrre l’1,581%

Si vedono persone a Wall Street fuori dalla Borsa di New York (NYSE) a New York City, USA, 19 marzo 2021. Reuters / Brendan McDermid

Emily McCormick è una corrispondente di Yahoo Finance. Seguitela su Twitter: @emily_mcck

Leggi di più da Emily: