Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Il Primo Ministro ungherese Orban sostiene i fan fischiati in ginocchio mentre l’allenatore dell’Irlanda critica la reazione “incomprensibile” (Video) – RT Sport News

Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha affermato che i giocatori irlandesi “hanno provocato” i fan a Budapest con un gesto in ginocchio “iniziato nei paesi proprietari di schiavi” – ma il primo ministro in visita Stephen Kenny ha definito i fischi “incomprensibili”.

C’è stata più polemica sui giocatori che si sono inginocchiati martedì sera allo stadio Ferenc Szoza, poiché la squadra nazionale ungherese è rimasta a galla mentre i loro avversari hanno fatto un gesto a sostegno della campagna Black Lives Matter, ricevendo fischi e fischi da alcuni. dalla folla.

Giorni dopo che è scoppiata una discussione politica dopo una reazione simile a quella di mettere in ginocchio l’Inghilterra, il leader Urban, un tempo giocatore professionista e noto per il suo amore per il gioco, ha chiarito perché simpatizza con i tifosi fischiati e ne comprende le ragioni. prendere posizione.

Il primo ministro ha a lungo sostenuto: “Se guardiamo a come è andata a finire, vediamo che è iniziata nei paesi schiavisti. Per quei paesi che non lo erano, non possiamo aiutare”.

“Non aiuta a portare questo peso storico morale sul campo di calcio, non li libera da esso, devono affrontarlo in casa.

“Se sei un ospite in un paese, comprendi la sua cultura. Non provocare la gente del posto e non provocare l’ospite se visiti come ospite.

“Non possiamo spiegare in altro modo questo gesto, se lo guardiamo dalla nostra cultura è qualcosa di incomprensibile, una provocazione.

“I tifosi hanno reagito come generalmente fanno i tifosi se provocati, non sempre scelgono il modo più elegante per farlo, ma bisogna capire perché.

La Federcalcio ungherese ha annunciato che la squadra non si inginocchierà nel torneo, che inizia venerdì, nel quadro della sua visione che “I valori fondamentali dello sport sono le pari opportunità e il rispetto per compagni e avversari”.

“Il calcio è diventato lo sport più popolare al mondo perché è di tutti”. In una dichiarazione, ha aggiunto, la sua lunga campagna per combattere il razzismo aderisce alle regole della Federcalcio europea e della FIFA, che ha affermato non consentono alcuna politica equa in campo o negli stadi.

READ  500 operatori sanitari completamente vaccinati possono assistere alla partita di mercoledì al Winnipeg Jets

“La nazionale ungherese non solo segue le regole e le norme internazionali in tutti i casi, ma rispetta anche tutti, che si tratti di un avversario, di un tifoso o di qualcun altro”.

I luminari del calcio hanno continuato a insistere fermamente negli ultimi giorni sul fatto che il gesto è progettato solo per resistere al razzismo, con artisti del calibro dell’allenatore dell’Inghilterra Gareth Southgate, il vincitore della Champions League Rio Ferdinand e una vasta gamma di critici che hanno appoggiato a lungo.

“Il fatto che sia stato fischiato è davvero incomprensibile”, L’allenatore dell’Irlanda Stephen Kenny, la cui squadra ha dato l’ultima partita preliminare prima della campagna dell’Ungheria a Euro 2020 con un pareggio a reti inviolate, ha detto.

“Deve essere dannoso per l’Ungheria, in euro [partly taking place] in Ungheria.

“E’ deludente e non si riflette bene sull’Ungheria in realtà, sul supporto ungherese. Non riflette bene su.

“I nostri giocatori volevano farlo. È importante. È una posizione importante e li elogio per aver preso quella posizione.

“Penso che sia stata la decisione giusta. Ci sono andato vicino [the Football Association of Ireland’s international operations manager] È qualcosa che volevamo fare, ha detto Barry Gleeson, si è inginocchiato – e penso che sia un messaggio molto importante”.

E Adam Idah, l’attaccante irlandese del Norwich, club della Premier League inglese, ha detto di averla trovata “deludente” quella “stadio pieno” fischiato.

READ  Il campionato mondiale di hockey femminile NS è stato annullato a causa di preoccupazioni su COVID-19

“A ragione, nel tentativo di fermare il razzismo”, Ha aggiunto. “E’ un segnale dell’espulsione del razzismo dalla società e la reazione è stata molto deludente, francamente. Non ce lo aspettavamo”.



Anche su rt.com
L’ex capitano del Manchester United Ferdinand: inginocchiarsi non ha nulla a che fare con la politica, non ci sono buoni motivi per fischiare