Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Il partito di Merkel vince voti di stato chiave: exit poll | Notizie dalla Germania

I sondaggi di opinione mostrano che i democristiani tedeschi stanno affrontando la sfida dell’AfD di estrema destra, con il 36% dei voti.

I conservatori della cancelliera Angela Merkel hanno ottenuto una clamorosa vittoria alle elezioni statali della Germania orientale domenica, dando una spinta ad Armin Laschet, che spera di succederle alle elezioni nazionali di settembre.

I Democratici Cristiani (CDU) hanno ottenuto il 36% in un sondaggio all’uscita delle elezioni per la radio pubblica (MDR) Sassonia-Anhalt, più di sei punti rispetto a cinque anni fa, e ben più avanti di quello dell’estrema destra Alternativa per la Germania (AfD), che era al 22,5%, leggermente in calo rispetto alle precedenti elezioni.

Laschet, un centrista, è stato visto come un inizio incerto della sua campagna e ha dovuto affrontare le chiamate per tracciare un corso più di destra per riconquistare gli elettori frustrati da 16 anni di concessioni sotto la Merkel.

“Abbiamo vinto le elezioni”, ha dichiarato il premier dello stato della Sassonia Anhalt Rainer Hasseloff dopo l’annuncio del sondaggio. “La stragrande maggioranza dei nostri connazionali ha affermato che non vogliamo essere associati all’AfD. Per questo sono grato.

Lui e altri conservatori hanno salutato il risultato come il vento in poppa in vista delle elezioni federali.

“Questo ci darà una spinta per Berlino”, ha detto Ralph Brinkhaus, leader dell’Assemblea nazionale conservatrice. “È una vittoria per Armin Laschet”.

Armin Laschet spera di sostituire il cancelliere tedesco Angela Merkel nelle elezioni nazionali di settembre [Marcel Kusch/Pool via Reuters]

L’AfD si è spostato costantemente a destra negli ultimi anni e la sua filiale in Sassonia-Anhalt è stata oggetto di un maggiore controllo da parte del servizio di intelligence interno tedesco per i suoi legami con gruppi estremisti.

READ  I gatti di Chicago scappano da un incendio, sopravvivono a un salto di 5 piani e se ne vanno - Notizie dal mondo

Sebbene le elezioni nei 16 stati tedeschi siano spesso influenzate da questioni locali e dal sentimento di voto, sono anche viste come importanti fattori di attrazione per l’umore nazionale.

La solida vittoria della CDU può essere vista come un segno che Laschet, il nuovo leader del partito, può sperare di ottenere il sostegno sia dei conservatori che dei centristi il ​​26 settembre, quando mira ad aggrapparsi al potere a livello federale nonostante il cancelliere Merkel per quattro anni. periodi. Non lavorare di nuovo.

Nel frattempo, il risultato elettorale, se le previsioni parziali basate sul censimento saranno confermate, sarà un forte appoggio di Haslov, che ora si sente a suo agio nel poter scegliere tra tre potenziali coalizioni con partiti più piccoli.

Il 67enne, la cui popolarità nello stato è stata una grande calamita per gli elettori, ha escluso qualsiasi collaborazione con l’Alternativa per la Germania o l’ex partito della Sinistra Comunista, che avrebbe dovuto ottenere il 10,9% dei voti – un record basso nello stato. . .

Anche i socialdemocratici di centro-sinistra, partner minori della coalizione di governo della Merkel, sono andati peggio di cinque anni fa e ci si aspettava che guadagnassero l’8,4 percento, mentre i Verdi hanno fatto guadagni modesti per prendere il 6,2 percento.

Per la leader del Partito dei Verdi Annalena Barbock, il successo della CDU era dovuto agli elettori che cercavano di bloccare l’AfD. Ha detto che molte persone hanno votato per la Cdu perché “non vogliono estremisti di destra nel governo”.

Ma ha ammesso che la performance del Partito dei Verdi è stata più debole di quanto sperato, incolpando il panorama elettorale “definitivo” della Sassonia-Anhalt per la performance.

READ  Una città portoghese che attira i turisti e promuove l'apertura di un enorme ponte pedonale

I Verdi sono tradizionalmente considerati più deboli nella Germania dell’Est meno urbanizzata, che è più dipendente dalle industrie ad alta intensità di carbonio che i Verdi sperano di eliminare.

Le proiezioni hanno anche mostrato che i liberaldemocratici pro-business sono rientrati nell’assemblea statale dopo aver saltato le elezioni cinque anni fa, con il 6,5 per cento.