Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Il nuovo rapporto descrive le operazioni di influenza straniera di Pechino in Canada

Cina Un nuovo studio ha creato una rete sofisticata in questo paese per molestare le persone di origine cinese, uigura e tibetana canadese, distorcere le informazioni nei media, influenzare i politici e collaborare con le università per garantire la proprietà intellettuale.

Un rapporto dell’Alleanza del Canada a Hong Kong (ACHK) presentato lunedì sera al Comitato speciale della Camera dei Comuni sulle relazioni Canada-Cina avverte che le operazioni di influenza della Repubblica popolare cinese (RPC) sono diffuse, ma sono passate in gran parte inosservate. Grande. . Canada Hong Kong Alliance è un ombrello per i sostenitori della democrazia di Hong Kong in questo paese.

In Canada, individui e gruppi sono presi di mira da [Chinese] Il rapporto, intitolato “In Plain Sight: Beijing’s Untethered Network of Foreign Influence in Canada”, ha affermato che gli attori dello stato di partito e i nazionalisti cinesi, sia direttamente che indirettamente, “Le autorità cinesi coordinano le intimidazioni e usano le famiglie nelle aree sotto il controllo della Repubblica popolare cinese come merce di scambio”.

La storia continua sotto l’annuncio

Cherie Wong, CEO di ACHK, ha dichiarato: diritti umani Il gruppo cerca di attirare l’attenzione sulla sorveglianza e l’intimidazione del PCC senza alimentare le fiamme della xenofobia.

Mettere in discussione la politica del governo sulla Cina non solleva razzismo, Primo Ministro

Una società cinese di intelligenza artificiale inserita nella lista nera degli Stati Uniti ha fornito fondi alle Queen’s University di York

Il rapporto descrive in dettaglio come il Dipartimento d’azione del Fronte unito – l’agenzia responsabile del coordinamento delle operazioni di influenza di Pechino all’estero – dirige e monitora una complessa rete di procuratori e organizzazioni di facciata per intimidire e cooptare i cinesi canadesi, nonché politici, accademici e uomini d’affari. capi.

READ  Gli aggressori uccidono 100 civili in un raid in un villaggio in Burkina Faso | Burkina Faso novitàso

Il Fronte Unito ha creato e mobilitato gruppi fotografici registrati مجموعات [non-governmental organizations] e società civili in Canada. Questi gruppi sono progettati per imitare i legittimi programmi della società… diffondendo vigorosamente messaggi e linee di partito pro-Pechino, sia elogiando la legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong sia denunciando l’opposizione contro le Olimpiadi di Pechino.

Il rapporto afferma che campagne di molestie e intimidazioni sono organizzate da gruppi comunitari affiliati al Fronte Unito e che la disinformazione è diretta da WeChat e dai media di lingua cinese contro uiguri, tibetani, taiwanesi, pro-democrazia di Hong Kong e oppositori della Cina continentale.

“WeChat è tra le principali fonti di notizie per i cinesi canadesi e le app di social media potrebbero essere il singolo fattore più efficace e allarmante nell’arsenale del PCC sui media in lingua cinese canadese, semplicemente a causa della capacità diretta della RPC di censurare e censurare WeChat, Weibo, Youku, TikTok [Douyin] e altri media cinesi”.

Le università e gli istituti di ricerca canadesi sono particolarmente vulnerabili all’influenza straniera, afferma il rapporto, citando gli Istituti Confucio finanziati dalla Cina che trasmettono la propaganda di Pechino e le partnership con accademici canadesi per acquisire la proprietà intellettuale.

“Molte università canadesi sono note per cooperare con potenziali entità come l’Esercito di Liberazione del Popolo”, afferma il rapporto, osservando che molti accademici non comprendono gli sforzi della Cina per offuscare il confine tra ricerca civile e militare.

La storia continua sotto l’annuncio

L’Alberta ha recentemente ordinato alle sue quattro principali università di sospendere la ricerca di partnership con persone o organizzazioni legate a Pechino o al Partito comunista cinese, citando preoccupazioni per la sicurezza nazionale e il rischio che la ricerca venga utilizzata per facilitare le violazioni dei diritti umani. La richiesta è arrivata dopo che The Globe and Mail ha riferito sulla vasta collaborazione scientifica dell’Università dell’Alberta con la Cina che include la condivisione e il trasferimento della ricerca in aree strategicamente importanti come la nanotecnologia, la biotecnologia e l’intelligenza artificiale.

READ  Evacuazione di studenti dell'Università di Cape Town a causa di incendi che danneggiano edifici storici | Sud Africa

Il rapporto pubblicato dal gruppo della signora Wong ha anche avvertito delle operazioni di influenza cinese e straniera che cercano di conquistare politici e leader aziendali attraverso voli interamente pagati e progetti di investimento redditizi. Il rapporto aggiunge che WeChat viene spesso utilizzato per mobilitare volontari e fare donazioni a politici simpatizzanti degli interessi di Pechino.

“Sebbene la maggior parte di queste operazioni non siano considerate criminali o minacce dirette alla sicurezza nazionale, questi modelli di comportamento sono inappropriati e dovrebbero essere divulgati al pubblico”, afferma il rapporto.

La signora Wong ha detto al comitato che queste operazioni di influenza continueranno fino a quando il governo federale non adotterà il tipo di misure di contenimento adottate da Stati Uniti e Australia e smetterà di preoccuparsi di far arrabbiare Pechino.

Ha chiesto una legge in stile australiano che richiederebbe alle persone e alle organizzazioni che agiscono per conto di un paese straniero di registrarsi come agenti stranieri. Creare un’agenzia governativa sull’influenza straniera con poteri investigativi e di applicazione della legge, nonché avviare indagini pubbliche e raccogliere dati sull’influenza straniera.

La signora Wong ha affermato che Ottawa dovrebbe anche vietare la condivisione di ricerche canadesi innovative con i servizi militari e di sicurezza di paesi ostili, come la Cina. Dovrebbero essere posti dei limiti anche alla condivisione di dati e informazioni privati ​​canadesi che la Cina può sfruttare.

La storia continua sotto l’annuncio

Scopri cosa sta succedendo nelle sale del potere con titoli e commenti politici selezionati dagli editori di Globe (solo per gli abbonati). Registrati oggi.