Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Il giudice ordina al Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti di rilasciare il mandato di ostruzione di Trump Russia – National

Un giudice federale ha ordinato il rilascio di una nota statutaria che il Dipartimento di Giustizia di Trump ha preparato per il procuratore generale in quel momento William Barr Prima di annunciare la sua conclusione che il presidente Donald Trump La giustizia non è stata ostacolata durante le indagini russe.

Il ministero della Giustizia si era rifiutato di consegnare il promemoria del 24 marzo 2019 al gruppo governativo per la trasparenza che lo aveva richiesto ai sensi del Freedom of Information Act, affermando che il documento rappresentava una consulenza privata per gli avvocati ed era stato fornito prima che fosse presa qualsiasi decisione formale. Pertanto, è esente dalla divulgazione ai sensi del Public Records Act.

Ma il giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti Amy Berman Jackson ha detto che il Dipartimento di Giustizia aveva negato il “vero scopo del mandato” quando ha negato il documento. Ha detto che il promemoria dell’Ufficio del consulente legale presso il Ministero della giustizia conteneva una “strategia, in contrasto con la consulenza legale”, e che sia gli scrittori che i beneficiari avevano già una comprensione comune di quale sarebbe stata la decisione del pubblico ministero. Ha detto che questo significa che non era – come ha confermato il dipartimento – “prima che la decisione fosse presa”.

La storia continua sotto l’annuncio

Leggi di più:

Un comitato della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti cerca di presentare una mozione di disprezzo contro Mike Pompeo

In altre parole, una revisione del documento rivela che il procuratore generale non era quindi coinvolto nella decisione se il presidente dovesse essere accusato di ostruzione alla giustizia; Jackson ha detto in un ordine datato lunedì che il fatto che non sarà perseguito è un dato di fatto. .

READ  Tre arrestati in un incidente con la funivia in Italia

La decisione di Barr e degli alti dirigenti del Dipartimento di Giustizia di rimuovere Trump dai blocchi, sebbene il consigliere speciale Robert Mueller e il suo team non siano arrivati ​​a questa conclusione, è stato un momento importante per il presidente. L’annuncio e una sintesi di quattro pagine del rapporto Mueller hanno preceduto il rilascio del documento di 448 pagine e hanno contribuito a plasmare la percezione pubblica delle conclusioni dell’indagine. Successivamente, Mueller si è lamentato con Barr che il suo riassunto non includeva completamente i risultati delle indagini e che ha causato “confusione generale”.

Citizens for Responsibility and Ethics a Washington ha presentato una richiesta di documentazione pubblica per comunicazioni sulla decisione di blocco dopo che Barr ha detto che lui e altri alti funzionari sono giunti a tale conclusione in consultazione con l’Ufficio del consulente legale. Il gruppo ha fatto causa per l’accesso a due documenti specifici.

Jackson ha stabilito che uno dei documenti, che un funzionario del Dipartimento di Giustizia ha descritto come “una bozza di analisi giuridica senza titolo e senza data”, è stato correttamente trattenuto dalla raccolta.


Fare clic per riprodurre il video:



La risposta di Trump alla recente commissione del Senato sull’inchiesta russa


La risposta di Trump alla recente commissione del Senato sull’indagine russa – 18 agosto 2020

Ma ha ordinato il rilascio dell’altro promemoria, preparato per Barr, l’allora capo dell’ufficio del consulente legale e un altro alto funzionario del Dipartimento di Giustizia, che ha concluso che le prove raccolte dalla squadra di Mueller non avrebbero supportato un ostacolo a Trump. .

La storia continua sotto l’annuncio

Nella sua richiesta, Jackson ha indicato che il promemoria preparato per Barr e una lettera al Congresso che descriveva il rapporto del procuratore privato “scritto dalle stesse persone allo stesso tempo”.

“Non solo le e-mail mostrano che gli autori e i destinatari del promemoria stanno lavorando fianco a fianco per elaborare il consiglio che dovrebbe essere consegnato dall’OLC, ma la lettera al Congresso è la priorità e viene completata per prima”, ha scritto il giudice .

© 2021 The Canadian Press