Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Il divieto di voli dall’India lascia le famiglie in difficoltà

I passeggeri di Nuova Delhi attendono in lunghe file per recarsi negli hotel di quarantena all’aeroporto di Toronto Pearson il 23 aprile 2021.

Frank Jan / The Canadian Press

Decisione del Canada di sospendere improvvisamente il passeggero diretto Voli dall’India Il Pakistan ha lasciato i cittadini dei tre paesi in uno stato di agitazione.

Alcuni cercano di trovare voli collegati a un paese terzo, nonostante il requisito del Canada che le persone che viaggiano su tali rotte debbano ottenere un certificato negativo. Covid-19 Test pre-partenza dall’ultimo paese in cui si trovavano prima di arrivare in Canada.

Altri stanno ritardando i viaggi, in attesa che il divieto venga revocato per 30 giorni, mentre lottano per separarsi dalla famiglia.

La storia continua sotto l’annuncio

Manikaran Singh è andato in India a visitare la nonna malata il 15 aprile. È disperato di tornare in Canada all’inizio di maggio in tempo per richiedere la residenza permanente nell’ambito di un nuovo programma che si aprirà il 6 maggio per studenti internazionali. Deve essere fisicamente in Canada per fare domanda ed è preoccupato di perdere uno dei 40.000 posti disponibili.

È stato in India solo un giorno prima che il divieto venisse annunciato giovedì scorso. Da allora, sta esplorando ogni percorso di viaggio a cui riesce a pensare per tornare a Brantford, Ontario.

Variante COVID-19 in India rispetto a variabile di preoccupazione: cosa significa?

Tracker del coronavirus: quanti casi di COVID-19 ci sono in Canada e nel mondo? Le mappe e i grafici più recenti

“Ho escogitato un piano per viaggiare in Qatar per alcuni giorni e da lì fare un test COVID-19, quindi ho prenotato il volo da Delhi a Doha e da Doha a YYZ [Toronto]Ma anche questo è fallito perché il Qatar ora sta imponendo restrizioni al turismo.

READ  I leader repubblicani non sono d'accordo su Trump, il che mette il partito nei guai

Ora sta valutando se volare attraverso il Messico, dove non ci sono restrizioni di viaggio COVID-19. Era, come molti altri, alla ricerca di risposte sui gruppi di Facebook.

“Devo tornare in Canada. Tutti i miei pagamenti come l’affitto e le bollette telefoniche … mi costano quasi $ 2000 al mese, e se non ci torno, non guadagnerò nulla”.

La decisione di Ottawa di vietare i voli passeggeri dall’India e dal Pakistan per 30 giorni tra la recrudescenza dei casi COVID-19 in India e le preoccupazioni per la variante B.1.617 hanno lasciato molti da entrambe le parti del mondo nel limbo. L’annuncio è arrivato poco dopo che l’India ha annunciato un record mondiale di oltre 314.000 nuove infezioni nelle ultime 24 ore.

Il ministro della Sanità Patty Hajdu ha affermato che mentre solo l’1,8% di tutti i viaggiatori aerei che entrano in Canada ha il COVID-19, i dati federali mostrano che le persone che volano dall’India costituiscono il 50% di tutti i test positivi.

La storia continua sotto l’annuncio

La scorsa settimana, la Columbia Britannica ha confermato 39 casi della variante B.1.617, rilevata per la prima volta in India. Venerdì, l’Ontario ha segnalato 36 casi della variante, e l’Alberta e il Quebec hanno segnalato ciascuno un caso della variante.

Sudhir Kumar ha prenotato il suo volo dal New Brunswick all’Andhra Pradesh, nell’India meridionale, tre mesi fa per visitare suo padre paralizzato. Il signor Kumar è venuto in Canada all’inizio dello scorso anno, prima della pandemia, per il suo lavoro nel settore IT. Si sentiva isolato.

Disse: “Pensavo di fare questa breve pausa e di riposarmi mentalmente da questa solitudine e di aiutare mio padre”. “Le cose avrebbero potuto essere normali, ma all’improvviso tutto è capovolto.”

READ  Tampa a rischio mentre la tempesta tropicale Elsa si rafforza vicino alla costa del Golfo

Hamid Ali non vede sua moglie e due figlie da quasi due anni. Lo chef 38enne di Revelstoke, nella Columbia Britannica, non vedeva l’ora che arrivasse l’8 maggio quando la sua famiglia sarebbe venuta a trovarlo.

“È molto difficile. Mi stavo preparando mentalmente e fisicamente per accoglierli. È una cosa straziante”.

Il signor Ali ha chiesto la residenza permanente nel dicembre 2019 e non è stato in grado di visitare la sua famiglia a causa delle restrizioni di viaggio. È preoccupato per la loro sicurezza in India.

La storia continua sotto l’annuncio

“Non dormo profondamente per molti mesi. Non sono felice ea volte mi sento male per essere stata sola per così tanto tempo”.

Anirudh Sehgal, residente a Vancouver, avrebbe dovuto partire per Nuova Delhi con la moglie e il figlio di quattro anni il 22 aprile. È stato loro impedito di salire sull’aereo perché non aveva il risultato del test COVID-19 per il suo giovane figlio, sebbene sia Mr. Segal e sua moglie erano risultati negativi. Stavano viaggiando per un evento familiare stretto e volevano che il loro figlio vedesse suo nonno per la prima volta in due anni. Il signor Sehgal è stato prenotato nuovamente il 24 aprile.

Ore prima della sua partenza, ha ricevuto una notifica per cancellare il suo volo.

“Sono intrappolato in molti modi. Ho speso così tanti soldi per le mie prenotazioni con Air Canada e per i miei test che non ho risorse sufficienti nemmeno per prenotare un volo aggiuntivo”.

Nirja Sheetal, 60 anni, e suo marito Ashwini, sono diventati residenti permanenti in Canada nel 2019 e hanno fatto quello che speravano fosse un ultimo viaggio ad Amritsar, Punjab all’inizio del 2020 per concludere le cose prima di tornare nella loro nuova casa. Il signor Sheetal è morto inaspettatamente durante quel viaggio e, poiché la pandemia ha interrotto il viaggio globale, i figli della signora Sheetal hanno trovato subito il viaggio della madre per tornare in Canada. È tornata a settembre e le sue vicende in India erano ancora instabili.

READ  Perché ci sono chiamate per indagare sulla teoria delle perdite del laboratorio di Wuhan? | Notizie sulla pandemia del virus corona

Lo scorso febbraio è tornata in India per prendere accordi per vendere i suoi beni ed eseguire rituali post mortem per suo marito. Ha prenotato un biglietto via Qatar per tornare in Canada il 10 maggio ei suoi figli temono che le nuove restrizioni possano significare che la madre potrebbe non arrivare in Canada in sicurezza. Sua figlia, Chetna Chauhan, ha detto che il governo federale ha bisogno di stabilire una linea diretta per rispondere alle molte domande che ha.

La storia continua sotto l’annuncio

Le sarà permesso di imbarcarsi su un volo dal Qatar se il risultato del test è positivo? E se gli viene chiesto di mettere in quarantena in Qatar? Chi sosterrà queste spese? “La signora Chauhan, che vive a Mississauga, ha chiesto.” Dio non voglia, se è positiva, le chiederà di tornare? Ha problemi con la lingua. C’è qualcuno che l’aiuta? “

Segnalato da Marek Walsh

Iscriversi per Newsletter di aggiornamento sul coronavirus Leggi le notizie, le caratteristiche e le spiegazioni di base sul Coronavirus oggi scritte dai giornalisti e dai redattori di Globe.