Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Il campionato mondiale di hockey femminile NS è stato annullato a causa di preoccupazioni su COVID-19

I campionati mondiali femminili della International Ice Hockey Federation (IIHF) che si terranno in Nuova Scozia per la seconda volta sono stati cancellati.

L’International Hockey and Hockey Association of Canada ha annunciato mercoledì di aver ricevuto la conferma dal governo della Nuova Scozia per annullare i campionati di Halifax e Truro a causa dei timori di COVID-19.

I giocatori sarebbero dovuti arrivare da tutto il Canada, nonché da Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Germania, Ungheria, Giappone, Russia, Svizzera e Stati Uniti per il torneo, che si terrà dal 6 al 16 maggio.

Il torneo è stato annullato un giorno prima dell’arrivo dei paesi partecipanti e dell’inizio della quarantena.

“L’ambiente in rapida evoluzione impone questa decisione”.

“Mi rammarico profondamente per il breve preavviso, ma l’ambiente in rapida evoluzione impone questa decisione a favore della sicurezza dei residenti e dei partecipanti della Nuova Scozia”, ​​ha detto il primo ministro Ian Rankin in una dichiarazione mercoledì dopo che il permesso è stato ritirato per l’evento.

Rankin ha detto che la provincia ha lavorato a stretto contatto con Hockey Canada per garantire un campionato mondiale di hockey sicuro e di successo, “ma la sicurezza dei fan e dei partecipanti della Nuova Scozia è fondamentale ed è la ragione della nostra decisione”.

I campionati mondiali di hockey femminili in programma ad Halifax e Truro, NS, sono stati cancellati a maggio a causa di preoccupazioni per COVID-19. (José Noucari / AFP tramite Getty Images)

Il numero di casi di virus in NS è aumentato nelle ultime due settimane, con nove nuovi casi di COVID-19 segnalati martedì, portando il numero totale di casi attivi a 68.

I funzionari dell’Ufficio del Primo Ministro hanno parlato con Hockey Canada e hanno condiviso la speranza che il torneo sarebbe stato riprogrammato in Nuova Scozia in un secondo momento.

“Questa è una notizia molto deludente da ricevere solo poche settimane prima dell’inizio del torneo”, ha detto in una nota Rene Vasil, presidente della Federazione internazionale di architettura.

“Crediamo fermamente di disporre di misure di sicurezza adeguate per proteggere i giocatori, i funzionari, gli spettatori e tutti i residenti di Halifax e Truro, sulla base delle esperienze di IIHF e Hockey Canada di ospitare i Campionati del mondo juniores IIHF a Edmonton”.

Martedì la Nuova Scozia ha imposto restrizioni di viaggio che impedivano ai viaggiatori provenienti da fuori provincia, Isola del Principe Edoardo, Terranova e Labrador di entrare a meno che il viaggio non fosse necessario o fossero residenti permanenti della Nuova Scozia.

‘Un’esperienza traumatica’

L’allenatrice Lisa Haley ha detto che i membri della squadra ungherese stavano per lasciare la pista dopo il loro ultimo allenamento a Budapest e hanno fatto le valigie per una gita mattutina a NS quando hanno sentito la notizia.

“È stata un’esperienza traumatica”, ha detto Haley, originaria di Westville, NS, e sembrava essere dietro la panchina nel suo cortile.

“In poche ore tutto il nostro mondo era sottosopra.”

Haley ha detto che il team ha pianificato di rimanere insieme in hotel mercoledì sera e provare una “gamma completa” di emozioni, mentre elaborano i loro prossimi passi.

I campionati 2020 in Nuova Scozia sono stati annullati a causa della pandemia globale. Il torneo 2021 era originariamente previsto per il 7-17 aprile, ma da allora è stato rinviato nella speranza che la situazione migliorerà.

Lisa Haley, allenatrice della nazionale femminile ungherese, afferma che molte delle giocatrici hanno fatto sacrifici per recarsi al Campionato mondiale femminile IIHF 2021. (Federazione ungherese di hockey su ghiaccio)

Haley non può fare a meno di sentirsi male per i suoi giocatori in Ungheria, che devono navigare su montagne russe come questa dopo essere saliti per la prima volta nella prima divisione. Diverse donne stavano cercando di ritirarsi l’anno scorso, ma hanno scelto di sospendere le famiglie e gli eventi importanti per continuare il torneo.

IIHF e Hockey Canada si sono impegnati a lavorare per trovare nuove date per il torneo, con l’obiettivo di ospitare l’evento nell’estate del 2021.

Mentre Haley è ottimista sul fatto che la loro squadra possa ancora battere il ghiaccio al torneo di quest’anno, ha detto: “Non toglie la devastazione che tutti provano in questo momento”.

Haley ha anche detto che mentre rispetta la decisione di boicottaggio, le restrizioni di “irrigidimento” che i membri del torneo avrebbero messo in atto sembravano il modo migliore per tenere tutti al sicuro. Ha indicato che ogni membro del team ungherese era stato completamente vaccinato ed era stato testato più volte durante la bolla di isolamento di Budapest.

Dr. Robert Strang, Chief Medical Officer of Health for Nova Scotia, Difendi le misure di sicurezza E la scorsa settimana ha rinnovato la sua fiducia in loro durante una conferenza stampa martedì.

“La decisione giusta, per quanto non mi piaccia.”

Il piano era mettere i giocatori in quarantena individualmente nelle loro stanze d’albergo per un numero indefinito di giorni. Dopodiché, possono riunirsi con i membri della loro squadra per provare ed esercitarsi, ma spostarsi in “modo controllato” dall’hotel alla piazza. Non erano stati esposti a nessuno dei membri del pubblico.

Il sindaco di Truro Bill Mills spera che la città possa ancora ospitare l’eventuale campionato femminile IIHF. (Paul Palmeter / CBC)

Il sindaco di Truro Bill Mills ha detto di non essere del tutto sorpreso di vedere l’annuncio date le nuove restrizioni martedì, ma si tratta di una “seconda delusione” in due anni.

“Penso che sia stata la decisione giusta, per quanto non mi piacesse”, ha detto, riferendosi all’aumento dei casi COVID-19 che coinvolgono varianti di preoccupazione in altre parti del Canada.

Mills ha detto che presume che alla Nuova Scozia non verrà offerta una terza possibilità di ospitare il torneo quest’anno, ma spera che l’evento prenda in considerazione un ritorno al 2022.

Truro Township ha speso circa $ 700.000 rinnovando il Rath Eastlink Center for Cloud Funds e una stanza con porte di trasmissione di alta qualità per la copertura televisiva, ha detto Mills, con denaro proveniente dalle riserve municipali e dall’Atlantic Canada Opportunity Agency.

Mills ha detto che i soldi vengono ancora spesi bene, anche senza l’IIHF quest’anno, perché la città pianifica sempre aggiornamenti ed è ora in grado di ospitare altri eventi sportivi su larga scala.

La Canadian Hockey Association ha dichiarato di sostenere la decisione. Sebbene non sia in grado di ospitare l’evento in Nuova Scozia, rimane impegnata a ospitare i Campionati del mondo femminili quest’anno.

“Esploreremo tutte le opzioni per ospitare l’evento nei prossimi mesi, se è sicuro farlo”, ha dichiarato il presidente di Hockey Canada Tom Rainey in una dichiarazione.

READ  Patriots Patient, QB Mac Jones redatto al numero 15