Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

I ristoratori sono alle prese con l’aumento dei costi del cibo e i prezzi dei menu dovrebbero aumentare

I ristoranti di tutto il paese hanno lottato con l’aumento dei prezzi del cibo dall’inizio della pandemia di COVID-19, ma per Blair Lebsack, alcuni degli aumenti più scioccanti sono stati gli ingredienti meno glamour nel suo ristorante.

Prima della pandemia, ha detto, un contenitore da 16 litri di olio di colza per il suo ristorante RGE RD a Edmonton costava 18 dollari. Ora vanno ovunque tra $ 29 e $ 32 per lo stesso importo.

“Si aggiunge molto rapidamente”, ha detto Lipsack in un’intervista.

Tariffe di spedizione elevate, ritardi e aumenti dei costi del grano hanno fatto salire i prezzi dei prodotti alimentari per i ristoranti già colpiti dalle restrizioni e dalle chiusure della pandemia.

Ristoranti Il canadese James Rilett ha affermato che i ristoranti sono un settore a basso margine, quindi non c’è molto spazio per operare a costi aggiuntivi.

“È un peccato”, ha detto Rilett. “Non avremo idea di quanto sia grave fino alla riapertura della maggior parte delle contee”.

Un sondaggio di Restaurants Canada ha rilevato che i costi alimentari sono una delle tre maggiori sfide che i ristoranti devono affrontare insieme a ulteriori chiusure e debiti legati alle pandemie.

Mentre la maggior parte dei proprietari di ristoranti cercherà di ritardare l’aumento del menu il più a lungo possibile, Rilett, vice presidente di Restaurants Canada del Canada centrale, ha affermato di aspettarsi che i clienti sperimentino prezzi più alti.

Secondo il Canadian Food Price Report, gli effetti della pandemia sui prezzi degli alimenti sono stati di vasta portata, colpendo l’intera catena di approvvigionamento.

ha affermato Sylvain Charlebois, autore principale del rapporto e direttore del Laboratorio di analisi agroalimentare della Dalhousie University.

READ  L'indice S&P 500 ha raggiunto un livello record prima dell'intensa settimana degli utili

Tuttavia, il Food Price Report prevede che ci sarà un aumento del 5% dei prezzi quest’anno, rispetto a un aumento del 3% nel 2020, ha affermato.

“Alcune persone potrebbero dire ‘OK, è il cinque percento, qual è il grosso problema?'”, ha detto. “Ma il cinque per cento è molto importante perché l’inflazione alimentare non è un gioco di medie”.

Secondo i prezzi medi mensili al dettaglio di Statistics Canada, tra gennaio 2020 e maggio 2021, il prezzo medio di un chilogrammo di costolette è aumentato di quasi il 12%. Il prezzo di 200 grammi di caffè istantaneo è aumentato di circa il 15%.

Charlebois ha anche notato che i costi di spedizione hanno avuto un impatto significativo sui prezzi del cibo in Canada e sono triplicati nell’ultimo anno. Come Rilette, si aspetta che i ristoranti aumentino i prezzi per compensare l’aumento dei costi e potrebbero persino ridurre i loro menu per ridurre la spesa per il cibo.

Le modifiche al menu sono state finora l’approccio di Lebsack.

RGE RD è stato aperto per cenare al coperto per poco più di una settimana e, sebbene il suo staff regolare abbia notato l’aumento dei costi, ha detto che anche loro capiscono.

“Abbiamo un ottimo dialogo con i nostri clienti”, ha affermato Lipsack.

Lee Cooper, chef e proprietario di L’Abattoir a Vancouver, mi ha detto che anche lui sente la pressione dell’aumento dei costi.

Cooper ha aggiunto che il ristorante di lusso ha clienti abituati a spendere di più per le loro esperienze culinarie, il che ha aiutato a passare attraverso i cambiamenti del menu.

“Il nostro ristorante non è molto economico e facciamo tutto il possibile per fornire un prodotto eccellente, quindi penso che i nostri ospiti siano preparati a spendere un po’ di più”, ha detto Cooper.

READ  Wizz continua a spingere l'Italia con il lancio della base di Roma Fiumicino a luglio | notizia

Un modo in cui i ristoranti possono mitigare l’aumento dei costi è approvvigionarsi da fonti locali.

Lipsack ha detto che ha due anni di animali allevati per RGE RD da fattorie locali che aiutano il ristorante a evitare i prezzi dell’agricoltura industriale.

“Più ci avviciniamo a lavorare con il nostro cibo, i nostri vicini e la nostra comunità, più giudichiamo i costi”. ha detto Lebsack.

E la grazia salvifica per i ristoranti statali potrebbe essere la domanda repressa poiché i commensali escono per la prima volta dopo mesi di cucina casalinga e spuntini.

Lebsack ha detto che sta già vedendo i suoi clienti entusiasti di tornare all’esperienza culinaria tradizionale.

“L’unica cosa buona che ne esce è quanto le persone si perdono dai ristoranti”, ha detto Lipsack.

“Penso che una volta che le persone capiranno che il prezzo di tutto è aumentato, penso che torneranno e lo faranno funzionare per noi”.

Questo rapporto è stato pubblicato per la prima volta da The Canadian Press il 20 giugno 2021.