Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

I jet stanno trasformando il punto più basso della stagione regolare in un rinnovato impegno in cambio di petrolio

Winnipeg – grondaia, un risveglio necessario o una combinazione di questi due?

A seconda del punto di vista, la perdita asimmetrica per 6-1 di Winnipeg Jets contro Edmonton Oilers il 26 aprile significa cose diverse per persone diverse.

Per molti osservatori, è stato visto come il punto più basso della stagione, una rottura o un segno che questa squadra potrebbe non essere un serio concorrente nella Divisione Nord come la classifica aveva suggerito all’epoca. Quando la lotta per il primo posto ha lasciato il posto a uno slittamento perdente di sette partite, non c’è dubbio che la fede dei Jets sia stata messa alla prova.

Il giocatore veterano Paul Stastini non ha espresso parole durante la sessione di Zoom post-partita con i giornalisti quella notte di aprile, indicando che la partita della squadra era scivolata attraverso le precedenti 10-15 partite, molto prima che la serie di sconfitte passasse a metà strada. Minacciato fuori controllo.

I Jets dipendevano troppo dal portiere Connor Hilleboyk e non hanno fatto le piccole cose che si sono rese necessarie una volta arrivate le qualificazioni.

Mancava l’impegno in zona difensiva e gli aerei lasciavano che alcuni “trucchi” si infilassero nel loro gioco.

È necessario guardarsi allo specchio. Avevano bisogno di dare una valutazione onesta di come giocavano.

Quelle parole avevano un grande peso e gli aerei lo prendevano chiaramente sul serio prima di fare qualcosa al riguardo, per ripulire alcune aree importanti del processo.

“Ero un po ‘sincero su quello che pensavano gli altri. A volte doveva solo essere detto. Che si trattasse di riunioni interne o riunioni dei formatori a riguardo”, ha detto Stastine. “Più di ogni altra cosa, ci riteniamo reciprocamente responsabili delle panchine Sostituzioni. Parliamo di più tra di noi, non in modo negativo, ma cerchiamo di aiutarci a vicenda e di comunicare di più.

“Soprattutto quando giochi senza fan, i sentimenti non ci sono così tanto. Cerchiamo di sostenerci a vicenda, proviamo a parlare tra di noi, sia prendendo in mano il back checker, o convincendo un ragazzo in corsia per ottenere un colpo intasato. Piccole cose di questo. La tribù fa molta strada “.

READ  Imperterrito dalla sconfitta contro Aircraft, Maple Leafs entra nelle qualificazioni sentendosi pronto

Ci sono stati pedaggi emotivi per ogni sconfitta – che includeva nove sconfitte nelle ultime 12 partite – ma i Jets hanno iniziato a trovare risposte alle domande che li stavano affliggendo.

Da dove verranno i gol e la difesa della squadra reggerà una volta che inizieranno i playoff della Stanley Cup?

Bene, hanno fatto un passo importante su entrambi i fronti nella partita di apertura della serie con gli Eulers mercoledì sera, e hanno vinto per 4-1 in una partita più vicina di quanto suggerirebbe il punteggio – grazie a un paio di vuoti in ritardo. obiettivi netti.

Per coloro che pensavano che la fiducia nell’aereo potesse vacillare dopo una fine difficile, questo è stato un primo passo necessario per placare questi critici. Le parole pronunciate in tempi turbolenti non erano vuote, anche se i giocatori si sono resi conto che alla fine le loro azioni sul ghiaccio sarebbero state le più importanti.

“Ci sono alti e bassi in questa stagione”. Il difensore Josh Morrissey ha detto: “Ogni squadra attraversa tribolazioni in momenti diversi, e ovviamente abbiamo avuto alcune difficoltà”. Ma c’era la partecipazione di tutto il nostro gruppo. Nessuno sta perdendo la fiducia nella nostra stanza, dallo staff tecnico ai giocatori. E penso che abbiamo mantenuto la mentalità di “Come possiamo migliorare il nostro gioco?”

“Ci è voluto un po ‘per iniziare a vedere alcuni miglioramenti su cui abbiamo lavorato, soprattutto sul fronte difensivo. Ma a lungo termine, è stata davvero una buona opportunità di apprendimento per il nostro gruppo e un’opportunità per noi di costruire davvero su Quello. Ma l’argomento principale è nessuno panico, e tutti lo hanno comprato. Insieme, tirando la corda nella stessa direzione. Abbiamo avuto un certo successo in questo e dovremo continuare a farlo insieme “.

READ  Semien ha tre successi, tre RBI e i Blue Jays hanno vinto su Phillies

Il gioco 1 non era un modello ideale per un successo sostenibile, sebbene includesse una serie di elementi essenziali di cui Winnipeg avrà bisogno nel suo gioco multiplayer.

Supportati da portieri d’élite, i jet hanno frustrato gli Oilers e hanno impedito loro di usare la loro velocità per generare troppe opportunità di punteggio nel gioco di transizione.

Questo non era un gioco di hockey ad alte prestazioni, ma era il marchio di fabbrica di Winnipeg che poteva essere replicato nel corso di una serie.

“Abbiamo fatto un ottimo lavoro in quella partita.” Morrissey ha detto: “È una specie di qualcosa su cui abbiamo cercato di lavorare qui per tutta la stagione, davvero, ma sicuramente nelle ultime cinque o dieci partite.” questa era una cosa se volevi avere successo nelle qualificazioni, devi lavorarci sopra, il che limita le possibilità di una corsa contro di essa. Penso che abbiamo fatto un buon lavoro. “

Nonostante l’importanza di ottenere alcuni gol da fonti inaspettate – che includevano i gol dell’attaccante della quarta linea Dominic Toninato, del difensore Tucker Pullman e un paio di assist del cardine veterano Nate Thompson – la squadra dovrà continuare a contare sulla loro profondità. Prima.

Dopo che i Jets sono riusciti a mantenere Connor McDavid e Leon Draisaitl senza un punto in Gara 1, tutte le indicazioni sono che Oilers inizierà la partita di venerdì con il dinamico duo nella stessa serie, al fianco di Dominik Kahun.

Questa opzione nucleare porrà una propria serie di sfide.

“Ci aspettiamo che escano con più forza, siano più aggressivi e portino il disco di più nella rete. Ci sono alcune cose che dobbiamo modificare anche nel nostro gioco”, ha detto Stastney. “Si tratta più di emozioni”. È solo un gioco. Vuoi la tua prima vittoria, ma siamo qui per renderli di nuovo difficili. Siamo pronti a tutto, ma allo stesso tempo vogliamo giocare con il nostro stile.

READ  Report: Santos accetta di vendere Everson Sotildo al Toronto FC

“A volte sei in una serie e nella partita successiva, ti siedi e vedi cosa ti porteranno e ti siedi sui talloni, poiché penso che il nostro obiettivo sia che fondamentalmente vogliamo essere la prima squadra a dettate il gioco e fate in modo che si adattino a noi “.

Per quanto riguarda le domande sulla formazione, gli attaccanti del Gates Nikolai Ellers e Pierre-Luc Dubois sono allo studio per la seconda partita, anche se non è stato confermato che torneranno. Con le partite 3 e 4 programmate per domenica e lunedì, non sarebbe sorprendente se una o entrambe venissero nuovamente posticipate per fornire altri due giorni prossimi alla piena salute.

“C’è un’opportunità”, ha detto l’allenatore di Gates Paul Morris. “Sono stati davvero due giorni in più per entrambi. Ma è troppo presto per me per metterlo in quello che so oggi. Aspetteremo (venerdì) e vedremo dove sono”.

Dopo aver ottenuto almeno una divisione e aver rubato il vantaggio sul ghiaccio di casa vincendo la partita di apertura, la squadra di Morris cercherà di diventare avida e condurre 2-0 prima che la serie si trasferisca a Winnipeg.

“Il messaggio non cambierà per quanto riguarda la partita che vogliamo giocare. Ma ci aspettiamo che questa partita avrà un aspetto diverso da loro”, ha detto l’allenatore. “Questo è vero per tutta la serie di playoff. La squadra che vince Gara 1 arriva in pista e si sente davvero bene. La squadra che ha perso la prima partita ha un maggior senso di concentrazione e, per certi versi, ne ha un vantaggio. Non cambieremo il messaggio, ma dobbiamo renderci conto che questo gioco sarà un po ‘più veloce di prima (nel gioco 1). “