Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

I jet affamati di attaccare affrontano il momento della verità in Pivotal Game 3 contro i canadesi

WINNIPEG – I Winnipeg Jets si sono trovati a proprio agio nelle partite di hockey one-shot nel round di apertura dei playoff della Stanley Cup.

Il fatto è che non avevano davvero scelta, poiché tutte e quattro le partite contro gli Edmonton Oilers vanno dritte ai fili e richiedono altre tre partite, incluso un playoff che ha richiesto quasi sei periodi prima che il vincitore potesse essere deciso.

Ora, la sfida più grande per i Gates mentre i Montreal Canadiens sono stati in svantaggio per 2-0 in una serie al meglio delle sette per la corona della Northern Division è che dovrebbero sentirsi più a loro agio a sentirsi a disagio in realtà.

Con i Jets che si preparano per gara 3 domenica al Bell Center, hanno un’immagine chiara di ciò che il loro avversario ha portato al tavolo e cosa dovrebbero fare esattamente per contrastare ciò che ha dato ai canadesi un’impronta notevole. finora.

“Non abbiamo creato l’attacco che volevamo commettere in questa serie”, ha detto l’allenatore dei Jets Paul Morris. “Quindi la partita 1-0 è un posto in cui dovremmo sentirci a nostro agio”.

Trasmissione in diretta di ogni partita di playoff della Stanley Cup senza interruzioni. Inoltre, ottieni Draft NHL, Free Agency, Blue Jays e MLB, Playoff NBA e altro ancora.

I Jets sono riusciti a segnare solo tre gol in due partite, con solo uno di quelli che è entrato con la stessa forza in un tiro dalla buca alta del difensore Derek Forbort.

Adam Lowery ha segnato con un bellissimo rovescio mentre andava in corto, mentre Kyle Connor ha segnato una volta in più per un attaccante in più alla fine della prima partita.

Trovare un modo per generare più opportunità di qualità anche sulla forza – e manipolare la forza – è una priorità assoluta per i Jets.

Nelle ultime settimane, abbiamo sentito Morris parlare di come le possibilità di segnare su una corsa si esauriranno quando la posta in gioco aumenta.

READ  I canadesi riconquistano il loro punto d'appoggio nella serrata gara del North Circuit con vittorie sugli aerei

Quella conferma è stata un clamore, specialmente contro una squadra canadese che ha giocato un tipo soffocante di hockey e non ha ritardato una partita di un secondo mentre accumulava una striscia di cinque vittorie consecutive dopo essere caduta 3-1 nella serie del round di apertura contro il Toronto Maple foglie.

L’attacco è stato sempre più difficile poiché Paul Stastney ha perso le prime due partite e Mark Sheffley dall’alto del centrocampo ha vinto una squalifica di quattro partite per aver caricato su Jake Evans alla fine dell’apertura.

Stastney si è recato a Montreal con i suoi compagni di squadra mentre tornava in squadra, molto probabilmente tra Andrew Cope e Nicholas Eilers.

Senza Scheifele e Dylan DeMelo (lesioni dei tessuti molli) disponibili, ci sarebbe sempre voluto uno sforzo cumulativo – e lo è ancora.

Non si tratta di un singolo giocatore che deve farsi avanti in assenza di Scheifele, ma i migliori difensori dei Jets devono essere licenziati su tutti i cilindri, anche se gli eroi non celebrati sono sempre i benvenuti.

Un altro giocatore che potrebbe avere un impatto rafforzando la responsabilità offerta è Pierre-Luc Dubois, la cui stagione turbolenta è stata ben documentata da quando è arrivato a un accordo fantastico con Patrick Lane.

Non si tratta di esplorare la possibilità del rimprovero di un acquirente o della cronologia delle revisioni.

I Jets credono ancora fortemente nella capacità di Dubois di fare squadra, anche se è difficile ottenere punti.

Dubois ha collezionato 22 presenze da quando ha segnato due volte contro gli Ottawa Senators il 5 aprile, segnando sette assist in quel periodo.

È stato promosso al vertice dei Jets, dando a DuBois ampie opportunità di lasciare il segno nella serie contro la squadra che lo ha radicato per la sua educazione.

READ  Sheldon Kiffy Post Jim, Lifes 5 vs The Canadians 2:[Auston Matthews] Non rallenterà ... non ho dubbi ''

Dubois è stato coerente nelle sue discussioni con i media, dicendo costantemente che c’è un altro livello che vorrebbe che il suo gioco raggiungesse.

Questa tendenza è proseguita sabato e ha ribadito che il suo livello di fiducia non ha vacillato, nonostante abbia affrontato le numerose sfide della stagione, a partire da una disputa contrattuale, una quarantena di 14 giorni e un paio di infortuni.

“Onestamente, non vedo che riempia Mark”, ha detto Dubois. “È un grande giocatore, è suo. Io sono il mio giocatore. Se provo a giocare come lui, non aiuto la mia squadra, non aiuto i miei compagni di squadra. Lo vedo solo fare quello che so fare meglio , Faccio quello che posso per aiutare questa squadra a vincere. È stata una lunga stagione, è stata una stagione di alti e bassi, ma penso che sto solo lavorando sodo per non perdere la fiducia anche se non segni o gioca quanto vuoi: sono gli elementi costitutivi qua e là, non solo i risultati, ma anche il lavoro necessario.

“Mi metto molta pressione su me stesso, ma allo stesso tempo so quando riposare e andare a giocare. Non c’è niente che puoi fare per controllare l’ambiente o le condizioni. L’unica cosa che puoi fare è solo cercare di dare il meglio di te. partita in tavola».

Quando viene chiesto a Dubois cosa fa bene quando è al suo meglio, è chiaro che sa cosa gli viene richiesto.

“Una grande parte del mio gioco è solo pattinare, muovere le gambe”, ha detto Dubois. “Nella post-stagione, non hai molto spazio lì dentro, non hai molto tempo e spazio. Per me, è solo entrare nel mio gioco di andare lì, creare spazio per le mie ali , creando spazio per i difensori, andando in rete, cercando di attirare giocatori a me e dare tempo e spazio a tutti quelli che sono con me là fuori.

“Non mi piace mettere i numeri su nulla, ma è pratico. La fiducia viene dal fare il lavoro e sapere che non dipendi dalla fortuna o cose del genere. Se fai il lavoro, in pratica, guardando il nastro e prestando attenzione per i dettagli, la tua fiducia può aumentare grazie a Quello. Perché sai di essere pronto per ogni momento.

Per gli aerei è arrivato il momento della verità.

Con la vittoria di domenica, i Jets potrebbero tornare subito nella serie, soprattutto con Gara 4 in arrivo lunedì sera.

Con un’altra sconfitta, i Jets saranno spinti sull’orlo dell’eliminazione per la prima volta dopo la stagione.

Prima di spazzare via gli Oilers, i Jets hanno subito una perdita per sette partite e hanno perso nove delle ultime 12 partite della stagione regolare, quindi non è come se avessero bisogno di cercare a lungo e duramente una formula per provare a riprendersi.

“Con l’esperienza che abbiamo in questo gruppo, ci sentiamo a nostro agio nell’entrare e suonare in trasferta”, ha detto Lowry. “È la convinzione nel nostro gruppo. Quest’anno siamo stati una squadra in trasferta molto forte. Guarda lo stampo del gioco (venerdì), una specie di successo che abbiamo avuto nel primo turno contro l’Edmonton in trasferta, non proprio rinunciando a molte occasioni, bloccando il neutro e cose del genere.

“Abbiamo la profondità. Hanno l’ultimo cambio, quindi saranno in grado di ottenere i loro confronti, ma abbiamo giocatori che saranno in grado di giocare contro i migliori giocatori, contro le loro migliori coppie. Per avere successo, è solo importante iniziare bene ed è quello che stiamo cercando di fare”.