Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

I fondi sovrani investono di più in casa mentre il virus Covid-19 colpisce le economie

I fondi sovrani, alcuni dei più grandi operatori del mercato azionario del mondo, stanno scatenando una maggiore potenza di fuoco in patria, poiché i governi si affidano a loro per riavviare le economie colpite dalla pandemia.

I fondi hanno realizzato circa 12,7 miliardi di dollari in nuovi investimenti diretti in aziende e progetti nelle loro economie nazionali nel 2020, più del triplo dell’importo nel 2019, secondo l’International Forum of Sovereign Wealth Funds, o IFSWF. Finora quest’anno, i fondi sovrani hanno investito all’interno circa 4 miliardi di dollari, circa la stessa cifra in tutto il 2019.

“C’è un cambiamento generale dall’investire nei mercati internazionali, per mostrare il valore dei fondi sovrani ai cittadini”, ha affermato Victoria Barbera, direttore della strategia per il forum. “I paesi che pianificano nuovi fondi sovrani si stanno concentrando sempre più sugli investimenti interni. Questa è una tendenza che è stata accelerata dal Covid”.

I fondi sovrani gestiscono trilioni di dollari per conto delle nazioni e dove dirigono i loro soldi possono avere un impatto significativo sui mercati.

I loro stati variano. Alcuni investono ovunque, mentre altri possono investire solo a livello internazionale o locale. Tra i fondi che possono investire ovunque, dallo scoppio della pandemia di coronavirus, gli investimenti interni sono balzati al 44% del totale, dal 22% nei tre anni precedenti a marzo 2020, secondo la società di ricerca Global SWF.

Annuncio – scorri per continuare

Il fondo sovrano globale ha affermato che i fondi in Kuwait, Malesia, Singapore, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti stanno investendo più a livello locale.

Temasek Holdings di Singapore ha investito 8,9 miliardi di dollari in Singapore Airlines Ltd.
durante la pandemia. Il fondo sovrano turco ha investito 5,8 miliardi di dollari nel 2020, principalmente in banche e compagnie assicurative locali e nell’operatore di telefonia mobile Turkcell Iletisim Hizmetleri Ad esempio
, secondo l’IFSWF. Lo Strategic Investment Fund irlandese ha impegnato 2 miliardi di euro, equivalenti a circa 2,4 miliardi di dollari, al cosiddetto Pandemic Stabilization and Recovery Fund nel 2020.

READ  Cresce la pressione sulle scuole affinché insegnino studi sui cambiamenti climatici

A giugno, CDP Equity SpA, fondo sovrano italiano, ha guidato un gruppo di investitori che hanno deciso di acquistare l’88% dell’operatore autostradale italiano Autostrade in l’Italia SpA per circa 8,1 miliardi di euro.

I governi hanno anche utilizzato i fondi sovrani per scopi di spesa durante la pandemia. Il ministero delle Finanze cileno ha prelevato 4,1 miliardi di dollari dal Fondo di stabilità economica e sociale lo scorso anno e prevede di prelevare più di 6 miliardi di dollari quest’anno, secondo un portavoce.

Il fondo pensione statale globale norvegese, che investe solo al di fuori del paese, ha dato il maggior contributo al governo lo scorso anno. Il ministero delle finanze norvegese ha prelevato 34 miliardi di dollari dal fondo nel 2020, circa il 3% del suo volume totale. Il Fondo Norvegia è uno dei fondi più trasparenti al mondo, i suoi investimenti hanno restituito il 10,9% nel 2020 e il fondo valeva $ 1,27 trilioni alla fine dell’anno. Le sue azioni hanno reso il 12,1% e le sue obbligazioni hanno restituito il 7,5%.

Annuncio – scorri per continuare

Una svolta verso l’interno non significa necessariamente che questi fondi si stiano ritirando dai mercati globali. Secondo l’IFSWF, gli investimenti offshore nel 2020 sono stati superiori ai quattro anni precedenti, superando i 50 miliardi di dollari.

Questi investitori nazionali rimangono tra i maggiori azionisti delle società S&P 500. Il Saudi Public Investment Fund ha acquisito quote significative in Live Nation Entertainment. una società
L’operatore di crociera Carnival Carnival corp.
, e ha investito in azioni statunitensi attraverso fondi negoziati in borsa nel 2020.

Una notevole risposta diretta alla crisi sanitaria è arrivata dal fondo sovrano del Russian Direct Investment Fund, che si è impegnato all’inizio dello scorso anno per finanziare lo sviluppo del vaccino Sputnik V.

READ  Notizie di Kelowna - Castanet.net

“Siamo diventati un’azienda farmaceutica virtuale per combattere il Covid”, ha affermato Kirill Dmitriev, CEO del fondo. “Questo è qualcosa che voglio dire ai miei nipoti.”

Annuncio – scorri per continuare

Dmitriev ha affermato che RDIF ha investito circa 200 milioni di dollari per sviluppare il vaccino Sputnik e ha una licenza esclusiva per venderlo al di fuori della Russia, dove è stato registrato in 67 paesi. L’RDIF ha dichiarato questa settimana che il Serum Institute in India, il più grande produttore mondiale di vaccini per volume, prevede di iniziare a produrre il vaccino entro settembre.

“La richiesta di SWF non è solo quella di essere un manager passivo”, ha detto Dmitriev.

scrivere a Simon Clark a simon.clark@wsj.com