Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

I canadesi riconquistano il loro punto d’appoggio nella serrata gara del North Circuit con vittorie sugli aerei

Montreal – Questo è ciò di cui avevano bisogno i Montreal Canadiians: una vittoria flessibile e coinvolgente che li ha lasciati con sei punti di vantaggio su Calgary Flames e quattro punti dalla squadra che hanno battuto venerdì al Bell Centre.

Perché, negli ultimi tempi, tutto ha cospirato contro i canadesi che hanno raggiunto questo risultato, dal fisco fisico e psichico agli infortuni ai protagonisti che li costringono solo a “gestire la partita”, come ha detto il tecnico Dominic Ducharme dopo la partita di mercoledì. perdita a Toronto Maple Leaves, invece di sporgere e tenerlo per la gola.

I canadesi sembravano pronti a farlo venerdì, anche se era la loro 17a partita negli ultimi 30 giorni e nonostante dovessero giocare senza capitano Chia Weber, il portiere Carrie Price e l’esterno cuore e anima Brendan Gallagher sono partiti. I primi nove attaccanti sono Paul Byron, Thomas Tatar e Jonathan Drouin. Sono usciti con uno stile dominante e hanno costretto i Winnipeg Jets a tornare sui talloni, con 15 possibilità di segnare.

Non solo sono stati premiati, ma anche Paul Stastini ha approfittato di una delle poche occasioni segnate da Gates nella partita d’esordio per arrivare all’1-0.

Il secondo periodo è iniziato e Tyler Toffoli, capocannoniere della squadra canadese, ha perso uno sguardo aperto prima che Trevor Lewis cadesse sul ghiaccio per portare 2-0.

Gol da Montreal, Nick Suzuki ha ridotto la differenza. I terribili compagni del collega Eric Gustafsson, che durante il suo percorso ha oscillato con la faccia all’indietro e ha permesso agli aerei di pattinare 2 contro 1 sul ghiaccio, l’hanno ampliato.

Sul 3-1 di Gates, i canadesi avevano tutte le ragioni per gettare la spugna.

READ  Il GM delle Rockies Jeff Bridich si dimette con il team per un avvio lento

Una squadra che ha segnato più di due gol in sole due delle ultime 13 partite, una delle quali ne ha perse nove, non sarebbe stata perdonata per averlo fatto. Ma sarebbe comprensibile se lo facessero, senza che nulla accada bene e un’altra partita sul ponte sabato.

Invece, i canadesi hanno reagito e Arturi Licken, Joel Jeremiah e Suzuki hanno segnato il resto dei loro gol in quella vittoria 4-3, e hanno segnato qualcosa nel processo.

Potrebbe non portarli a correre attraverso le ultime sette partite della stagione – stanno ancora affrontando lo stesso programma frenetico, l’infermeria è ancora affollata – ma quella vittoria farà molto per la loro psiche.

“Riuscire a tornare e vincere la partita al terzo posto significa aumentare la fiducia dei giocatori”, ha detto Ducharme. “E l’abbiamo già fatto … è successo solo di recente …”

Ultimamente, i canadesi sembrano essere in una spirale di morte e nessuno ha trovato un modo per tirarli fuori.

Le avversità possono essere una buona cosa, a meno che tu non ne provi troppa e non riesci a dimostrare che puoi farcela. Le squadre a volte lo accolgono anche, ma non lo ordinano mai a casa.

Per molto tempo, le avversità erano presenti al tavolo di questa squadra e non era così importante per i canadesi dimostrare agli altri che potevano farcela tanto quanto era necessario dimostrarlo da soli. Sono stati a un tiebreaker cavo a filo e probabilmente saranno lì quando questa stagione sarà finita, e probabilmente riconosceranno di nuovo le avversità quando diventerà così importante, ed è importante essere in grado non solo di crederci che possono superare ma possono anche capirlo.

READ  La filiale AHL di Canucks si sta dirigendo ad Abbotsford

È importante avere un quadro di riferimento e questo vince – in condizioni molto avverse – purché esista.

“Questi punti sono molto importanti, devi rimanere in lotta ogni partita”, ha detto Ben Chiarot, che ha assistito e ha giocato la sua migliore partita della stagione in assenza di Webber. “Non c’è un tipo,” Sì, sai, questo è uno di loro due, “tipo di seduta sul sedile posteriore; dobbiamo continuare ad andare avanti indipendentemente dal risultato. È una buona lezione per noi.

“Andando avanti, ci saranno partite in cui usciremo di nuovo con due gol. Se arriviamo ai playoff, questa è un’altra cosa (dove) perdi due gol (e) devi continuare a rimanere in partita, a lottare, a mantenere E ho pensato che i nostri ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro quella sera – non dispiaciuto per noi stessi, abbiamo segnato due gol e chiuso. Abbiamo continuato a spingere e continuato a giocare ed ero orgoglioso del modo in cui abbiamo risposto dopo. “

E non erano solo Shiarot, Suzuki, Licon o Jeremiah. Erano tutti – da Geoff Petrie, che ha ottenuto un assist e ha giocato quasi 23 minuti, a Cole Caufield, che ha giocato solo 10:59 ma ha gestito sette tiri alti per la squadra.

I canadesi avevano bisogno di questo tipo di gioco. Il tipo di gioco che non hanno potuto giocare per settimane.

Il portiere Jake Allen, che ha parato 19 palloni, comprese alcune parate importanti negli ultimi minuti, ha detto: “Francamente, non abbiamo giocato molte di quelle partite negli ultimi tempi”. “È fantastico per il nostro morale, è fantastico per la nostra fiducia. Siamo fermi con il programma. La metà della partita non è stata bella, 3-1. Eravamo da qualche parte. Ma penso che tutti abbiamo avuto i nostri talloni perforati”.

READ  Thunder perde contro i Pacers segnando 57 punti

E poiché lo hanno fatto, i canadesi hanno una presa molto più sicura dei playoff del quarto e finale nella Northern Division. E hanno una partita rinviata ai Jets, che hanno subito perdite in sette delle ultime nove partite e sono vagamente aggrappati al terzo posto.

Seguono i senatori di Ottawa, che quest’anno hanno giocato cinque delle otto partite contro i canadesi. Serve maggiore flessibilità.