Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

I Blue Jays avevano bisogno di un modello perché il primo successo di Bichette lavorasse anche con Manoah

TORONTO – A due settimane dall’inizio dell’unica stagione di Bo Bichette in Double-A nel New Hampshire, l’allora breve stella è cool per la prima volta nella sua carriera. Nel corso di 30 partite, ha ottenuto solo 0,202 / .275 / .339 in 138 apparizioni al tabellone, e dopo che i suoi avversari sono saliti sui livelli di bullseye, A basso e A alto, le lotte sono state uno shock. . Ammetti che sta “andando fuori di testa” puntuale Perché non sapeva come gestirlo.

Ovviamente, Bichette si è corretto poco dopo e ha ripreso il percorso accelerato che lo ha portato al suo debutto in campionato un anno dopo, quando aveva solo 21 anni. La terribile correzione è stata solo un’immagine passeggera, anche se l’esperienza gli ha fornito un punto di riferimento quando ha iniziato la stagione 2021 a un ritmo più che rispettabile ma al di sotto dei suoi standard elevati con i Toronto Blue Jays.

“Non avevo intenzione di passare quello che ho fatto con una doppia A”, ha detto prima di un appuntamento di mercoledì sera con i New York Yankees, e giovedì è stato riprogrammato come doppio presidente. “Il motivo principale è che sono stato in grado di separare il modo in cui mi sento nella scatola dal modo in cui il mio cervello lavora nella scatola. Sono stato in grado di competere indipendentemente da quanto mi sentissi bene o male. Questa è stata la prima volta che mi sono sentito a disagio nella scatola e non sapevo come affrontarlo mentalmente. Quindi è andato dritto verso il basso. Ma penso di essere stato in grado di competere molto bene e ottenere il massimo da ciò che sentivo. Ma mi sento meglio e lavoro solo sulla coerenza . “

READ  Il GM delle Rockies Jeff Bridich si dimette con il team per un avvio lento

Ora, molti giocatori sarebbero felici di colpire .270 / .318 / .469 in 211 giochi da tavolo nel corso di 47 partite quando si sentono al loro meglio, il che è ciò che rende i numeri di Bichette impressionanti dato che si sentiva “un po ‘lontano lontano”.

Le difficoltà dei giocatori veterani con diverse stagioni alle spalle possono facilmente sfuggire di mano, sottolineando perché l’approccio di Bichette a 23 anni è stato importante negli ultimi due mesi.

Sebbene sentisse che “molte cose dovevano essere migliorate” sulla lavagna, spesso evitava di lasciare che il suo disagio nel dipinto mordicchiasse la sua mente mentre si trovava nella scatola.

Ha detto: “Ho fatto un ottimo lavoro non preoccupandomi di come mi sentivo con il mio swing o qualsiasi altra cosa, uscendo e gareggiando”. “Ci sono stati momenti in cui ci ho pensato e in quei momenti non ho fatto bene. Ma penso che la maggior parte delle volte ho separato i due, ho gareggiato e penso che la coerenza stia arrivando. Sono più coerente ora rispetto a prima. l’anno. Quindi finché continuerà a migliorare. Penso che sarò in buona forma “.

La sua capacità di adottare una tale prospettiva e la fiducia nella sua capacità di adattarsi e recuperare la dice lunga sui vantaggi di avere giocatori che affrontano sfide in tornei minori prima di passare alle major.

L’apertura e il contributo di giovani prospettive non è più la penuria degli anni passati e i Blue Jays sono stati aggressivi in ​​questo senso. Bichette e Vladimir Guerrero Jr. , Che ha debuttato a 20 anni, sono talenti rari, ma Alejandro Kirk ha esordito a 21 anni lo scorso anno anche se non aveva mai giocato sopra la palla A. Nate Pearson aveva 23 anni quando ha rotto nonostante 36 partite. Un professionista appena sotto la cintura , sebbene gli infortuni abbiano avuto un ruolo.

READ  Padres Tatis, Myers sono risultati positivi per COVID-19 e altri tre

Alec Manouh, il cui debutto è stato rinviato alla prima partita giovedì, ha giocato solo nove partite professionistiche, escluso il suo tempo nella posizione di allenatore alternativo nel 2020. Il 23enne ha incontrato molte difficoltà al liceo e all’università, quando è stato per periodi Tawila è un giocatore di una storia che ha offerto uno sguardo a se stesso come un potenziale fedele, ma non avrà molte difficoltà da capitalizzare quando si trova in un momento difficile nelle major.

Beachette ha detto che l’esperienza di superare il fallimento “non fa male, ma allo stesso tempo devi imparare a batterlo anche nei grandi campionati. Manuah ha chiaramente molto talento. Forse non andrà incontro ai conflitti ma se lo fa, dovrà imparare su questo “Livello comunque. Quindi per me, non credo sia necessario che tu impari come superare queste cose.”

Non esiste una formula universale, ovviamente, e ciò che funziona per un giocatore non garantisce che funzionerà con un altro giocatore. Una scuola di pensiero è che aspettare troppo a lungo per promuovere un potenziale cliente non danneggerà lo sviluppo di un giocatore, ma farlo presto lo influenzerà. Un’altra scuola sostiene che se un giocatore non può riprendersi da una difficile patch nelle major, non sarà comunque abbastanza bravo.

A volte, però, un giocatore può semplicemente aver bisogno dei principali campionati per mostrargli ciò che non sa.

“Sì, ero decisamente a quel punto”, ha detto Bechet. “Entrare nei maggiori campionati in giovane età può anche accelerare il tuo processo di sviluppo, perché dico sempre che ogni livello è qualcosa da superare. Lottare in doppia A è diverso che lottare al terzo posto. Lottare al primo posto non è la stessa cosa di lottando nei tornei. Puoi superare tutte quelle gobbe nei campionati minori. Ma non è lo stesso nei campionati maggiori. Devi imparare a farlo qui. Mi sentivo decisamente pronto quando stavo arrivando. Uscire e giocare bene in i grandi campionati possono darti quella fiducia. Che puoi farcela “.

READ  Francisco Mejia ha ottenuto il Grande Slam al dodicesimo posto e il Tampa Bay Rise ha sconfitto i Toronto Blue Jays

Questo approccio ha funzionato per Bichette, e anche i Blue Jays hanno davvero bisogno che funzioni con Manoah ora.