Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Guarda il giornalista guidare la AMG GT Black Series a 6:52 giri al Nürburgring

Chiedi ai fan della Mercedes quale macchina detiene il record per l’auto di serie più veloce al Nürburgring e ti diranno che è AMG GT serie nera. Fai la stessa domanda ai fan Porsche e la risposta sarà diversa: 911 GT2 RS di Manthey Racing.

Quest’ultimo ha segnato da qualche parte nella zona grigia da quando l’auto è stata modificata, ma d’altra parte, Porsche venderà questi aggiornamenti come Manthey Performance Kit attraverso la sua linea di accessori Tequipment.

Indipendentemente dai record, l’AMG GT Black Series è dannatamente veloce anche quando non è guidata da un pilota professionista a tempo pieno. Christian Gebhardt, collaudatore di Sport Auto, ha girato la coupé con motore anteriore ed è riuscito a far girare la macchina Nordschleife A 6 minuti 52,54 secondi. Era più lento del pilota GT3 e pilota ufficiale AMG Maru Engel, ma c’era da aspettarselo perché Christian ha molta meno esperienza di guida. Tuttavia, i filmati di bordo mostrano che sa come muoversi all’Inferno Verde, anche su un’auto terrificante come la Black Series.

Christian ha guidato auto veloci in pista per molti anni, con la sua precedente corsa in a BMW M5 CS (7: 29.57) Lo scorso mese. Ha anche preso il razzo tascabile Toyota GR Yaris per un giro all’inizio di quest’anno, scavalcando il difficile circuito tedesco in 8:14.93. Dato che abbiamo menzionato in precedenza la Porsche 911, il nostro collaudatore Sport Auto ha recentemente fatto un giro a caldo 992-gen GT3 alle 7: 04.74.

Quando si tratta di record, è probabile che sia solo questione di tempo prima che un’altra vettura di produzione stradale venga incoronata Signore dell’Anello. i nostri soldi su AMG One, almeno inizialmente, ma anche l’Aston Martin Valkyrie potrebbe tentare di accaparrarsi il titolo.

READ  CD Projekt presenta la roadmap aggiornata di Cyberpunk 2077, ma la reinstallazione di PlayStation rimane poco chiara