Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Gli Stati Uniti stanno limitando i viaggi dall’India per limitare la diffusione di COVID-19 | Notizie sulla pandemia di coronavirus

La Casa Bianca ha dichiarato venerdì che gli Stati Uniti limiteranno i viaggi dall’India dal 4 maggio, citando il devastante aumento dei casi di COVID-19 nel paese e l’emergere di varianti potenzialmente pericolose del coronavirus.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jane Sackey ha detto che l’amministrazione del presidente Joe Biden ha preso la sua decisione su consiglio dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

“La politica sarà attuata alla luce del numero straordinariamente elevato di casi di COVID-19 e delle molteplici variabili prevalenti in India”, ha detto.

La politica significa che la maggior parte dei cittadini non statunitensi che sono stati in India negli ultimi 14 giorni non saranno autorizzati a viaggiare negli Stati Uniti. Ci sono alcune eccezioni per residenti permanenti e familiari, nonché per altri cittadini non statunitensi.

L’India ha segnalato più di 18,7 milioni di casi di infezione dall’inizio dell’epidemia, un numero secondo solo agli Stati Uniti. Venerdì il ministero della Salute indiano ha segnalato 3.498 morti nelle ultime 24 ore, portando il totale a 208.330 morti. Gli esperti ritengono che entrambi i numeri siano sottostimati, ma non è chiaro in che misura.

Paesi dall’Europa all’Asia hanno iniziato a rafforzare le quarantene e chiudere le frontiere alle persone che sono state in India tra la crescente preoccupazione per il forte aumento dei casi e la preoccupazione che nuove varianti del virus stiano portando a un picco nei casi.

L’Australia, che ha effettivamente eliminato il virus a livello nazionale, ha annunciato venerdì in tarda serata che ai residenti e ai cittadini che sono stati in India nei 14 giorni precedenti dal ritorno a casa sarà impedito di entrare nel paese a partire dal 3 maggio e dovranno affrontare multe fino a cinque anni. in prigione, se disobbediscono.

READ  Decine i morti in un incendio in un dormitorio in Iraq | Notizie sulla pandemia del virus corona

“I nostri cuori sono rivolti al popolo indiano e alla nostra comunità indiano-australiana”, ha detto in una dichiarazione il ministro della Sanità Greg Hunt. “Gli amici e la famiglia di coloro che sono in Australia sono in grave pericolo. Sfortunatamente, molti di loro contraggono il COVID-19 e molti di loro muoiono, sfortunatamente, ogni giorno”.

Ha aggiunto che il governo australiano rivedrà le restrizioni il 15 maggio.

Sono stati inviati ossigeno e trattamenti

L’azione degli Stati Uniti arriva pochi giorni dopo che Biden ha parlato con il primo ministro indiano Narendra Modi della crescente crisi sanitaria nel suo paese e del suo impegno a fornire assistenza immediata.

Il personale di terra scarica i rifornimenti di soccorso COVID-19 dagli Stati Uniti al terminal merci dell’aeroporto internazionale Indira Gandhi di Nuova Delhi, in India, il 30 aprile 2021. [Prakash Singh/Pool via Reuters]

Gli Stati Uniti si sono già mossi per inviare in India trattamenti e test rapidi contro i virus e ossigeno, insieme ad alcuni materiali necessari a quel paese per aumentare la sua produzione interna di vaccini COVID-19.

Inoltre, un team di esperti di salute pubblica avrebbe dovuto essere presto presente al CDC in India per aiutare i funzionari sanitari a muoversi per rallentare la diffusione del virus.

“Come nazione del popolo indiano, ci impegniamo a sostenerlo”, ha detto venerdì il vicepresidente Kamala Harris, di origini indiane. “Abbiamo già preso un impegno in termini di un importo in dollari che sarà stanziato per i dispositivi di protezione individuale e una serie di altre cose”, ha detto.

“Ma è tragico, sai, le mie preghiere sono rivolte alla gente per la sofferenza, la palese sofferenza che sta accadendo”, ha aggiunto.

La Casa Bianca ha aspettato la raccomandazione del CDC prima di annunciarla, affermando che gli Stati Uniti stavano già richiedendo test negativi e quarantene per tutti i viaggiatori internazionali.

READ  Coronavirus: la Cina traccia una "linea di separazione" sulla vetta dell'Everest

Altre restrizioni di viaggio sono state imposte da Cina, Iran, Unione Europea, Regno Unito, Repubblica d’Irlanda, Brasile e Sud Africa, che sono stati o sono stati hotspot per il Coronavirus.