Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Gli scienziati affermano che la variante delta aumenta l’urgenza di seconde dosi per fermare la diffusione

TORONTO – Alcuni esperti descrivono la variante delta del nuovo coronavirus come un “jolly”.

Sta alimentando un forte aumento dei casi in alcune parti del Regno Unito, con altre razze in declino.

“La variabile delta è cresciuta al ritmo più veloce di qualsiasi altra variabile emersa”, ha affermato David Power del Francis Crick Institute britannico e del National Institute for Health Research.

“Il motivo numero uno per cui è nel radar di tutti è semplicemente notare che si sta diffondendo molto velocemente”.

Prove crescenti indicano che la variante delta è due volte più trasmissibile rispetto alla variante originale del Regno Unito, B117, ora chiamata alfa.

Questo ha catapultato la dinastia Delta – apparsa per la prima volta in India – in cima alla lista di interesse anche per lo scienziato di Harvard Bill Hanage.

“La sua trasmissibilità è davvero preoccupante per il mondo, perché potrebbe essere in grado di infettare le persone prima che possiamo vaccinarle”, ha detto.

Hanage è un professore presso il Center for Infectious Disease Dynamics di Harvard ed è tra un numero crescente di scienziati che stanno osservando con cautela gli effetti di questa alternativa, osservando Ultimo rapporto di Public Health England.

Non solo potrebbe diffondersi più rapidamente, conclude il rapporto, ma potrebbe esserci un aumento del rischio di malattie gravi.

“Il ricovero era più probabile per le persone con malattia delta. Voglio sottolineare che questi sono i primi giorni”, ha detto Hanage.

Le analisi inglesi e scozzesi continuano a sostenere la scoperta di una “bassa efficacia del vaccino”.

Viene fornito con un documento di ricerca pubblicato su The Lancet che ha scoperto che le persone vaccinate con Pfizer hanno prodotto un livello inferiore di anticorpi contro la variante delta, specialmente se avevano solo una dose.

READ  Jill Biden: "Sono una compagna in questo viaggio": come la First Lady vede il suo ruolo nel suo primo viaggio all'estero

Dopo una singola dose di Pfizer-BioNTech, il 79% dei soggetti ha avuto una risposta quantificabile all’anticorpo contro il ceppo originale, ma questa è scesa al 50% per la variante alfa e al 32% per la variante delta.

“Quello che abbiamo scoperto è che la variante delta era meno neutralizzabile da quegli anticorpi. E che, in particolare, i livelli di quegli anticorpi diminuivano a seconda dell’età della persona”, ha affermato David Power.

“Il problema è che stiamo iniziando a un livello molto più basso contro la variante delta, quindi questo diventa più preoccupante di quanto sia probabile che ci siano persone suscettibili all’infezione”.

Aumenta la possibilità di aver bisogno di un’accelerazione più rapida per una seconda dose, o anche una dose di richiamo nei prossimi mesi.

Tutti i dati dal Regno Unito hanno un impatto qui in Canada, perché la variante delta è stata implicata in alcuni dei gruppi di casi nella Columbia Britannica e nelle epidemie in una casa di cura a lungo termine. Anche in Ontario – sono stati osservati più casi di infezione delta in Ontario.

“Questa è la prossima forma che diventerà prevalente, probabilmente a livello globale, o in realtà in molti luoghi del mondo. È solo questione di tempo”, ha affermato il dott. Peter Johnny, presidente dell’Ontario Scientific Advisory Table.

Quello che vediamo ora per la variabile delta, è piatto, il che significa solo che quando iniziamo ad aprirci, inizierà ad aumentare e inizierà a crescere all’aumentare del numero di casi. Ma ciò significa anche che]con il declino della B117, la sua proporzione relativa ora aumenterà nel tempo ed è chiaro che la variante delta alla fine diventerà la prossima variante dominante nella provincia”.

READ  Sabato il New Brunswick ha riportato 10 nuovi casi di COVID-19, una pietra miliare del vaccino

Fortunatamente, i dati del Regno Unito mostrano anche che il 73% delle infezioni delta in Gran Bretagna sono riportate in persone non vaccinate e solo il 3,7% in coloro che sono stati completamente vaccinati.

“Questo è il messaggio da portare a casa: dobbiamo vaccinare le persone”, ha detto Bauer. “Questo, sai, ovviamente non avere un vaccino è il più grande fattore di rischio, un arresto completo”.

Questo è carburante per colmare il divario tra la prima e la seconda dose in Canada.

“Siamo in grado di evitare completamente una quarta ondata, dobbiamo solo essere intelligenti ora con il lancio della vaccinazione. E, sai, dobbiamo essere realistici sul nostro programma di riapertura non troppo rapidamente”, ha detto Johnny.

Ha anche affermato che in alcuni degli hotspot COVID-19 in Ontario – il distretto di Peel e il distretto di Waterloo – “più persone possibile” devono ricevere una seconda dose.

Il dottor Lawrence Law, funzionario medico del distretto di Peel Health, ha dichiarato mercoledì in una conferenza stampa che i casi Delta stanno “sostituendo rapidamente” la variante alfa come forma più diffusa a livello locale del virus.

“Le tendenze che si stanno osservando sono preoccupanti”, ha detto ai giornalisti.

File di Ryan Flanagan