Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Gli ex canadesi confrontano i playoff attuali con la vittoria della 93a Stanley Cup بفوز

la qualità. Successo straordinario. Gioco difensivo coerente e attacco offensivo generale.

Ci sono molte somiglianze tra i canadesi e la squadra di Montreal 1992-93, che è stata l’ultima squadra canadese a vincere la Stanley Cup.

Entrambe le squadre hanno avuto un avvio lento nel primo turno prima di recuperare. Le serie di vittorie successive alla stagione hanno contribuito a creare slancio. E la star di netminders – Patrick Roy nel 1993 e Carrie Price nel 2021 – è stata consegnata quando i giochi erano in linea.

“I leader stanno davvero andando avanti nel migliore dei casi”, ha detto martedì l’ex attaccante canadese Brian Bellos. “Con i playoff in corso, avremmo raggiunto le semifinali, entrando nei tempi supplementari e Patrick stava dicendo: ‘Non preoccupatevi ragazzi. Prendetevi tutto il tempo che vi serve. Non lascerò che un gol .’”

“Quando il miglior ragazzo della tua squadra lo dice, credi davvero in lui e questo ti dà fiducia”.

blocco libro

Guy Carboneau: Gli Habs sono una squadra completamente diversa dall’inizio dei playoff

08 giugno 2021

Roy era una forza per Montreal quell’anno in una squadra che vinse dieci partite ai supplementari e mandò Quebec, Buffalo, New York Islanders e infine i Los Angeles Kings guidati da Wayne Gretzky in una finale di cinque partite.

Nel frattempo, Bryce è tornato nella sua grande battaglia dopo una stagione molto regolare. Ha regolarmente legato le mani dei Toronto Maple Leafs ferocemente favoriti in un primo round ed è tornato di nuovo in uno sweep dei Winnipeg Jets.

READ  Patriots Patient, QB Mac Jones redatto al numero 15

Montreal ha vinto sette partite consecutive, quattro partite prima delle Habs Series del 1993, e si sarebbe riposato bene in una partita del terzo round contro i Vegas Golden Knights o i Colorado Avalanche.

“Il prossimo turno sarà una grande notizia per tutto perché le ultime quattro squadre non si sono affrontate per tutto l’anno”, ha detto l’ex difensore canadese Kevin Haller. “Quindi hai una situazione in cui non sai davvero come misurare fino a quando non arrivi in ​​gara due. Colpiranno una squadra forte, qualunque cosa accada”.

La squadra di Montreal del 1993 ha segnato 16-4 nel post-season, con 13 partite decise da un solo gol. Vincent Dumbos ha guidato i canadesi con 23 punti e Roy ha segnato 2,13 gol contro la media e lo 0,929%.

“Il nostro sistema era molto difensivo e ha rinunciato a poco”, ha detto Haller di Calgary. “I nostri attaccanti sono stati bravissimi e sono sempre tornati. Ci siamo allenati molto per coprire l’Area D. Penso che cose del genere possano averci dato un po’ di fiducia.

“Ogni volta che ottieni qualche vittoria (OT) di fila, ti sentirai un po’ meglio ad arrivare al 4°, 5°, 6° e così via.”

Kirk Muller, John Leclerc ed Eric Desjardins hanno goduto di una solida prestazione nel 1993 in una squadra che l’allenatore Jack Demers ha portato a un punteggio di 48-30-6 e al terzo posto nella divisione Adams.

Montreal è arrivata quarta nella classifica della Northern Division quest’anno con un punteggio di 24-21-11. La squadra dell’allenatore ad interim Dominique Ducharme ha vinto cinque delle sei partite a gol singolo nei playoff e ha perso 3-0 ai supplementari.

READ  Il GM delle Rockies Jeff Bridich si dimette con il team per un avvio lento

Tyler Toffoli, che ha segnato il gol dell’OT per eliminare i Jets, è il capitano con 10 punti. Anche il giovane Nick Suzuki e i veterani Eric Stahl e Corey Perry sono stati produttori.

I Big Four canadesi in difesa – Shea Webber, Ben Shearoot, Jeff Petrie e Joel Edmondson – ottengono tutti grandi minuti. I tiratori di rigore di Montreal erano in buona forma, guidando tutte le squadre di playoff con un tasso di uccisioni del 90,3%.

“Mi piace che abbiano persone diverse che contribuiscono tutto il tempo, il che penso sia molto importante”, ha detto Bellos di New York. “Hai Bryce che assomiglia a Roy, suonano in uno stile leggermente diverso.

“Penso che vincano attraverso il comitato, e penso che sia il modo migliore per farlo nelle qualificazioni. Tutti devono essere un po’ coinvolti qui”.

Le aspettative erano basse per entrare a Montreal nella post-season dopo aver terminato 18 ° nel campionato a 31 squadre. Bellows ha detto ora che i canadesi sono armati di slancio e possono essere forti indipendentemente dall’avversario.

“È una di quelle cose che (l’ex manager degli Habs) Serge Savard ha sempre detto: ‘Prendi una squadra nei playoff e non sai mai cosa accadrà.