Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Gli esperti dicono che la trasmissione all’esterno di COVID-19 è molto inferiore a quanto indicano le statistiche

Toronto – con una domanda di soggiorno in casa in corso Dovrebbe essere esteso Almeno fino a giugno in Ontario, esperti di malattie infettive stanno sollecitando i funzionari a riaprire le strutture all’aperto quando il clima si riscalda, indicando un minor rischio di trasmissione oltremare.

Martedì, il dottor Peter Johnny, direttore scientifico del COVID-19 Scientific Advisory Table in Ontario, ha affermato che attività all’aperto come golf, tennis e beach volley a basso rischio. “La scienza ci dice che la ricreazione sicura all’aria aperta è importante”, ha detto il dottor Johnny.

Sotto la corrente Richiesta di restare a casaGli sport all’aria aperta non sono consentiti in tutta la contea. Le uniche aree ricreative all’aperto sono parchi e campi da gioco.

Il CDC ha affermato che “meno del 10 percento” della trasmissione di COVID-19 si è verificata all’aperto, ma il dottor Zane Shagla, medico delle malattie infettive di Hamilton, ha detto che la trasmissione all’aperto era molto inferiore al 10 percento.

“Penso che la cifra del 10 per cento … sia in realtà molto più vicina a meno dell’1 per cento”, ha detto un occupante.

Infatti, un occupante ha detto, “il 99 per cento della trasmissione avviene all’interno. 0,1 per cento all’aperto”.

Tra i “numerosi studi” citati dal CDC come prova della cifra “inferiore al 10 per cento”, la maggior parte dei trasporti in uscita è avvenuta nei cantieri di Singapore. In uno studio, 95 su 10.926 casi di COVID-19 erano collegati alla trasmissione all’aperto. Tutti i 95 casi si sono verificati nei cantieri.

Nello studio, i cantieri sono stati definiti come “spazi all’aperto”, ma il dottor Shaghla osserva che queste persone lavoravano in stretta vicinanza l’una all’altra. Inoltre, Singapore è un ambiente eccezionalmente umido, che può portare a radunarsi al chiuso per alleviare il caldo.

READ  Google collabora con l'Università di Harvard per mappare una piccola mappa della corteccia umana

Non ci sono dati disponibili in Canada o Ontario sulla trasmissione all’aperto, ma uno studio sui numeri di caso in Irlanda ha rilevato che solo uno su 1.000 casi confermati di COVID-19 è stato rintracciato alla trasmissione all’aperto. A livello di popolazione, ciò significa che lo 0,1% di tutti i casi era correlato alla trasmissione all’aperto.

All’inizio della terza ondata della pandemia, la Columbia Britannica ha adottato un approccio di riduzione del danno, consentendo riunioni all’aperto di dieci persone, mantenendo basso il numero di casi, senza imporre restrizioni diffuse all’aperto.

Ora, con il lungo weekend del Victoria Day che si avvicina in meno di due settimane, il dottor Chagla dice che è tempo di iniziare a passare a una “strategia outdoor mirata”, cambiando marcia dallo scoraggiare la vita all’aria aperta a incoraggiarla.