Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Gli americani completamente vaccinati hanno avuto restrizioni più flessibili per mesi. Perché non canadesi?

TORONTO – Sono passati più di tre mesi da quando i Centri statunitensi per il controllo delle malattie (CDC) hanno detto per la prima volta agli americani Cosa possono fare in sicurezza Una volta che sono completamente vaccinati.

Quando il CDC ha pubblicato la sua guida a marzo, quasi il 9% degli americani ha ricevuto una seconda dose del vaccino COVID-19. Con Più del 14% dei canadesi Ora che si sono completamente vaccinati, alcuni esperti affermano che è tempo che il governo federale determini cosa è consentito e cosa non è consentito per coloro che hanno assunto due dosi.

Somon Chakrabarti, un medico di malattie infettive presso Trillium Health Partners a Mississauga, Ontario. , su Your Morning Wednesday di CTV: “Abbiamo bisogno di qualcosa di più concreto dal governo federale per mostrare alle persone cosa possono fare in sicurezza”.

Finora, l’unico beneficio sociale che il governo ha annunciato sulle vaccinazioni complete è la possibilità di saltare i soggiorni in hotel in quarantena e i lunghi periodi di autoisolamento dopo il ritorno nel paese. Come annunciato la scorsa settimanaSolo i canadesi che hanno ricevuto due dosi del vaccino qui dovranno autoisolarsi a casa fino a quando non risulteranno negativi al nuovo coronavirus.

Anche questa misura non è scolpita nella pietra. Il ministro della Sanità Patti Hajdu ha affermato che potrebbe iniziare già a luglio, a seconda dell’aspetto dell’infezione da COVID-19 in Canada e delle statistiche sulle vaccinazioni in quel momento.

Hajdu Durante il periodo delle domande CTV A maggio, il governo federale ha detto che avrebbe “presto” rilasciato consigli su cosa possono fare i canadesi dopo aver ricevuto una o due dosi del vaccino, ma di recente lo ha detto Anche le autorità sanitarie regionali per emettere questo tipo di raccomandazioni.

Il governo federale ha affermato che non sarà sicuro per le province iniziare a ridurre le restrizioni fino a quando il 75% della popolazione non riceverà una dose del vaccino e il 20% ne riceverà due. La dottoressa Theresa Tam, capo della sanità pubblica canadese, ha dichiarato martedì che tali soglie potrebbe essere necessario aumentare Perché Variabile delta altamente portatile.

READ  Biden avverte del rischio variabile delta poiché gli Stati Uniti mancano l'obiettivo di vaccinazione | Corona virus

Mantenere gli ospedali ed evitare messaggi contrastanti

Gli esperti affermano che i tassi di infezione e vaccinazione contano quando si tratta di revocare le restrizioni sulla salute pubblica. L’obiettivo della chiusura e di misure sanitarie simili è limitare la diffusione del virus al fine di mantenere la capacità dell’ospedale. Se la diffusione della vaccinazione è elevata ma il virus circola ancora tra i pochi non immunizzati, potrebbe esserci uno sforzo significativo sul sistema sanitario.

Ciò che è promettente su questo fronte, ha detto Chakrabarti, sono i dati che mostrano che anche una singola dose del vaccino fa una grande differenza quando si tratta di ospedalizzazione e altre gravi conseguenze dell’infezione da COVID-19, suggerendo che potrebbe essere più sicuro di quanto inizialmente pensato per sollevare alcune restrizioni. . Prima che la maggior parte dei canadesi sia completamente vaccinata.

“Il vaccino sta ancora lavorando per prevenire malattie gravi, e questo è il risultato più importante”, ha detto.

Più del 65 percento dei canadesi aveva ricevuto almeno una dose del vaccino COVID-19 a partire da martedì sera, in base ai numeri di Il nostro mondo nei dati Una percentuale più alta di qualsiasi altro paese con una popolazione non inferiore a cinque milioni.

Chakrabarti ha espresso preoccupazione per il fatto che se non ci sarà presto una direttiva canadese, le singole province potrebbero iniziare a sviluppare le proprie regole e potrebbero non essere in linea con le raccomandazioni federali finali.

“Quando inizi a ricevere messaggi contrastanti – il governo federale dice una cosa, i governi locali ne dicono un’altra – [it] I sospetti possono iniziare sui vaccini”.

Alcune contee hanno già iniziato ad allentare le restrizioni sulle vaccinazioni complete. Il requisito del Manitoba che chiunque entri da fuori provincia non più applicabile Per coloro che hanno ricevuto la dose finale di vaccino almeno due settimane prima del loro arrivo, i funzionari del Saskatchewan hanno annunciato martedì che i contatti stretti dei pazienti COVID-19 Non deve più autoisolarsi Se sono completamente vaccinati.

esempio americano

Sebbene non sia chiaro quando ai canadesi completamente vaccinati verranno fornite raccomandazioni su come vivere la propria vita, i nostri vicini a sud del confine hanno linee guida a livello federale su tutto, dallo spargimento di maschere al canto nei cori.

Sito web del Centro per il controllo delle malattie Include potenti consigli sugli aspetti della vita normale che gli americani possono riprendere due settimane dopo aver ricevuto la dose finale del vaccino.

Citando un basso rischio che una vaccinazione completa possa trasmettere COVID-19, raccomanda che chiunque si trovi in ​​questa situazione possa in una certa misura riprendere le proprie attività pre-pandemia.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano che coloro che hanno completato il processo di vaccinazione non debbano più stare lontano dagli altri e possano limitare l’uso della maschera facciale quando utilizzano i mezzi pubblici, negli aeroporti o nelle stazioni di transito e nelle strutture correzionali o rifugi per senzatetto.

Il CDC afferma che mangiare, fare esercizio, cantare e riunirsi non è più motivo di preoccupazione per le persone completamente vaccinate, indipendentemente dal numero di persone presenti o da quanto siano vicine l’una all’altra.

Per i viaggiatori che sono stati completamente vaccinati, il CDC afferma che i test COVID-19 alla partenza e all’arrivo non sono più necessari. Anche i periodi di quarantena dopo il viaggio stanno diventando un ricordo del passato, almeno negli Stati Uniti

Tuttavia, il CDC non può prevalere sui governi statali o locali, che sono ancora in grado di richiedere mascherine, distanza e altre misure di salute pubblica nonostante le raccomandazioni federali.

Non rilassarti ancora: le linee guida dell’OMS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha le sue idee sull’abolizione delle restrizioni sulla salute pubblica. guidala È stato aggiornato martedì per affrontare per la prima volta lo stato di vaccinazione.

Secondo le Nazioni Unite, qualsiasi trasmissione comunitaria del virus è ancora una ragione sufficiente per incoraggiare il lavoro a distanza per il maggior numero possibile di persone, mentre il rischio di un sistema sanitario sovraffollato dovrebbe indurre le autorità a guardare nelle aule virtuali e chiudere le imprese.

Una novità nell’approccio dell’OMS è la possibilità di allentare alcune misure per coloro che sono stati completamente vaccinati, così come per coloro che sono risultati positivi al virus negli ultimi sei mesi e non sono più contagiosi.

Raccomanda ai paesi di adottare un “approccio basato sul rischio”, specificando le restrizioni – e se si applicano alla vaccinazione completa – su tutto ciò che è necessario per evitare di stressare inutilmente i sistemi sanitari locali.

La guida afferma che “le autorità locali possono prendere in considerazione la possibilità di consentire alle persone che sono state vaccinate o completamente guarite senza indossare maschere e senza applicare il distanziamento fisico in spazi privati ​​chiusi in aree con un basso tasso di infezione da SARS-CoV-2”.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce una bassa incidenza come meno di 20 casi attivi per 100.000 abitanti. All’inizio di mercoledì, il Canada nel suo insieme aveva quasi il doppio di quel tasso. Ogni provincia dell’Ontario occidentale è stata al di sopra di questa media, come lo Yukon e il Nunavut, con il Quebec appena sotto la soglia.

“Capisco che non possiamo convincere le persone a sbarazzarsi delle maschere in questo momento, ma penso che abbiamo davvero bisogno di aumentare la qualità dei vaccini”, ha detto Chakrabarti.

“Sono il nostro biglietto per uscire di qui, e ora siamo sulla rampa.”